Categorie

Curatore: S. Beta
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 273 p. , Brossura
  • EAN: 9788817028981

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nico N.

    07/04/2009 11.38.02

    I "comici greci" di cui si parla, sono solamente quelli dell'Archaia, la Commedia greca antica (V a.C.). Gli autori compresi sono 28, per un'antologia di 250 frammenti (6 sono "adespoti", ossia non attribuibili): 100 riguardanti la vita pubblica e 100 la vita privata (la selezione operata da S.Beta è tematica), più un'appendice di 50 frammenti relativi a 3 commedie particolarmente rappresentative, seppur non pervenuteci nella loro interezza: i Demi di Eupoli (25), i Banchettanti di Aristofane (13) e la Damigiana di Cratino (12). Proprio questi 3 poeti - la triade comica canonizzata da Orazio - fanno la parte del leone nella silloge, rispettivamente con 58, 44 e 34 frammenti (oltre la metà del totale). Gli altri sono Ferecrate (19), Archippo (4), Nicofonte (4), Teleclide (4), Ermippo (9), Frinico (6), Platone Comico (23), Amipsia (4), Ecfantide (2), Strattide (5), Sannirione (1), Nicocare (2), Chionide (1), Teopompo (8), Cratete (4), Metagene (2), Susarione (1), Diocle (1), Cefisodoro (2), Cantaro (1), Magnete (1), Polioco (1), Epilico (1), Callia (1) e Filonide (1). Fornisco questi dati, visto che il volumetto BUR manca di Indici. E’ provvista un’introduzione (datata 3 anni or sono: marzo 2006) del curatore, piuttosto breve, a servizio dell’antologia, di taglio non specialistico. Non è questa la sede per discutere la traduzione o il dettaglio delle note: il lettore curioso potrà accostarsi con diletto e profitto a questa antologia, l'unica facilmente fruibile in lingua italiana. NB: nell’ampia bibliografia acclusa (per lo più opere consultabili solo da filologi attrezzati, visto il carattere frammentario dell’evidenza: con asterisco sono marcati i lavori messi a frutto nel commento), erroneamente l’articolo di L.Gil “El Aristófanes perdido”, Cuadernos de filología clásica, 22, 1989, pp.39-106 è indicato contenere una traduzione dei frammenti di Aristofane, mentre invece situa cronologicamente i drammi perduti del poeta, cercando di tracciarne la trama attraverso i frammenti, con sintesi dei contenuti.

Scrivi una recensione