Canne al vento - Grazia Deledda - copertina

Canne al vento

Grazia Deledda

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: B. Rombi
Editore: Garzanti
Collana: I grandi libri
Edizione: 3
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 ottobre 2002
Pagine: XXVIII-215 p., Brossura
  • EAN: 9788811365518
Salvato in 128 liste dei desideri

€ 7,20

€ 9,00
(-20%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Canne al vento

Grazia Deledda

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Canne al vento

Grazia Deledda

€ 9,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Canne al vento

Grazia Deledda

€ 9,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 7,40 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La narrativa della Deledda, posta ora nella scia del verismo di Verga, ora accostata al decadentismo dannunziano, racconta di forti vicende d'amore, di dolore e di morte, nelle quali domina il senso religioso del peccato e la tragica coscienza di un inesorabile destino. Nella sua prosa si consuma la fusione carnale tra luoghi e figure, tra stati d'animo e paesaggio, tra gli uomini e la terra di Sardegna, luogo mitico e punto di partenza per un viaggio dell'anima alla scoperta di un mondo ancestrale e primitivo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,1
di 5
Totale 31
5
13
4
13
3
2
2
1
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefania

    05/07/2020 20:34:49

    Lettura ripresa dopo anni che avevo iniziato e poi abbandonato. Lo avevo trovato noioso, invece è stata una rivelazione. Il libro mi ha catapultato nella vita di campagna nella Sardegna dei primi del '900. Ho provato molta pietà per il protagonista e il suo modo di vivere solo per gli altri.

  • User Icon

    claudia

    16/05/2020 08:16:25

    Intenso, coinvolgente, di un drammaticità profonda. Personaggi protagonisti di una storia che si svolge in un'isola e in un tempo lontani, ma che, dopo appena poche pagine, diventano così vicini al lettore da suscitare sentimenti di compassione e tenerezza forti come quelli che riserviamo alle persone della vita reale. Tanto che ho avuto la necessità, alla fine del libro, di andare a cercare su internet i luoghi descritti per convincermi che sì, forse tutto era davvero accaduto. Infinitamente malinconico e triste ma infinitamente bello

  • User Icon

    zorr

    15/05/2020 17:52:44

    Un racconto carico di immagini talvolta reali talvolta da favola proprio come soltanto le emozioni umane riescono a trasformare e Soltanto maria Grazia Deledda riesce a dipingere in un romanzo. E' un teletrasporto in un paesino di montagna della Sardegna rurale del primo Novecento. Mi ricorda molto Marquez. Piu che letto va gustato.

  • User Icon

    marco

    15/05/2020 06:38:23

    Merita una lettura. E' un libro particolare, forse un unicum nel panorama letterario italiano. Un libro molto moderno per essere stato scritto nel 1913, da un'autrice anch'essa molto moderna per attitudine ed ideali. Credo che in Canne al Vento ci sia un po' un sunto della produzione della Deledda. Un'autrice che ha respirato a pieni polmoni nell'infanzia la sua terra Sarda, e grazie alla sua sensibilità e al suo talento, l'ha saputa rielaborare. Il libro che ne viene fuori è un libro in cui il verismo del racconto di una realtà rurale povera guidata da una nobiltà in piena decadenza si mescola al racconto delle tradizioni, dei costumi, delle feste, dei volti, si mescola all'esoterismo dei mille personaggi immaginari del folklore sardo, si mescola ad un racconto della natura isolana evocativa, e si mescola infine a qualcosa del vissuto dell'autrice. E' un libro in cui l'ambientazione è sicuramente il vero fascino e ciò che rimane dentro al lettore. E' un libro di grande evocazione, sembra parlare di un qualcosa di primordiale e di eterno. Il vero limite è la trama forse un po' stentata che non aiuta più di tanto a dare un ritmo alla lettura. Si fatica un po' ad arrivare alla fine. Nota: ascoltato in versione audiolibro, letto da Valentina Carnelutti nel programma Ad Alta Voce.

  • User Icon

    valerio

    13/05/2020 20:49:44

    Quanta pietà per tutti i personaggi di questo piccolo universo così pieno d'ombre, di pericoli, di spiriti maligni, così povero di dolcezze. Quanta tenerezza per l'inquieto Giacinto, l'arrogante don Predu, il fedele Efix, l'appassionata Grixenda, la dolce Ester, la fredda Noemi, che, anche quando fanno il male, non lo fanno mai con intenzione (spesso, anzi, il loro fare il male è più che altro un tergiversare nel fare ciò che andrebbe fatto, dal quale deriva dolore per sé e per gli altri). Quanta compassione per i patimenti ai quali sono sottoposte le loro anime, per le paure e le aspirazioni che li smuovono, per i sogni spaventosi che scuotono le loro notti, per le passioni segrete, inconfessabili che li rendono timidi o audaci, spesso cattivi, tra desideri di espiazione ed una morte che non fa paura, essendo null'altro che l'ennesima caduta, dall'alto di un muro, nel buio, una sorella silenziosa cresciuta attaccata alla loro vita.

  • User Icon

    Fabrizio

    12/05/2020 13:33:10

    Un bel libro che ci parla della Sardegna di inizio 900, del cambiamento della società e dell'attaccamento alla propria terra e alla sue tradizioni. Nonostate i quasi 100 anni del libro e del forte cambiamento culturale verificatosi nel frattempo il libro è coinvolgente, ci parla ancora: lentamente veniamo immersi nell'antica sardegna, una terra aspra, superstiziosa, legata alla terra e all'onore. Il carattere isolano dei protagonisti si contrappone a quello che è prima il salvatore e poi l'antagonista che viene dal "continente" il nipote Giacinto. A lui fa da contraltare Efix, simbolo di fedeltà, onore e umiltà che rende questo racconto un libro che lascia il segno. L'immagine del servo della famiglia Pintor rimane a fine libro un ricordo indelebile nella mente del lettore.

  • User Icon

    Andrea92

    11/05/2020 13:34:23

    Romanzo più conosciuto delle Deledda, che non tutti si ricordano essere stata premiata con il Nobel per la letteratura. La drammaticità del racconto, l'adesione realistica e veristica alle vicende narrate ne fa un libro assolutamente da leggere così come agli romanzi deleddiani.

  • User Icon

    lillibeth

    24/10/2019 09:19:53

    Fa sognare la Sardegna. Consiglio anche di leggere l'interessante biografia della Deledda, premio Nobel per la letteratura

  • User Icon

    Stefania

    24/09/2019 19:30:46

    Uno dei libri più belli che ho letto, intenso, profondo, coinvolgente. Descrittivo e caratteristico di una società sarda che affonda le sue radici nella tradizione. Veramente un capolavoro.

  • User Icon

    Luisa

    23/09/2019 08:33:47

    Un testo da leggere almeno una volta nella vita. Lo consiglio a tutti, specialmente alle ragazze giovani. L'autrice, vincitrice del premio Nobel per la letteratura, spesso passa in secondo piano nei programmi scolastici ma è obbligatorio avvicinarsi ai suoi testi che non vi deluderanno.

  • User Icon

    Giorgio

    19/09/2019 20:55:00

    Mi è piaciuto molto, descrive una Sardegna a ridosso della prima guerra mondiale, lontana da tutto e da tutti, nonostante il libro sia parecchio datato mi è piaciuto molto anche il modo di scrivere della Deledda. Lo consiglio a chi ha voglia di leggere un libro diverso da quelli moderni, ma che fa parte della storia italiana

  • User Icon

    Davide

    19/09/2019 20:54:19

    Canne al vento e' sicuramente il romanzo piu' conosciuto di Grazia Deledda, che narra la realta' di una Sardegna ormai lontana, ma forse neanche tanto, perche' alcune peculiarita' tipiche della sua gente, la "balentia" che contraddistingue il sardo ancora oggi, certe dinamiche sociali, sono frutto di tutto un contesto socio-culturale sviluppatosi nell'isola. Le vite dei personaggi, le loro storie e i loro drammi si intrecciano in un ambiente rurale difficile e meraviglioso al tempo stesso. L'autrice descrive una natura animata, quasi fosse uno dei personaggi stessi del libro. Le credenze popolari e le superstizioni fanno parte integrante della vita quotidiana rurale. Attraverso la narrazione cosi familiare della sua terra, Grazia Deledda trasporta il lettore in una Sardegna senza tempo, un viaggio rivolto a un pubblico di qualsiasi eta'.

  • User Icon

    Daniela

    19/09/2019 20:51:42

    Canne al vento è stato il mio primo approccio con Grazia Deledda e confesso di essere stata affascinata sia dal libro che dalla scrittrice. Nonostante abbia visto la luce più di un secolo fa' (1913 ) la scrittura della Deledda è modernissima, coinvolgente, forte e decisa ed allo stesso tempo piena di poesia, con descrizioni della natura di quell'isola che ancora oggi, nei luoghi lontani dalla mondanità, sa offrirci paesaggi mozzafiato. E questo la scrittrice sa regalarci a piene mani in quell'atmosfera sempre in bilico tra leggende, superstizioni, tradizioni ancestrali che ci catturano e ci affascinano. E poi che dire del ben meritato Nobel per la letteratura che nel 1926 la Deledda, unica scrittrice italiana, ha saputo aggiudicarsi !! Bellissimo libro. Piera - Un tesoro d'antan.

  • User Icon

    Da leggere

    19/09/2019 12:18:50

    Un capolavoro, da leggere magari da grandi per capirne tutta la drammaticità e l'intensità della storia. un vero e proprio capolavoro.

  • User Icon

    mamma Tea

    22/08/2019 14:46:29

    Libro molto simile a quelli di Giovanni Verga con cui ha diversi punti in comune: dalla storia triste di donne sfortunate economicamente e affettivamente allo stretto legame uomo/terra/natura. Un libro di altri tempi che può piacere, ma anche molto deludere. Per non rimanere disillusi bisogna, prima di leggerlo, informarsi sullo stile letterario della Deledda.

  • User Icon

    Elsa

    11/02/2019 18:45:18

    Bellissimo e coinvolgente racconto, molto scorrevole. Affascinanti descrizioni dei paesaggi sardi. Riti d’altri tempi legati a rassegnazione, tradizioni religiose, credenze popolari e sullo sfondo il servo Efix e il suo desiderio di espiare un reato inconfessabile.

  • User Icon

    Lisa

    11/12/2018 21:02:44

    Un libro che trasuda poesia da ogni frase. La trama semplice e lineare è esaltata dalla prosa scorrevole ed emozionante della Deledda. Senza tempo.

  • User Icon

    Iaia1970

    30/11/2018 10:04:19

    Rispecchia in maniera esaustiva luoghi e momento storico in cui si svolge l’azione

  • User Icon

    Massimiliano

    23/09/2018 17:46:14

    Il delicato cammino d’espiazione di un servo fedele, al ruolo, al destino che l’accompagna e lo schiaccia. Il vento che s’alza invadente e piega le vite dei personaggi, fragili canne nel campo arido della vita. Un antico ricamo, delicato, che disegna figure e luoghi distanti, eppure così immediati nello scorgersi vicini a chi legge. Una scrittura intrisa di poesia e dolore. Un destino intriso di poesia e dolore.

  • User Icon

    Irma

    21/09/2018 17:41:16

    Lo considererei un libro denso! C'è una particolare attenzione nella descrizione di odori e persone, di paesaggi senza tempo, vengono trattati temi come la fragilità umana, l’amore, l’onore, la povertà e l’amara consapevolezza di un destino già segnato. Interessante è la visione della vita in Sardegna nei primi del 900. Il tutto però non lo descriverei come minuziosità ma, appunto, come densità.

Vedi tutte le 31 recensioni cliente
  • Grazia Deledda Cover

    Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura, studiò da autodidatta ed esordi come giornalista su riviste di moda. Incrociando influssi veristi e dannunziani, scrisse romanzi e racconti dalla vena etica in cui è descritta la dura vita quotidiana dei compaesani sardi (Canne al vento, Elias Portolu, Marianna Sirca). Approfondisci
Note legali