Il Codice Moncada

Salvatore Paci

Editore: Lussografica
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 2 dicembre 2011
  • EAN: 9788882432928
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,25

€ 15,00

Risparmi € 0,75 (5%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stefano ciapetti

    05/04/2015 21:32:22

    Un testo veramente avvincente, pieno di riferimenti storici. Si vede che l'autore ama molto e conosce molto bene la propria città. Lo consiglio a tutti!

  • User Icon

    Marietta

    05/01/2015 09:13:25

    Semplicemente fantastico! Ho tanto gradito sia i personaggi che le ambientazioni. Assolutamente da leggere

  • User Icon

    Roberto

    29/12/2014 14:36:54

    libro molto bello,appassionante e sorprendente, la suspense ti costringe a leggerlo tutto di un fiato, Impossibile staccarsi dalla trama grazie ai colpi di scena che si susseguono?. Che dire, lo stra-consiglio :)

  • User Icon

    sara

    29/12/2014 09:33:29

    Questo romanzo mi ha fatto vivere un sogno. Ho ancora Gasparino davanti gli occhi, l'anziano orologiaio, le strade antiche di quella città, la biblioteca sotterranea dei Gesuiti. Troppo bello! Davvero affascinante. Scritto davvero bene e, soprattutto, con il cuore. Devo ammettere che mi sono sentita presa di peso e trasportata indietro nel tempo. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Margherita

    09/09/2013 13:38:37

    Il succo del libro è rappresentato da una parte storica legata alla Sicilia del 1860 e una parte ancora più affascinante che tocca maggiormente i sentimenti del lettore. È la narrazione degli incontri tra il vecchio Nonò e il piccolo Gasparino ad avermi ammaliata. La contrapposizione tra la saggezza degli anziani e il mistero di questo ragazzino che "forse non è ciò che sembra all'inizio della storia". Il romanzo, oltre a divertire il lettore dà un messaggio di rispetto per la natura e per se stessi che, dopo la chiusura del libro, rimane impresso nella mente e non va più via. Bellissimo!

  • User Icon

    Adriano

    08/03/2013 17:29:32

    Storia intrisa di mistero ed esistenzialismo; la trama intriga e scorre senza impiccio e mantiene alto il velo di mistero e a tratti di suspence che rende fascinosa l'intera storia. Finale non dei migliori in assoluto, ma d'effetto. Non metto il 5 perché manca del pepe e qualche mega intrigo da rimanere stupefatti, ma nel complesso il 4 è di tutto rispsetto.

  • User Icon

    Giulia La Mendola

    02/10/2012 01:49:15

    Il primo libro che ho letto di Salvatore Paci mi è stato regalato da una mia amica, che mi ha dato la possibilità di conoscere questo grande scrittore conterraneo.Successivamente ho acquistato "Il codice Moncada":un viaggio tra storia e fantasia,tra il passato ed il presente che riesce a coinvolgere il lettore e a trascinarlo talmente tanto da percepire le stesse sensazioni ed emozioni del protagonista. La cosa che mi ha molto intrigato è stata la Caltanissetta misteriosa, il lato ancora sconosciuto della nostra città descritto nei minimi dettagli.Non voglio svelare altro,posso solamente dire che chi inizia a leggerlo non vede l'ora di sfogliare la pagina successiva.

  • User Icon

    Pietro Spataro

    02/08/2012 13:51:15

    Come al solito Paci non delude le aspettative. Un libro stupendo che ho letto nell'arco di 2 settimane.Avvincente nella trama, misterioso nei contenuti. Ricco di colpi di scena inaspettati, Il Codice Moncada si piazza nelle vendite in Sicilia come uno dei libri più venduti e vi assicuro che ne vale la pena leggerlo! Una novità di questo libro è il connubio tra varie epoche diverse (sempre ambientate a Caltanissetta) , il libro è ricco anche di sentimento.. sentimento che puo nascere tra un anziano signore( Zio Nonò) e un giovane, sentimento d'amore tra Antonio e la moglie, sentimento di attrazione/amore tra il commissario e "Patrizia" sentimento di rancore tra padre e figlio (nutrito da Sileno) .. e tutto ciò in un contesto misterioso ,avvincente.Interessante la figura di Antonio la Mattina( anche se per me è un pò troppo esagerata la sua descrizione da eroe in ogni circostanza, unica cosa che rimprovero al libro o meglio allo scrittore) Al di là di ciò è un libro che di sicuro vi lascerà senza fiato e che fa venire la voglia di andare sempre più avanti. Alla fine del libro ho letto una nota dell'autore che ho trovato più che interessante relativa a delle scoperte fatte durante i lavori della Piazza.. di cui sconoscevo l'esistenza. Anche in questo libro , come nel primo ( biglietto di a/r) nel lettore resta, tra le altre cose, anche la curiosità di sapere se sotto Caltanissetta ci siano davvero cunicoli, cripte e quant'altro... quel filo di mistero che basta per chiedersi, in un pomeriggio di traffico,all'interno della propria auto, passando per la Piazza , se davvero esistono tutti questi misteri che avvolgono Caltanissetta ... MI basta anche solo questo per aspettare con ansia un prossimo libro firmato Salvatore Paci ambientato a Caltanissetta... Consigliatissimo

  • User Icon

    Fulvia La Mattina

    28/06/2012 11:11:54

    Fascino, brivido e mistero: questi i tre elementi che si intersecano nell'ultimo libro della trilogia su Antonio La Mattina ambientata a Caltanissetta. L'alternarsi tra passato e presente ha reso ancora più interessante la mia lettura e, a mio avviso, la storia, la ricerca di un libro scritto alla fine dell'800, il Codice Moncada appunto. Il carattere storico del thriller, inoltre, coinvolge maggiormente il lettore interessato alle vicende passate della città. Adesso sono pronta per LEGAMI!

  • User Icon

    Antonio Scordino

    11/06/2012 23:10:44

    Non avevo mai letto Salvatore Paci. Mi è stato consigliato e devo essere grato a chi l'ha fatto. Lo scorrere veloce degli eventi, tra passato e presente, la descrizione dettagliata dei luoghi in cui si svolge la vicenda, un linguaggio semplice ed il mistero che accompagna la lettura, fanno di questa storia un romanzo affascinante che riesce a coinvolgere il lettore dalla prima all'ultima pagina senza tregua. Un libro che NON può mancare a chi ama veramente la buona lettura, per cui lo consiglio vivamente e....ringrazio l'AUTORE.

  • User Icon

    Roberta Marchese

    01/06/2012 13:15:50

    Ho letto questo libro tutto in un fiato! Trovo che il rapporto tra presente e passato, misterioso e reale, suspance e sentimento è così talmente stretto che riesce a far immedesimare il lettore in ogni vicenda descritta. Un romanzo che permette, ai più attenti, di scoprire se stessi e la propria natura

  • User Icon

    alberto bucchieri

    28/04/2012 10:40:02

    Con "Il Codice Moncada" Salvatore Paci chiude la trilogia di Antonio La Mattina, il detective "uno di noi" che questa volta si ritrova alle prese col mistero e la ricerca di un libro scritto alla fine dell'800, il Codice Moncada appunto. Il passato si interseca mirabilmente col presente, creando un intreccio che porta il lettore a scorrere le pagine di storia legate ai padri Gesuiti, che, espulsi dalla Sicilia da Garibaldi nel 1860 sembra portarono con loro i libri più preziosi. E ancora a ripercorrere quelle legate al duca Francesco Moncada. La storia diventa legenda, fantasia, nella narrazione del legame affettivo del vecchio Nonò e del piccolo Gasparino, dai cui il libro prende corpo, snodandosi poi attraverso la figura portante di Filippo Mistretta, alias Sileno. Esaltato fanatico religioso, è una figura che cammina da sola, mentre gli altri personaggi si muovono in coppia: Antonio La Mattina e la sagace moglie Roberta, anche questa volta indomita tra i cunicoli nisseni, Padre Celestino col gemello Giacomo Mistretta, Luca il commissario e Patrizia la soprintendente. Non sono vicende alla Tom Cruise ma storie di tutti i giorni che, da una scintilla che scocca, si trasformano in incendio. Attenzione gente comune, potrebbe capitare a ognuno di noi. Prepariamo le torce!

  • User Icon

    marina tulumello

    13/04/2012 18:09:04

    Dopo aver letto il libro di "Paci", Caltanissetta mi sembra più interessante. Passo quotidianamente nei luoghi descritti e, alcune cose che non avevo mai notato adesso le vedo. La storia è interessante e affascinante. Bel personaggio Antonio La Mattina, con una bella testa pensante! Interessante la trama: tra il triller e lo storico; non si vede l'ora di vedere come va a finire!!! Ah, dimenticavo, anch'io, come l'autore, penso che la biblioteca sotterranea esista veramente.

  • User Icon

    Giovanna Piscopo

    20/03/2012 12:11:55

    Ritorno alle origini. Dopo il "cinematografico" ma bello "2012" Paci è tornato al ritmo più romantico di "Biglietto di andata e ritorno" con l'aggiunta azzeccatissima del magico Gasparino. Nelle prime pagine, il lettore viene trascinato ora nel passato ora nel presente ma ci si abitua subito a questi viaggi nel tempo. Il risultato finale è un romanzo che non dimenticherò facilmente.

  • User Icon

    Giacomo Lentini

    19/03/2012 21:43:00

    Il taglio della scrittura, rispetto a La collezionista è diverso. Là, la psiche. Qui il fascino. Ammaliante la parte antica e trascinante la parte moderna. Ottimo "il vestito" confezionato a ogni personaggio. Finale bello, originale e intenso.

  • User Icon

    max

    19/03/2012 10:08:59

    Chi scrive aveva apprezzato "Biglietto di a/r" e ricordo ancora cosa non mi piacque: il personaggio femminile! Troppo sciatta e inutile, di una deficienza unica e sola. Dopo anni noto con stupore che tutto è rimasto uguale a prima con l'aggiunta della pietosità del Codice Moncada. Ovvero come scimmiottare Dan Brown e Glenn Cooper. Ma dico come si fa a pubblicare un clone di un clone di un clone di un clone del Codice Da Vinci? Pure brutto poi! Anche un bambino noterebbe il parallelo tra i due romanzi. Chi è sto Silas/Silente/tal dei tali? Oddio pure i nomi sono stati storpiati da Dan Brown. C'è un motivo se tra prendi e lascia c'ho messo 4 mesi a finire sta roba. Dai Totò potevi sforzarti di più diamine, chi è il tuo agente Schettino? Di mistero qui c'è davvero poco, ad esempio perchè tutta sta storia sui fratelli gemelli? Perchè sta noia della moglie di La Mattina? L'archeologa, il commissario, lo chef e il giullare di corte...Davvero deludente. Finale da "il budget è finito e devo chiudere il libro" non rende giustizia alla trama. Mancava solo l'alieno nei cunicoli della città e i viaggi nel tempo nella Caltanissetta dell'800. Lettura da ombrellone a Cefalù. Peccato peccato peccato.

  • User Icon

    Marco Andero

    10/03/2012 17:50:24

    Il tuffo nel mondo affascinante di Paci parte già dall'incipit. Un secondo dopo aver poggiato i miei occhi su quell'insieme alchemico di parole, mi sono ritrovato fuori dal mio tempo, nella seconda metà del XIX secolo, quasi protagonista di una storia che stava diventando la mia e che a fine lettura lo è davvero diventata.

  • User Icon

    eliana danielli

    07/02/2012 17:24:12

    magico,intrigante.....grazie per qaverci regalato un grande emozione ......

  • User Icon

    EMANUELA BALDO

    06/02/2012 22:03:14

    Non sono mai stata a Caltanissetta, ma penso di poter dire di conoscerla grazie a Il codice Moncada. Questo libro mi ha fatto "vedere" una città che non ho mai visto, e la cosa straordinaria è che sono riuscita a vederla attraverso epoche differenti. Ho percorso i suoi tunnel sotterranei e l'umidità mi impregna ancora i capelli, ho sentito l'odore della muffa al di sotto di una botola, ho visto le luci delle vetrine dei negozi a Natale. E' stato un viaggio fantastico, un saltellare continuo e magico. I personaggi della storia, magistralmente creati dalla penna dell'autore, incantano, alcuni per la magia che li avvolge, altri per la quotidianità straordinaria di cui sono portatori. Sempre nuovo, mai banale, Salvatore Paci è grandissimo nel descrivere la magia degli incontri fra il vecchio Nonò e il piccolo Gasparino, quanto nel narrare dei battibecchi continui fra due giovani sposi. Fa apparire tutto reale, ti fa vedere ciò che scrive, ascoltare le voci dei protagonisti. Con uno stile veloce, chiaro e lineare, capace di creare suspence e di lasciare il lettore con il fiato sospeso fino all'ultima parola. Il messaggio contenuto nel libro è poi uno straordinario insegnamento, una verità che dovrebbe reggere le nostre vite ma che spesso viene dimenticata. Un messaggio positivo, che parla al cuore e conferisce a Il Codice Moncada qualcosa di straordinario, per il quale sembra addirittura riduttivo definirlo semplicemente un libro. I più vivi complimenti all'autore e un sincero invito a chiunque a leggerlo

  • User Icon

    Luca G.

    06/02/2012 21:50:49

    Lettura piacevole e scorrevole, trama avvincente. Il mistero che avvolge luoghi sconosciuti e leggendari della città (Caltanissetta)unito a notizie storiche ha aumentato il mio interesse verso la nostra storia e i nostri monumenti. Complimenti allo scrittore.

Vedi tutte le 27 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Nel 1860 Garibaldi espulse i Padri Gesuiti dalla Sicilia. Si dice che questi si portarono dietro i loro libri più preziosi. Ma andò davvero così? Oggi, Sileno cerca disperatamente un insieme di fogli rilegati, scritti alla fine dell’800 e battezzati “Il Codice Moncada”. Perché? E, se esiste, dov’è nascosto questo codice? Nella biblioteca sotterranea dei Padri Gesuiti o tra i cunicoli che attraversano il sottosuolo della città? Come faceva un bambino di otto anni vissuto nell’800 a conoscere il futuro? E cosa vuol dire “vibrare con Madre Terra”? Ne Il Codice Moncada il lettore respira due arie diverse: quella antica e affascinante di una terra travagliata dalla povertà e dal colera e quella dei giorni nostri, frenetica e ipertecnologica nella quale si muove Antonio La Mattina, determinato nel far luce su un passato che sembra anticipare il futuro.