Concerto per pianforte in Re - Sinfonie n.80 e n.81 - CD Audio di Franz Joseph Haydn,Lucas Blondeel,Bart Van Reyn,Le Concert d'Anvers

Concerto per pianforte in Re - Sinfonie n.80 e n.81

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Joseph Haydn
Direttore: Bart Van Reyn
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Fuga Libera
Data di pubblicazione: 11 ottobre 2019
  • EAN: 5400439007550

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Bart Van Reyn e Le Concert d’Anvers esplorano due sinfonie tra le meno conosciute di Haydn. Risalenti all’autunno del 1784, quando Haydn era ormai vicino alla fine del suo impiego alla corte di Esterházy, sembrano entrambe prefigurare le Sinfonie Parigine che seguiranno di lì a poco. La lettura di Van Reyn evidenzia l’ambizione artistica di queste due partiture, finora largamente trascurate dagli specialisti della prassi esecutiva storicamente informata, tirando fuori la loro natura teatrale, essenziale ma potente. Queste opere sono accompagnate dall’effervescente Concerto per pianoforte in Re maggiore, interpretate al fortepiano dal belga Lucas Blondeel. Quest’ultimo dimostra un’evidente affinità con la scrittura solistica di Haydn, consegnandoci una lettura che cattura l’eleganza del concerto, esaltando nel contempo i tratti umorici del suo compositore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Franz Joseph Haydn Cover

    Compositore austriaco.Le vicende biografiche. Iniziò lo studio della musica sotto la guida del cugino J.M. Franck; a sei anni conosceva già molti degli strumenti che si usavano in orchestra; a otto anni si trasferì a Vienna, essendo stato prescelto da G. Reutter quale ragazzo cantore per la cappella di S. Stefano. Qui proseguì gli studi di canto, di violino, di clavicembalo e di composizione, raggiungendo un tale grado di maestria che quando, giunto alla muta della voce, fu dimesso dal coro, era già in grado di affrontare la professione di musicista. Ogni tipo di attività musicale gli era congeniale: dava lezioni di clavicembalo, suonava il violino in orchestra, scriveva facili composizioni «alla moda», accompagnava strumentisti e cantanti. Proseguiva intanto gli studi di composizione, allievo,... Approfondisci
Note legali