La colpa - Lorenza Ghinelli - copertina

La colpa

Lorenza Ghinelli

Scrivi una recensione
Editore: Newton Compton
Collana: Gli insuperabili
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 14 marzo 2013
Pagine: 241 p., Rilegato
  • EAN: 9788854147638
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 5,02

€ 5,90
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Estefan nasconde un segreto inconfessabile, un macabro ricordo d'infanzia che lo perseguita. Forse si è macchiato di un crimine atroce, oppure è vittima di una memoria bugiarda, che distorce la realtà. Ma nella realtà, qual è la colpa per cui sua madre e suo padre hanno smesso di amarlo? Anche Martino, il suo migliore amico, custodisce un terribile segreto, una verità sconvolgente che nessuno deve conoscere. Il male che condividono li ha resi complici. Il male che condividono li ha uniti in un legame indissolubile. Non si confidano, chiusi in un silenzio che saranno costretti a infrangere solo quando il passato minaccerà di tornare. Finché un giorno la strada di Estefan si incrocia con quella di Greta, una bambina di appena nove anni che ha perso entrambi i genitori. Cresciuta in campagna, circondata da una decadente periferia industriale, vive come prigioniera nella casa del nonno. Il loro incontro, figlio dell'ennesimo episodio violento, sarà il primo passo verso la redenzione. "La colpa" è un romanzo che parla del dolore dell'infanzia ignorato dal mondo adulto e della possibilità di riscattarsi, nonostante tutto.
3,24
di 5
Totale 33
5
9
4
6
3
6
2
7
1
5
  • User Icon

    Antonio

    26/03/2015 22:40:07

    Libro abbastanza scorrevole ma che non lascia particolarmente il segno...eppure è stato finalista al premio strega...!

  • User Icon

    ferruccio

    05/09/2014 17:42:18

    Una storia che squarcia l'anima, spezza il pensiero e si insinua in maniera catastrofica nell'interiorità; i fatti narrati, purtroppo, accadono, anche se non vorremmo mai venirne a conoscenza e, tanto meno, leggerli; uno stile narrativo straziante che non fa sconti; una terminologia tagliente e invasiva...ma non è assolutamente il mio genere di lettura.

  • User Icon

    Alessia

    27/02/2014 15:24:28

    Scusatemi per la sincerità, ma credo che questa autrice sia semplicemente un "macellaio" con una penna in mano. Concordo pienamente con chi critica il suo stile di scrittura alternativo ma assolutamente mal gestito, e ci aggiungerei pure che lascia trapelare il gusto per il sadismo volgare della scrittrice (a me ha dato l'impressione che si divertisse ad essere cruenta e anche un po' patetica). Questo volerla premiare per forza, mi fa venire in mente quando in quinta superiore il consiglio dei professori decideva una o due persone per classe da far uscire con 100 e lode, anche nelle classi dove non c'era nessuno che lo meritava.

  • User Icon

    Anna

    20/08/2013 10:36:00

    Di quest'autrice ho letto anche l'altro libro e continuo a non essere convinta neanche un pò. L'argomento è profondo ma lo stile di scrittura post moderno - che io amo solo in determinati autori grandissimi- non gli rende giustizia e non lascia emozioni profonde come dovrebbe, data la delicatezza dei temi trattati. La storia di uno dei due ragazzi protagonisti poi è completamente lasciata in sospeso e non ha un degno finale, mentre la storia dell'altro si interrompe bruscamente. Il libro da quindi un fastidioso senso di non concluso e inconcludente. Non consigliato.

  • User Icon

    vittorio

    08/08/2013 09:31:24

    Un argomento forte e sconvolgente trattato e scritto da una scrittrice che sembra un'adolescente capricciosa....un finale che sa di veramente poco per una storia contorta e deludente!!

  • User Icon

    LadyDarkness

    17/07/2013 13:33:56

    Dopo un brutto esordio pompatissimo dalla critica mi sono ritrovata a leggere il secondo pompatissimo romanzo di questa giovane autrice. Il verdetto per me è lo stesso: Brutto! Un romanzo che non lascia nulla, scritto tecnicamente maluccio, forse per ragazzini di 13 anni, non mi piace proprio questo stile moderno e veloce, inoltre i personaggi non sono approfonditi e la storia mi ha detto poco. Credo che dopo due libri è giunto il momento di abbandonare questa autrice. Amen

  • User Icon

    dani70

    17/06/2013 16:01:37

    Niente da fare, non sono rimasta coinvolta da questo romanzo che, come scritto sulla copertina, "va oltre il genere". Ma quale genere? Non so, da un romanzo finalista al Premio Strega mi aspettavo un po' di più...

  • User Icon

    alices.

    06/06/2013 22:15:52

    decisamente impegnativo per i temi trattati! Bel libro, ben strutturato e ben raccontato. Tratta temi ingombranti senza pretendere di stiparli in una fessura. Tre storie che entrano prepotentemente nel cuore e nella mente del lettore... e non lo lasceranno con altrettanta facilità. Storie di vita buia che tentano di affacciarsi alla luce... un sincero "brava" alla ghinelli!

  • User Icon

    MATTIA

    05/04/2013 10:56:36

    Discreto romanzo, niente da dire. La differenza fra un romanzo che ti prende e che rimarrà fisso nella tua mente per molto tempo lo si sa che c'è. Questo ahimè non è uno di questi. Consiglio l'acquisto su libraccio.it per il costo più moderato.

  • User Icon

    Daniele D'Agostino

    28/02/2013 13:29:36

    Un libro quasi inutile, personaggi e dialoghi scarni, si deve veramente adorare questa scrittrice per trovare pregi in questo romanzo.

  • User Icon

    claudio

    04/02/2013 23:28:33

    Un bel romanzo. Forse un pochino statico in certi punti, ma che sa riscattarsi. Due amici. Due storie diverse e parallele. Finale che sa strappare qualche emozione.

  • User Icon

    Tizianilla

    18/10/2012 17:32:03

    Lettura scorrevole ed emozionate ma troppo irreale specialmente il finale. Avrei gradito un pò più di realismo, in particolare, per il personaggio femminile.

  • User Icon

    lee66

    17/09/2012 09:47:05

    Finalmente un interessante libro della Newton... uno stile nuovo, diretto, a volte ermetico ma efficace. Tre storie complesse e allo stesso tempo crude che raggiungono al cuore il lettore. Un piccolo capolavoro da seguire,leggere e consigliare.

  • User Icon

    francesco

    03/09/2012 18:59:33

    Magistrale! Una scrittura ipnotica, spezzata ed incisiva, che ti incolla alle pagine di un romanzo indimenticabile. Forse la Ghinelli meritava di vincere lo Strega.

  • User Icon

    Ottorino Penna

    28/08/2012 09:08:10

    Ho letto il libro in 3 giorni; sulla spiaggia del lago di Bolsena. La mattina, quando ancora in spiaggia c'ero solo io; prima che arrivasse la massa dei bagnanti. E speravo che la gente non arrivasse, che non mi togliesse, con le grida anche gioiose di un giorno di ferie, quelle emozioni che "La colpa" mi stava dando. E, il terzo giorno, la pagina finale mi ha fatto venire i brividi! Grazie Lorenza! Era tanto tempo che un libro non mi emozionava tanto. Non so quando, ma spero di esserci ancora, tu vincerai lo Strega. Il papà di Alessandra.

  • User Icon

    Lucio Piccenna

    10/08/2012 09:13:37

    Tre storie di bambini che si intrecciano, uno stile di scrittura a mio parere nuovo e magistrale, il lettore entra subito nella testa dei personaggi e ne condivide le emozioni, forse meritava di arrivare un po più in alto nella classifica del premio STREGA.

  • User Icon

    VIRGILIO

    27/07/2012 00:23:52

    Da profano, dico che gli editori dovrebbero piantarla di presentare ogni foglio pubblicato come "il caso letterario" dell'anno, facendo un cattivo servizio sia al lettore che all'autore. Di casi letterari dell'anno sono piene le librerie. Ho provato subito fastidio nel leggere questo pseudo-romanzo fin dalle prime pagine per il linguaggio pretenziosamente innovativo ma che fa troppo l'occhiolino strabico alle esigenze commerciali. Sembra che anche in letteratura sia necessario choccare il lettore con frasi ad effetto. La trama, nella sua invenzione narrativa, poteva trovare uno sviluppo più penetrante e altrettanto - e forse più - choccante con la semplicità del linguaggio di tutti i giorni. Concordo sulla eccessiva bontà della critica - a parte che è facile inserire delle frasi in quarta di copertina estrapolate dal contesto. Insomma ad ognuno il suo mestiere, a meno che la Ghinelli non dimentichi gli obblighi contrattuali e si metta a scrivere sul serio in italiano.

  • User Icon

    Silvio Decomera

    17/07/2012 10:10:39

    Libro inutile, semplicemente brutto! E' chiaro che non poteva vincere lo Strega, è meno chiaro come abbia potuto arrivare in finale. Fortunatamente costa poco!

  • User Icon

    Manuela

    09/07/2012 14:26:53

    Ho trovato lo stile troppo scarno, a tratti volgare e disturbante. Non lo consiglierei.

  • User Icon

    Marina

    30/06/2012 17:02:51

    L'unica critica che mi sento di muovere a questo romanzo è che le tre storie di infanzia negata sembrano rimanere un pò sullo sfondo ed essere messe in secondo piano da una scrittura estremamente veloce ed incisiva, fatta di frasi e periodi molto brevi, ma efficaci, che colpiscono più delle vicende narrate e che tengono incollato il lettore per tutte le 239 pagine.

Vedi tutte le 33 recensioni cliente
  • Lorenza Ghinelli Cover

    È diplomata in grafica pubblicitaria, fotografia, web design e montaggio digitale. Laureata in Scienze della Formazione, ha conseguito presso la Scuola Holden di Torino il Master in "Tecniche della narrazione". Autrice di vari racconti, opere teatrali e cortometraggi, ha scritto Francis degli specchi, un romanzo disegnato da Mabel Morri. Nel 2010, insieme a Simone Sarasso e Daniele Rudoni, ha pubblicato J.A.S.T. (Marsilio). Vive a Roma dove lavora come editor e sceneggiatrice per la Taodue.Il suo primo romanzo è Il Divoratore (2011). La colpa (2012) è entrato nella cinquina dei finalisti del Premio Strega 2012. L'anno successivo sono usciti Sogni di sangue e Con i tuoi occhi. Nel 2014 il suo racconto "Un diavolo per capello" appare nell'antologia Delitti di Capodanno.... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali