Categorie

Fabio Deotto

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
Pagine: 444 p. , Brossura
  • EAN: 9788806217853

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alberto

    18/04/2015 07.39.31

    Difficile trovare degli aggettivi per definire questo romanzo. Non ne trovo. Scrittura povera, inverosimile per tre quarti delle situazioni, personaggi improbabili, collocazione geografica farlocca (meglio non citare alcuna città, che inventarsi una Milano simile) e altro ancora che tralascio. I capitoli dove i personaggi si muovono nei locali in preda alle fiamme sono patetici per ingenuità descrittiva e incredibilità dell'azione. Idem il finale con i ragazzini in una fantomatica cella frigorifera. Ho voluto terminare la lettura per vedere il fondo dell'abisso in cui si era lanciato senza paracadute l'autore.

  • User Icon

    Martino

    23/03/2015 15.08.10

    Complimenti all'autore. Ottimo libro, capace di tenerti incollato fino all'ultima pagina.Una scrittura fluida e personaggi ben caratterizzati. Consigliato per chi ama il genere.

  • User Icon

    lina

    11/03/2015 22.28.02

    Inutilmente disturbante .

  • User Icon

    rossano garibotti

    11/01/2015 10.00.11

    Il problema è, come per molti altri esordienti, lo stile di scrittura, che non è accattivante, non coinvolge, non si fa seguire.

  • User Icon

    Mr

    18/06/2014 18.14.17

    Un racconto "noir" che ci immerge, per buona parte della narrazione, in un'atmosfera irrequieta, corrotta e malsana, mentre poco a poco ("tassello dopo tassello", direbbe il commissario Pallino) si compongono, senza cadute di tensione, le cause dell'evento traumatico e misterioso che dà il là al racconto. Giunta a tre quarti però la storia vira, inaspettatamente e repentinamente, verso toni più da "action thriller", inframezzati da divagazioni etico/filosofiche di dubbia utilità (addirittura sconcertante quella sulla "controevoluzione"). Il finale, di per sé, regge lo stesso, ma si dissolve quel senso di inquietudine che, a ben vedere, era il miglior pregio del racconto. E questo è davvero un peccato.

  • User Icon

    Alessandro

    26/05/2014 16.06.40

    Il libro non mi ha convinto completamente. Sicuramente la storia è ben strutturata, la narrazione è serrata e non annoia mai nonostante l'autore sia un esordiente. La fine però è un pò debole soprattutto perché l'atmosfera malsana presente nel libro, che a me piaceva moltissimo, svanisce del tutto. Comunque un bell'esordio. Complimenti

  • User Icon

    Chiara

    05/05/2014 10.38.03

    Mi sono innamorata dello stile di questo scrittore mio coetaneo, che ricorda il mio adorato Niccolò Ammaniti. Ho riletto più volte alcuni passaggi perchè desideravo che determinate immagini mi entrassero bene in testa. Il romanzo è sicuramente promosso, nonostante alcune pecche perdonabilissime. In alcuni passaggi, a mio avviso, ci si dilunga un po' troppo diventando didascalici. In secondo luogo, ci sono un paio di incongruenze: l'ispettore Pallino dice che Christian era l'unica vittima a non risiedere nel palazzo, ma questa affermazione è smentita poche pagine dopo (e il commissario ne era al corrente); una madre dipinta come molto apprensiva e morbosa lascia un bambino di 10 anni da solo un giorno intero e questo secondo me non è credibile... Ma si tratta per sempre di un autore esordiente e mi rendo conto che avere a che fare con materiale di tale proporzione non deve essere stato facile. Se scriverà dell'altro lo comprerò volentieri.

  • User Icon

    Andrea

    30/04/2014 13.08.37

    Complimenti all'autore. Davvero un bel thriller/noir con una scrittura originale e che incolla alle pagine. Consigliatissimo

  • User Icon

    Kobe

    23/04/2014 00.35.32

    Mi piace entrare in libreria e scoprire tra gli scaffali i libri di nuovi autori emergenti. A volte è un rischio, anche leggendo le recensioni non puoi mai sapere se riuscirà a piacerti. Questo romanzo mi ha "stregato" dalla prima all'ultima pagina, un noir al livello dei migliori autori italiani degli ultimi 20 anni. Una trama ben strutturata che si sviluppa piano e piano e ti coinvolge fino alla fine, senza mai una caduta di ritmo, personaggi ben delineati e carismatici, il tutto in un'atmosfera lievemente morbosa e cupa ma mai portata all'eccesso. Promosso a pieni voti e consigliato!

  • User Icon

    viviana

    27/03/2014 20.37.04

    Una bella sorpresa..Un giallo a tratti nerissimo che tiene incollati dalla prima all'ultima pagina. Descrizioni e linguaggio perfetti. I personaggi sono ben delineati nella loro inquietante psicologia. Non mi sono pentita di averlo comprato!

  • User Icon

    turi

    07/03/2014 09.10.26

    Veramente un bel libro, di quelli che danno il piacere della lettura. Trama originale,scrittura scorrevole e spigliata , sfogli pagina dopo pagina centellinandolo... Un sincero complimento all'autore.

  • User Icon

    mauro

    04/03/2014 10.40.59

    Bello, altro che romanzi di autori affermati che pubblicano solo per far cassa. Questo è un libro che val la pena leggere. Non perdetelo.

  • User Icon

    Urbicus

    17/02/2014 15.56.33

    Il libro è scritto davvero bene. Anche se l'autore è pressoché sconosciuto, la trama, il linguaggio e la tecnica sono da professionista del genere. Un punto di notevole importanza è dato dal fatto che nonostante le situazioni siano molte e intricate, si riesce a seguire facilmente il filo della narrazione. Davvero un buon libro!!

  • User Icon

    Viktor

    06/02/2014 13.05.21

    Non conoscevo l'autore ma ho deciso di dargli fiducia leggendo in libreria le prime pagine. Ho avuto ragione, è stata una bellissima sorpresa. Narrazione tesa, bei personaggi, suspance fino alla fine.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione