Il codice della pistola (DVD)

The Man from Galveston

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Man from Galveston
Paese: Stati Uniti
Anno: 1963
Supporto: DVD
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 12,88 €)

Il giovane avvocato Timothy Higgins difende una ex f. Durante l'istruttoria avviene un omicidio derivante dalla minaccia di un ricattatore a rivelare il suo passato oscuro. Durante il processo avviene un secondo omicidio, e stavolta è accusato il marito dell'imputata, ma il giovane avvocato saprà far luce su entrambi i delitti.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2017
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 57 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital Professional 2.0.ac3);Inglese (Dolby Digital Professional 2.0.ac3)
  • Formato Schermo: 4:3 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: Accesso diretto alle scene - Contenuti Extra
  • Jeffrey Hunter Cover

    "Nome d'arte di Henry Herman McKinnies jr., attore statunitense. Sotto contratto alla Fox nel 1951, a spasso tra vari generi, si rivela più credibile in western originali (Tre ragazzi del Texas, 1954, di H. Levin; La grande sfida, 1956, di R.D. Webb), che gli servono come palestra per il passaggio alla Warner. Qui affianca J. Wayne nel più estremo dei suoi ruoli (Sentieri selvaggi, 1956) e, sempre per Ford, affronta poi un western problematico su temi razziali (I dannati e gli eroi, 1960), passando per un'opera «irlandese» (L'ultimo urrà, 1958) dello stesso regista e per il western atipico La vera storia di Jess il bandito (1957) di N. Ray, che lo consacra nel ruolo di un Gesù Cristo (Il re dei re, 1961) mai così biondo e ceruleo." Approfondisci
  • Preston Foster Cover

    "Attore statunitense. Presenza costante nel cinema americano degli anni '30 e '40, incarna spesso lo he-man (uomo vero) nei numerosi film che interpreta al fianco delle dive dell'epoca, come B. Stanwyck (La dominatrice, 1935, di G. Stevens; L'aratro e le stelle, 1936, di J. Ford), C. Lombard (La bisbetica innamorata, 1936, di W. Lang), D. Lamour (Notti birmane, 1940, di L. King). Efficace nei vari generi, dall'avventura (Giubbe rosse, 1940, di C.B. DeMille) al film di guerra (Guadalcanal, 1943, di L. Seiler) dal musical (Le ragazze di Harvey, 1946, di G. Sidney) al western (Ho ucciso Jesse il bandito, 1949, primo film di S. Fuller), lo si ricorda soprattutto nel ruolo dell'ambiguo Timothy Foster di Il quarto uomo (1952) di P. Karlson. La sua ultima interpretazione, La tigre in corpo di A.M.... Approfondisci
  • James Coburn Cover

    Attore statunitense. Sceglie di fare l'attore dopo il college e tenta la via della tv, recitando in una serie western che gli vale un'apparizione in L'albero della vendetta (1959) di B. Boetticher e una piccola parte in I magnifici sette (1960) di J. Sturges, dove incarna un personaggio cinico-scettico con evidenti sfumature romantiche, ripreso anni dopo sotto la direzione di S. Leone in Giù la testa (1971), ma già configurato in Sierra Charriba (1965) di S. Peckinpah. Ottiene la sua prima parte di protagonista con Il nostro agente Flint (1966) di D. Mann, rivelando anche una tonalità satirico-umoristica in film come Alle donne piace ladro di B. Girard e Papà, ma che cosa hai fatto in guerra? di B. Edwards, ambedue del 1966. Torna a calarsi in personaggi dal profilo problematico, come in Uno... Approfondisci
Note legali