Categorie

John Green

Traduttore: L. Celi
Editore: Rizzoli
Collana: Vintage
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 394 p., Brossura
  • EAN: 9788817088114

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sara

    06/06/2016 22.14.22

    Forse gli young adult nn sono letture adatte a me. Anche in questo caso, nonostante john green scriva in modo scorrevole e piacevole, sono arrivata alla fine senza aver provato particolari emozioni. Il personaggio di Alaska nn mi e' piaciuto un granche' , nonostante la sofferenza personale, non mi ha suscitato particolare empatia. Meglio gli altri personaggi, in primis il colonnello. Tutto il pippone finale sul grande forse nn l ho capito un granche', ma forse ho passato da un decennio il periodo delle grosse tribulazioni adolescenziali. Contenta di averlo letto, ma diciamo che nn lo rileggerei e nn lo consiglierei a un lettore adulto.

  • User Icon

    nick

    13/04/2015 16.09.15

    la cosa fighissima di questo libro è il fatto che mentre leggi vieni letteralmente trasportato nel campus del liceo dove è ambientata la storia e vivi con miles e gli altri le loro sensazioni (dall' innamorarsi alla paura di essere sgamati dopo uno scherzo, dall' eccitazione tipica di noi teenagers alla paura del futuro). per il resto... boh. una storia a libera interpretazione forse...

  • User Icon

    Giovanna

    23/03/2015 17.30.55

    Del resto,come gli altri libri di Green non è nulla di così bello. Mi aspettavo di meglio e di più. Nulla di che.

  • User Icon

    lordaslan

    30/01/2015 17.12.03

    Recensione difficile. Alla fine ho alzato l'asticella portando il voto a 3 su 5. Tolgo un punto perché i protagonisti sono un copia incolla di quelli già letti in "città di carta", o viceversa. E tolgo un punto perché, personalmente, non amo i libri, i film e le serie tv troppo tragiche. Avessi saputo cosa succedeva prima, forse non avrei letto. Per dare un giudizio a questo libro bisogna chiedersi cosa si cerca in un libro. Se si cerca una mera divagazione che ci tenga impegnati per far passare il tempo libero, allora merita un 5 su 5, perché quando lo inizi poi non smetti di leggerlo. I libri di Green sono così. Ti tengono incollato fino alla fine promettendoti un finale a sorpresa e ti rendono dipendente. Ma alla fine è inutile nascondersi: il colpo di scena non arriva, è tutto scontato o rimane irrisolto. Se, invece, si legge un libro nella speranza che ci sia un messaggio da imparare e portarsi dietro, allora il voto scende a 3 su 5, perché questo libro, più che risposte, fornisce solo domande. Adesso leggerò anche teorema catrine e poi basta con sto Green. Mi ha decisamente stancato.

  • User Icon

    Valentina.

    30/01/2015 12.06.38

    Lo scrittore cerca di dare messaggi profondi usando però un linguaggio superficiale e una storia pallosa. La prima parte la si legge solo perché la scrittura é scorrevole, leggera, quasi per ragazzini e non ci sono avvenimenti importanti. Nella seconda parte c'è una ripresa del libro con un colpo di scena che però dura poco perché poi la storia torna su una questione che neanche nel finale si ha la vera risposta, solo giri di parole che sembrano quasi vuoti.

  • User Icon

    Sofia

    15/11/2014 23.16.28

    Non il libro migliore di Green, ma comunque una bella storia, scorrevole, gradevole, e soprattutto non pesante. Tratta di un argomento importante e anche parecchio attuale. Fino alla fine non si sa se la morte di Alaska sia stata voluta o meno, ma forse, se si fa attenzione alla lettura, la risposta che "Ciccio" non riesce a darsi, noi la conosciamo.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione