Concerti per violino n.1, n.2 - CD Audio di Dmitri Shostakovich,Leonid Kogan,Maxim Shostakovich

Concerti per violino n.1, n.2

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Dmitri Shostakovich
Direttore: Maxim Shostakovich
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Delos
Data di pubblicazione: 14 febbraio 2007
  • EAN: 0013491336329

€ 20,50

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Dmitri Shostakovich Cover

    Compositore russo.Gli anni di formazione e la fase modernista. Allievo del conservatorio della città natale, si accostò ai più attivi movimenti dell'avanguardia rivoluzionaria, con Prokof'ev, Majakovskij, Meyerhold ecc. Nel 1926 la Sinfonia n. 1 lo rivelò sul piano internazionale, mettendo in luce una spregiudicata e originale assimilazione dei più vari ritrovati della musica contemporanea europea, sorretti da una straordinaria disinvoltura tecnica. Oltre a influssi di Rimskij-Korsakov e Prokof'ev, la sua produzione giovanile (sinfonica, da camera e teatrale), risente del neo-oggettivismo tedesco e francese, in particolare di Hindemith: vi domina un piglio aggressivo dai tratti grotteschi e ironici, timbricamente esuberante ed estroso nel ritmo; il suo linguaggio armonico ora sfocia nell'atonalità... Approfondisci
  • Leonid Kogan Cover

    Violinista russo. Concertista di grande successo e, dal 1952, insegnante al conservatorio di Mosca, formò con Gilels e Rostropovic un trio divenuto famoso nel mondo. Per maestria tecnica e purezza di suono è stato paragonato a David Ojstrach, dal quale tuttavia si distingueva per il temperamento più controllato e introverso, che dava alle sue interpretazioni un carattere più «marmoreo» e moderno. Ne restano esempio i suoi 24 Capricci di Paganini e l'integrale per violino di Bach. Approfondisci
Note legali