Collana: Lettere
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 1 gennaio 2011
Pagine: 255 p., Brossura
  • EAN: 9788874186570
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Descrizione
"Sei stata un'onda partita da molto lontano che si avvicinava sempre più a riva, verso me. Eri lì in perenne e costante movimento; un.onda che cresceva attimo dopo attimo, giorno dopo giorno. Ti sei autoalimentata nel tuo mare per abbatterti con dolcezza su di me. Mi sono sentito invaso da Te e da tutte le energie che hai saputo trasmettermi. mi sono abbandonato con tutto me stesso nel Tuo dolcissimo mare. Quando mi sono ripreso da questo delizioso e dolce abbandono, il mondo intorno a me, grazie a Te, stava cambiando. Era come se vedessi le stesse cose con occhi nuovi e ben diversi dai precedenti; sono sparite le ombre tetre e le tristi incertezze che avevo dentro. Dopo il Tuo passaggio, il mio paesaggio è stato positivamente e meravigliosamente stravolto... hai saputo lasciare solo gli spazi per le emozioni e per l'amore spazzando via le tristezze."

€ 6,48

€ 12,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberta Tofanacchio

    26/10/2014 16:32:24

    Il cielo capovolto e'una storia d'amore dall' inizio alla fine. Una storia che, nonostante il "Suonatore" cerchi di interrompere con le sue note tristi,vince su tutto e tutti.Prima l'amore di un padre sempre vivo nel ricordo di Francesco,poi quello per il meraviglioso luogo di mare dove risvegliarsi a nuova vita...Infine. l'amore per Stella,limpido come l'azzurro del cielo e improvviso come le onde del mare,che riesce finalmente a far vibrare troppo forte le corde di quello strumento (violino,violoncello o arpa?)del "Suonatore"fino a spezzarle e ad affondarle nell'immenso mare de "Il cielo capovolto".In una parola,un libro imperdibile...Grazie Stefano, per avermi regalato,ancora una volta, le "note"della tua poesia...

  • User Icon

    Luisa

    19/07/2013 00:26:11

    Questo libro mi ha trasmesso "suspence". E' bello vivere più che descrivere ma è bello conoscere piuttosto che chiudersi in sé stessi e imparare sempre dagli altri. Che libro intenso di emozioni che si provano ogni giorno nel corso della vita. A volte penso che il cielo che vedo ogni giorno così azzurro sia il riflesso del mare, del Paradiso che gustiamo qui in terra. Oggi sono in lettura nel mio giardino, ricco di sorridenti margherite che insieme al vento ondeggiano per trasmettermi un messaggio. Ci sono anche fiori viola di campo, spontanei come piace essere a me come persona. Non ho mai vissuto una partita di calcio, nel corso del primo e del secondo tempo in modo così intenso, ma pensando alla vita quotidiana di ogni persona è così che la vita è se si è attenti a ciò che si vive. L'Amore tra Stella e Francesco, carino ma niente di eccezionale ( dico questo perché io ho sempre cercato un assoluto nella vita, una serenità che si raggiunge nella semplicità, nell'amicizia alla quale io tengo molto): penso sia la storia d'amore vissuta dal protagonista di questo libro che vede nell'Amore il fulcro della Vita che vive. Mi piace l'autore quando a pag 156 dice che Stella vede in Francesco una persona comprensiva e discreta. Mi distendono le pagine che descrivono l'amore e l'affetto che Francesco dimostra a Stella con la lettera, un abbraccio e uno o due baci. Non amo molto leggere le parti più prolisse e private ma nel rispetto dello scrittore dico che il romanzo è una storia vera, vissuta dal protagonista, di nome Francesco, come il Papa odierno.

  • User Icon

    Martina

    27/06/2013 21:06:28

    ...qui scroscia un temporale estivo, come quelli che immagino abbiano vissuto Stella e Francesco, protagonisti di questo stupendo romanzo. Una storia fresca, ma al contempo portatrice di valori umani profondi ed importanti: amicizia, amore filiale, senso di appartenenza. Grida di dolore e voglia di riscatto s'intrecciano con maestria, lasciando il lettore con il fiato sospeso fino al colpo di scena finale. Insomma...un romanzo da divorare e assaporare, adatto alle età più svariate! Complimenti all'autore :)

  • User Icon

    Angela

    17/05/2012 14:28:32

    Con estremo piacere, mi sono trovata davanti ad un libro che è stata una grande scoperta. Anzittutto, un romanzo commovente e sincero. Secondariamente, un romanzo intelligente, ricco di citazioni interessanti, curate e, permettetemi di dirlo, inserite al punto giusto. Spendo volentieri anche qualche parola sulla costruzione dei personaggi che è stata pregevole: Mario, il padre attento; Francesco, il figlio rispettoso; Andrea, il tuttologo con le sue acute massime sulla vita e Stella, la donna innamorata. I personaggi della grande storia ci sono tutti e ognuno è trattato con dovizia di particolari. In questa narrazione, di grande importanza sono le citazioni musicali dell'autore che dimostra grande conoscenza della materia presentandoci meravigliosi estratti di due grandi autori della musica italiana quali Vecchioni e Fossati: queste citazioni non solo arricchiscono il romanzo, ma ci aiutano ad entrare nel vivo della narrazione essendo proprio poste a dovere. una storia fluida, commovente, piena di risvolti e ben scritta: gli ingredienti giusti per passare una serata in compagnia di un buon libro.

  • User Icon

    Roberta

    28/09/2011 14:40:40

    Una mirifica visione e metafora di un cielo capovolto sovrasta il rapporto tra Mario e Francesco, padre e figlio. La morte improvvisa del padre sconvolge l'esistenza di Francesco, ventiquattrenne, brillante studente ed abile giocatore di calcio nel paese in cui ha sempre vissuto. Il caso lo porta a lavorare in un villaggio turistico che rovescia totalmente e positivamente la sua flebile condizione. Il legame dei due e tutte le plurimi curiose vicende sono riportati dall'autore in maniera semplice, diretta, corretta e, soprattutto, toccante. Si percorre una prosa con tratti leggeri ma ricercati, condita di molteplici e variopinti cambi di timbri e tonalità. Oggi, non è certo facile trovare romanzi che si concentrino tanto sull'analisi umana e sullo svisceramento dei sentimenti; probabilmente, siamo troppo assuefatti anche di storie e vicende, da voler sempre essere stupiti. Stefano Carnicelli, invece, ci dimostra che basterebbe l'amore familiare (ed i piccoli gesti che lo fanno percepire ed apprezzare) e la sensibilità alle arti a salvare il mondo. Il romanzo funziona ed è, per altro, quasi impossibile restare inermi ed impassibili dinanzi all'immagine di questa grande metafora del Cielo, che guida tutto il narrarsi. Per di più, non si può restare imperturbabili, se cullati dalle note poetiche, che emergono dalla lettura dei brani che l'autore riporta; ed è quello che, in parte, sostiene anche il Premio Campiello 2005 Pino Roveredo nella prefazione.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione