Categorie
Traduttore: A. Raffo
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2010
Pagine: 310 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804603160

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    giorgio g

    21/05/2011 17.33.43

    Era da parecchio che non mi succedeva di leggere ininterrottamente per diverse ore, tanto ero preso dalla vicenda del libro. Era bastato un ordine presidenziale (del Presidente degli Stati Uniti, per intenderci) per mettere a disposizione del Cobra un potere praticamente assoluto, risorse quasi illimitate, l'obbedienza "pronta, cieca e assoluta" delle Polizie e delle Forze Armate di mezzo mondo, la tecnologia più sofisticata e avveniristica, gli uomini più scelti (anche i Navy Seals destinati poi ad uccidere Osama Bin Laden!). Il tutto per combattere la più potente organizzazione criminale al mondo, quella che produce, distribuisce e smercia la cocaina. Questo fa comprendere che in ciò che si racconta si nasconde un bel po' di inverosimiglianza, ma tant'è: la storia scorre ed affascina, avviandosi (troppo presto!) verso un finale a sensazione, che naturalmente non svelerò. Leggete il libro e lo conoscerete!

  • User Icon

    Tixter

    03/01/2011 15.50.38

    Concordo senza dubbio con chi afferma che, per chi vuole iniziare a conoscere le opere di Forsyth, non sia questo il romanzo con cui cominciare. Il grande Freddy ha indubbiamente scritto di meglio, tuttavia mi sento di promuovere con larga sufficienza anche quest'opera. Diciamo che stavolta prevale nettamente il reporter sul romanziere, abbiamo così un racconto quasi per intero senza dialoghi (il che lo rende un pò ostico) ma molto ben scritto, ottimamente approfondito, avvincente e di sicuro interesse. Il nostro, stavolta, non crea personaggi di spessore, nè frangenti indimenticabili, insomma la 'storia della letteratura' Forsyth l'ha fatta con altre pietre miliari. Ma non definirei 'Il Cobra' un passo falso: è, ad ogni modo, un'ottima lettura, un eccellente reportage che fa riflettere.

  • User Icon

    Giovanni Riposati

    17/12/2010 10.53.53

    Più che un libro sembra un saggio sulla lotta ai narcotrafficanti , anche se lo stile narrativo di Forsyth è inimitabile . Ma nessuno si è accorto che ha copiato la trama da Tom Clancy : Sotto il sengo del pericolo ?

  • User Icon

    wehrkelt

    27/11/2010 19.27.41

    Siamo lontanissimi dal miglior Forsyth, ma visto il panorama generale non è da gettar via. Più che un thriller, un reportage sul traffico di droga e sulla sua spaventosa incidenza nell'economia mondiale. Insomma, il romanziede delude, il reporter no.

  • User Icon

    vladimir

    18/10/2010 21.22.27

    Scorrevole. storia non maale.

  • User Icon

    Massimiliano

    14/10/2010 14.07.19

    Già dopo le prime 10 pagine si capisce che il libro si trascinerà senza infamia e senza lode alla fine; se non conoscessimo l'autore, un libro da smettere di leggere prima della metà poichè non appassiona ne la storia ne come è scritto.

  • User Icon

    marcello

    08/10/2010 08.13.07

    Che delusione! Lento e molto ripetitivo. Ti intriga perchè non puoi farne ammeno ma poi torni sempre nella solita spirale narrativa senza tanta curiosità a proseguire. Finale un pò voluto un pò inevitabile. Passiamo oltre!

  • User Icon

    Antonio

    27/09/2010 20.07.24

    Sicuramente la peggiore opera di Forsyth. Non tanto per l'inverosimiglianza della storia (chi legge questi libri deve essere pronto a tutto), ma per come è strutturato il romanzo. Dialoghi al minimo, interminabili spiegazioni tecniche , insomma sembra più il riassunto di un romanzo più lungo.

  • User Icon

    giangiu

    19/09/2010 20.06.18

    Non sono d'accordo con i commenti precedenti. A me è piaciuto anche se non è sicuramente da paragonare ai suoi primi libri. Il buon Frederick ha affrontato un problema attuale e con la sua storia romanzata, ha trovato la soluzione evidenziando una scietà malata di avidità e potere. Il ritmo del romanzo è effettivamente un pò lento ma ricco come sempre di dettagli tecnici. Il finale è ciò che non ti aspetti. Consigliato per gli amanti del genere. Ciao a tutti.

  • User Icon

    marco

    18/09/2010 09.22.00

    Bellissima opera di Forsyth. L'estrema precisione dei dettagli e lo sviluppo narrativo incalzante ne fanno un grande thriller. Senza dubbio un caposaldo sulla tematica del narcotraffico internazionale

  • User Icon

    maurizio

    10/09/2010 07.24.31

    Effettivamente se fosse stato un Segretissimo (con tutto il rispetto, visto che nella collana escono ottimi romanzi d'azione venduti al prezzo di uno spuntino) sarebbe stato un buon libro. Leggere questa ultima "fatica" di Forsith è proprio una fatica con una trama lenta e che non decolla (per altro già è balzana l'idea della "guerra" alla sola cocaina, mentre tutti gli altri spacciatori sono "liberi" di commerciare ..). Aggiungetevi l'impressione che si tratta di un racconto stiracchiato a romanzo e venduto a prezzo pieno. Insomma, se non avete mai letto niente del nostro, non cominciate da qui (o, difficilmente, vi verrà voglia di leggere altri e ben più interessanti lavori). Se siete suoi inveterati lettori accontentatevi di quanto passa il convento (in memoria dei bei tempi andati)

  • User Icon

    Massimo

    07/09/2010 22.15.04

    Mah. Purtroppo anche Forsyth si è perso per strada. Dopo Il Pugno di Dio (ultimo "bel romanzo" del Nostro) sono usciti alcuni "romanzi brevi" dilatati a formato pieno per motivi editoriali (il nome di per sè vale svariati milioni di vendite ... ma insomma ..) che hanno lasciato almeno "perplessi" i fan di sempre. Anche qui abbiamo un barlume di idea (già a suo tempo resa in maniera assai migliore da Tom Clancy - quello vero, non quello dei romanzi d'appendice che escono oggi ..) della guerra "senza tregua" ai cartelli della droga. Ne esce una storia fiacca e alquanto sconclusionata, resa ancora piu' grottesca dal finale "a sorpresa". Diciamo che se siete degli inguaribili estimatori del Nostro si può correre in libreria (e ve lo dice chi ha letto l'edizione originale nel giorno in cui è stata commercializzata ..). Altrimenti aspettate l'edizione economica (o fatevelo prestare ..)

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione