Concerti per clavicembalo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Kevin Mallon
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 30 settembre 2013
  • EAN: 0747313314676
Salvato in 3 liste dei desideri

Attratti dall’irresistibile commistione di sonorità barocche e di espressività moderna, i tre compositori protagonisti di questo variegato disco di sorprendente bellezza hanno volto la loro attenzione verso i concerti per clavicembalo, archi e basso continuo di Johann Sebastian Bach, uno dei lasciti più straordinari della cultura musicale barocca pervenuti fino ai giorni nostri. La deliziosa Suite Antique di John Rutter è pervasa da una serie di fascinose melodie, con una lunga sezione che vede il flauto in veste solistica e un Waltz dai toni inconfondibilmente jazz, che si colloca a metà strada tra Bach e Dave Brubeck. Nel Concerto di Philip Glass allo strumento solista viene affidata una parte molto virtuosistica, contemperata a tratti da una serena espressività che va a braccetto con l’arguzia e l’eleganza che hanno contribuito a rendere famoso il compositore americano. Il Concerto di Jean Françaix è invece un’opera straordinariamente attraente, che merita di essere ascoltata con la massima attenzione dall’inizio alla fine. Questo disco segna il debutto per la Naxos di Christopher D. Lewis, un astro nascente del panorama concertistico internazionale, che si è messo in luce soprattutto nell’esecuzione delle opere per clavicembalo di compositori contemporanei. Lewis è accompagnato dalla West Side Chamber Orchestra guidata da Kevin Mallon, direttore che gli estimatori del catalogo Naxos hanno imparato ad amare grazie alle splendide registrazioni di opere barocche e classiche realizzate con l’Ensemble Aradia.

Nel 1999 Kevin Mallon ha fondato l’Aradia Ensemble, formazione con cui ha compiuto numerose tournée in ogni parte del mondo, ed è stato scelto come direttore principale della Toronto Chamber Orchestra. Mallon ha realizzato per la Naxos oltre 50 dischi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Philip Glass Cover

    Compositore statunitense. Dopo gli studi di violino, pianoforte, flauto e composizione a Baltimora e a New York, si perfezionò a Parigi con N. Boulanger. Accanto alla preparazione accademica, trasse vere e proprie illuminazioni da Ravi Shankar, dal quale apprese una diversa nozione del ritmo basata sulla successione di piccole unità, analoga a quella concezione «additiva» che in quegli anni altri compositori americani come T. Riley e S. Reich stavano mettendo a fuoco. Tornato negli usa, fondò un ensemble che avrebbe conquistato in breve notorietà internazionale. Dopo lavori ancora timidi come Two Pages per pianoforte e Music in Fifths per due pianoforti (1969), si addentrò col massimo impegno nell'orizzonte della musica ripetitiva; Music With Changing Parts (1970), Music in Twelve Parts (1974)... Approfondisci
  • Jean Françaix Cover

    Compositore e pianista francese. Allievo di N. Boulanger, si rivelò a vent'anni con il Concertino per pianoforte e orchestra. Si riconosce in lui l'influenza di Ravel e di Poulenc, il gusto per una musica leggera e brillante, la propensione all'ironia e al controllo espressivo. Tra i suoi lavori, l'opera comica Le diable boîteux (1949), i balletti Le roi nu e Les demoiselles de la nuit, la Sinfonietta per orchestra, trii, quartetti e quintetti per archi e fiati, L'Apocalypse de Saint-Jean (oratorio, 1939). Approfondisci
Note legali