La casa in collina - Cesare Pavese - copertina

La casa in collina

Cesare Pavese

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Edizione: 2
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 172 p., Brossura
  • EAN: 9788806193706
Salvato in 16 liste dei desideri

€ 10,50

Venduto e spedito da Memostore

Solo una copia disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 10,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La storia di una solitudine individuale di fronte all'impegno civile e storico; la contraddizione da risolvere tra vita in campagna e vita in città, nel caos della guerra; il superamento dell'egoismo attraverso la scoperta che ogni caduto somiglia a chi resta e gliene chiede ragione. "Ora che ho visto cos'è la guerra civile, so che tutti, se un giorno finisse, dovrebbero chiedersi: "E dei caduti che facciamo? Perché sono morti?" Io non saprei cosa rispondere. Non adesso almeno. Né mi pare che gli altri lo sappiano. Forse lo sanno unicamente i morti, e soltanto per loro la guerra è finita davvero". La grande intuizione delle ultime pagine de "La casa in collina" sarà ripresa e portata alle estreme conseguenze artistiche e morali nell'altro grande libro di Cesare Pavese, "La luna e i falò".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,5
di 5
Totale 4
5
3
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    giacinta

    22/09/2019 08:31:28

    Che dire ... le opere di Cesare Pavese non necessitano di recensioni. I suoi romanzi lo descrivono e "La casa in collina" ne è la prova. A mio parere è il migliore scrittore del '900 e mi permetto di aggiungere che ad oggi non v'è stato autore capace di eguagliare le sua abilità letterarie. Ho apprezzato molto la narrazione e lo stile del libro, molto fluido e con frequenti dialoghi ben proposti da Pavese.

  • User Icon

    Filippo Nox

    07/07/2013 18:50:39

    Un libro che ti lascia con una sensazione di profonda tristezza, pensando alle sofferenze patite durante la guerra.

  • User Icon

    Luciano Stolfi

    15/02/2010 18:58:48

    In "La casa in collina" Cesare Pavese sceglie di cimentarsi anche lui con la lotta partigiana, ma lo fa in un modo un pochino defilato, ponendosi quasi ai margini. Corrado, il protagonista, è, infatti, un intellettuale che, nel vivo della lotta, sceglie di rifugiarsi in una sua casa in collina e di ascoltare da quel rifugio i colpi di quella lotta. Corrado non fugge e non cerca di affossare la lotta partigiana: egli interiormente vive la lotta, si pone domande, cerca di capoire le ragioni di quello che sta succedendo. Soltanto decide di non prendere il fucile: un intellettuale tormentato, come lo era Cesare Pavese.

  • User Icon

    OskarSchell

    07/05/2009 10:18:18

    Carino!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Cesare Pavese Cover

    Studia a Torino dove si laurea con una tesi su Walter Withman. Sin dagli anni Venti legge i maggiori autori americani e inizia a tradurre le loro opere. Fra il 1935 e il 1936, per i suoi rapporti con i militanti del gruppo Giustizia e Libertà viene arrestato, processato e inviato al confino a Brancaleone Calabro. Tornato a Torino inizia a collaborare con la casa editrice Einaudi nel 1934 per la realizzazione della rivista «La Cultura», che dirige a partire dal terzo numero. Nel 1945-46 dirige la sede romana della medesima casa editrice. Ha svolto un ruolo fondamentale nel passaggio tra la cultura degli anni Trenta e la nuova cultura democratica del dopoguerra. Dopo la Liberazione, si iscriv al partito Comunista. Seguono anni di lavoro molto intenso, in cui pubblica le sue... Approfondisci
Note legali