Categorie

Elizabeth von Arnim

Traduttore: S. Garavelli
Collana: Varianti
Anno edizione: 2010
Pagine: 313 p. , Brossura
  • EAN: 9788833921600

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    tom

    24/04/2016 16.12.08

    Non conoscevo questa autrice che alcuni nei commenti paragonavano alla Austen, altri alla Bronte o alla Eliot, io ho trovato una differenza abissale con queste grandi scrittrici. Ho scaricato tre libri della Von Arnim, x ora ho letto solo questo e ho fatto molta fatica a finirlo, la delusione è tale che non so se leggerò gli altri. Adoro il romanzo vittoriano ma questo è ben poca cosa in confronto alle autrici che ho tanto amato.

  • User Icon

    Alessia

    11/01/2015 15.21.44

    Un libro godibilissimo. Non avevo mai letto nulla dell'autrice (lessi da qualche parte che uno dei mariti la considerava la donna più intelligente del suo tempo) ed e' stata una piacevole scoperta. Lo consiglio sicuramente.

  • User Icon

    nadia

    21/12/2014 19.47.23

    Ero indecisa se dare 3 o 4 punti a questo romanzo. Da una parte, l'ho trovato scritto benissimo, in maniera raffinata, curata, ironica... inoltre si tratta di un libro che riesce a far sorridere in modi diversi -a volte per sincero divertimento, altre volte suscita un sorriso più amaro- segno che la scrittura è acuta e mai superficiale. Tutti personaggi sono resi in maniera assai vivida e profonda: si prova irritazione per i comportamenti di alcuni, tenerezza per quelli di altri, raramente si prova ammirazione (ma sul finale accade anche quello). Insomma, è sicuramente un buon romanzo, ricco di sfaccettature, tuttavia non riesco a dargli un punteggio più alto perché troppo spesso la scrittura si fa prolissa e ridondante nel descrivere la psicologia e i pensieri dei vari personaggi. Troppo spesso si sarebbero potuti tagliare paragrafi interi senza nulla togliere all'acutezza e alla bellezza del testo. Nonostante questa pecca, sono abbastanza sicura che leggerò altro di questa autrice, perché il talento c'è eccome...

  • User Icon

    pat53

    24/11/2013 16.25.54

    L' ho comprato come lettura d' evasione e ne sono rimasta molto piacevolmente colpita. L'ambientazione e' di un' altra epoca come e' di un' altra epoca l' autrice, ma i sentimenti, i problemi di rapporti di coppia sono situazioni anche di oggi e di sicuro non ti aspetti come ti cattura, non ti aspetti la soprendente acutezza psicologica e la formidabile ironia con cui vengono trattati ?e' veramente irresistibile , provare per credere! lo consiglio

  • User Icon

    Mariflo

    19/08/2013 17.17.21

    Delizioso. Il titolo mi faceva temere un romanzetto rosa o giù di lì. Mi sono, invece, trovata a leggere un romanzo assolutamente delizioso, intriso di sottile umorismo anglosassone, divertente al punto giusto (soprattutto se si pensa che è ambientato nell'ottocento, con usi, costumi e pudori dell'epoca)e soprattutto imprevedibile. Devo dire che ho provato molta simpatia per la protagonista, ma ancora di più per la decana della famiglia, portatrice di una filosofia di vita tutta sua.

  • User Icon

    Elena

    18/06/2013 17.30.13

    Questo libro è assolutamente imperdibile. Sotto l'apparenza di una storia semplice, si celano emozioni multiformi ed analisi acute e profonde dei rapporti interpersonali tra tutti i personaggi e delle relazioni uomo - donna in particolare. Nel corso della narrazione i protagonisti spesso si trasfigurano caratterialmente inducendo il lettore a percepirli in modo sempre diverso in atmosfere di sapore quasi pirandelliano. Il tutto è condito da un umorismo sagace, incisivo, irresistibile. Bellissimo.

  • User Icon

    Maunakea

    22/05/2013 13.41.31

    In genere scrivo due note poco dopo aver finito un libro, su ibs, lo faccio in primis perchè fra le righe di quello che scrive la gente riesco spesso a capire anche io se evitare un libro o lasciarmi attrarre dalla curiosità, secondariamente anche perchè, confesso, leggendo molto, ho serissimi problemi a ricordarmi se e quanto mi era piaciuto un libro, se molto particolare una solida impressione resta, se non lo è stato, finisce in una sorta di limbo mentale in cui, anche la trama stessa si confonde con altre. La von Arnim la sto leggendo con calma tutta perchè mi piace, è una ventata di freschezza dei tempi andati e mi rilassa, ergo non so perchè non ho commentato questo libro letto sicuramente nell'ultimo anno ma di cui ad oggi fatico a fare il focus sull'apprezzamento dello stesso. La trama la ricordo e ricordo che l'ho letto molto rapidamente quindi noioso non è e che, come sempre alcuni temi di emancipazione femminile fanno sollevare un sopracciglio, tanto che ti trovi a sbirciare il retro di copertina chiedendoti.. quando è stato pure scritto, questo ? dunque Expiation è del 1929. Come al solito i libri della vin Arnim sono consigliati solo agli amanti della scrittrice e sicuramente non a chi cerca trame d'azione o dense di avvenimenti.

  • User Icon

    renata molteni

    23/09/2011 19.30.06

    il romanzo è delizioso e l'autrice ha una straordinaria capacità di descrivere l'animo umano e non solo quello femminile. Pur trattandosi di un libro di impianto ottocentesco, le situazioni sono attualissime e la natura dei rapporti uomo donna all'interno delle coppie è sempre la stessa. Taluni meccanismi resistono immutati. . da leggere.

  • User Icon

    M.T.

    04/09/2011 19.28.57

    Uno dei più bei romanzi sull'animo femminile, sul perdono,sull'amore coniugale e su ciò che ci sconvolge o ci consola. Una scrittura mai banale, ironica e avvolgente. Molto, molto bello!

  • User Icon

    margherita

    15/11/2010 08.21.08

    un libro grazioso! una descrizione minuziosa dei personaggi! una lettura piacevole!

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione