La chiave di tutto

Gino Vignali

Editore: Solferino
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 3 maggio 2018
Pagine: 238 p., Rilegato
  • EAN: 9788828200017
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64
Descrizione

Un senzatetto, un nero, una spogliarellista: una catena di delitti sinistramente logica. Sembra proprio che il killer che nel giro di poche ore ha disseminato Rimini di cadaveri abbia in mente di «fare pulizia». Ma il vice questore Costanza Confalonieri Bonnet, l'investigatrice più bella mai apparsa in una Questura (calendari compresi), non è convinta, la pista ideologica secondo lei non è quella giusta. Altrimenti perché Vagano, misterioso barbone dal sapore felliniano, si sarebbe preso la briga di ingoiare una chiave prima di morire? Quella, di certo, è la chiave di tutto. Ma cosa apre? Affiancata dalla sua squadra di fedelissimi - l'ispettore latinista Orlando Appicciafuoco, l'assai meno intellettuale vice sovrintendente Emerson Leichen Palmer Balducci e la nerd Cecilia Cortellesi, agente scelto - Costanza indaga, nel panorama un po' magico e un po' inquietante della riviera romagnola d'inverno.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    massimo r.

    18/09/2018 12:49:37

    Questo poliziesco in sé non è male, ma la eccessiva caratterizzazione dei personaggi - che finiscono tutti sopra le righe - e la ricerca spasmodica della battuta - inevitabilmente a volte molto fiacca - lo rendono un po’ indigesto. Poi ti ricordi chi lo ha scritto e capisci...

  • User Icon

    Gi

    05/09/2018 18:54:57

    Non conoscevo l'autore. Acquistando on-line, come al solito mi sono fatto irretire dalla pubblicità. In questo caso pubblicità dell'editore; e cosa avrebbe dovuto dire l'oste, non comprate il mio vino che non è buono?! Ovviamente il gonzo sono stato io. Libro a due facce. Una che avrebbe dovuto essere poliziesca; giudizio: no comment! L'altra comica; beh, negli anni cinquanta in un avanspettacolo in un teatrino di un paesino di campagna, forse non avrebbero tirato i pomodori. Ma per risparmiare i pomodori. Battute scontate perfino tra i ragazzini delle elementari. Peccato che il "libro" venga venduto a 16 Euro.

  • User Icon

    birillo

    20/08/2018 21:31:43

    Ben scritto, divertente, coinvolgente si legge tutto d'un fiato ed a differenza di tanti che partono bene e poi finiscono a caso senza capirci nulla, qui c'è una bella sorpresa.

  • User Icon

    RossaMina

    15/06/2018 08:24:17

    La ricerca della battuta ad ogni costo, ad ogni riga, un po’ troppo forzata, almeno all'inizio. Poi, fatta l'abitudine al continuo ripetersi di nomi ricercati e pomposi, scorre in modo simpatico.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione