Editore: Alter Ego
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 31 agosto 2015
Pagine: 166 p., Brossura
  • EAN: 9788898045792
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Nel 1872, Sarah Briggs si trova a bordo della Mary Celeste, nave di proprietà del marito, salpata dagli Stati Uniti e diretta verso il porto di Genova. Accompagnata dal consorte e dalla figlioletta, Sarah, donna pia e devota, racconta in prima persona i lunghi giorni di navigazione in mezzo all'oceano, costretta a sopportare la convivenza con marinai sporchi e volgari. La tranquillità del viaggio viene presto interrotta dal manifestarsi di eventi inspiegabili: cosa rappresenta la luce accecante che puntualmente avvolge la nave? E perché, ad ogni apparizione, un nuovo membro dell'equipaggio scompare letteralmente nel nulla? Celeste 1872 è un lungo viaggio verso Genova, ma anche il lungo viaggio dentro al cuore di una donna. Un romanzo introspettivo attraverso cui l'autore esplora l'anima femminile con delicatezza, alternando tempeste a momenti di bonaccia, raccontando così la vicenda della Mary Celeste, che può essere considerata a tutti gli effetti la prima nave fantasma della storia.

€ 9,75

€ 13,00

Risparmi € 3,25 (25%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giuliana Guzzon

    12/08/2015 15:34:36

    Un racconto che sin dalle prime righe si presenta unico. La scelta della voce in prima persona crea un'atmosfera ancora più incisiva, da tragedia shakespeariana, con un effetto drammaturgico della vicenda che lega tutti gli elementi che la compongono. Ivano Mingotti usa la scrittura come mezzo capace di riportare ognuno di noi dentro se stessi, nel processo subito dalla protagonista col trascorrere delle ore e giorni sulla nave Mary Celeste, in viaggio verso Genova. Prevale una forza figurativa determinata dall'espressione linguistica che mette a luce gli atteggiamenti più incerti, pieni di ansie, di dubbi e legati a una profonda fede: martellante e ricorrente in ogni sua voce. Come l'oceano si perde e fonde con l'orizzonte, così Sarah Briggs moglie, madre e donna devota s'inoltra nella propria coscienza scoprendo emozioni forti scaturite dalle circostanze. A bordo della nave, si svolge l'intero scenario, che diviene luogo tumultuoso, dove la protagonista cerca di trovare un proprio centro significante, ordinatore nel caotico insieme di segni e valori propri che il flusso del mare in tempesta e fenomeni estranei cercano di scompigliare. Sarah Briggs, strettamente legata e aggrappata alla sua creatura, la piccola figlia Sophia Matilda Briggs, oscilla tra i dubbi più dolorosi. La piccola, sfuma i colori, attenua e fonde le visioni della madre, che lascia in piena luce un Dio creatore e in piena oscurità il demone con le sue tentazioni. Una figura che non si identifica solo con la virtù o della cura emotiva di sé. L'abilità di Mingotti mette allo scoperto «nervi» sensibili nell'animo del lettore. Impossibile desimersi dalle sensazioni forti. Concludo dicendo che il linguaggio che contraddistingue questo scritto è lo strumento intimamente connesso a uno stile che travalica le convenzioni contemporanee. Una lettura un po' lenta iniziale che concede spazio e riflessione al dramma; per poi volare come un velo nel vento verso il finale. Giuliana Guzzon

  • User Icon

    Martina Volonté

    10/08/2015 22:27:37

    Ivano non smette mai di sorprendere, questa volta si è avventurato in acque profonde, scavando intorno al mistero di una nave fantasma, di cui non sapevo assolutamente nulla. Una piacevole sorpresa, dunque, ma non solo per la storia. Il romanzo non solo indaga il mistero della Mary Celeste, ma sonda oceani di parole, di conflitti, di lacrime, di speranze, di idee, di umori. Sonda l'animo di una donna. Come non sentirsi subito trascinati dentro la vita di Sarah? Come non venir risucchiati nel suo mondo? Come non condividere con lei paure, ansie e timori? Una donna piena di amore, tanto quanto di incertezza. Sullo sfondo la vita a bordo, tra tempeste e calma piatta. Fino alla tragedia. Una madre, una moglie, una devota, una coraggiosa creatura, questa è Sarah. Piena di contraddizioni, nel suo incessante dialogo con Dio. La scrittura di Ivano è pulita, lineare e impeccabile, si legge in modo estremamente scorrevole ed è difficile abbandonare la lettura. In un certo senso la scrittura evolve con Sarah, insieme alle sue paure. Prima calma e piatta, poi burrascosa e precipitosa. In conclusione: ottimo connubio tra storia e introspezione. Consigliato!

Scrivi una recensione