Categorie

Dave Eggers

Traduttore: G. Strazzeri
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Pagine: 389 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804511700

Dave Eggers propone un libro originale che cattura l'attenzione dei lettori sin dalla prima occhiata. La veste grafica del volume è infatti piuttosto inconsueta. Per cominciare, l'incipit del romanzo è stampato sulla copertina, il testo prosegue poi nel risvolto e sulle pagine seguenti senza soluzione di continuità; non esiste la classica divisione in capitoli, intervengono ad interrompere la sequenza scritta solo elementi grafici, immagini o disegni, a colori o in bianco e nero (sagome di persone, foglietti con appunti scritti a mano, fotografie), che ottengono il duplice effetto di vivacizzare graficamente la narrazione e di materializzare alcuni episodi del racconto. Un esempio per tutti è l'immagine della mappa del tesoro che campeggia al centro della pagina 324: un foglietto a quadretti dai contorni bruciacchiati su cui sono tracciati a penna un disegno e alcune scritte in stampatello.
La trama del romanzo non è meno spassosa e originale. I protagonisti sono due figure di travolgente simpatia, due ragazzi un po' sprovveduti ma con tanta voglia di conoscere e scoprire, che decidono di effettuare un giro del mondo nel tempo record di una settimana. Decisamente impacciati al principio della loro avventura, Will e Hand, riusciranno giorno dopo giorno a immergersi nell'imprevedibile turbinio dell'esistenza, sperimentando sulla loro pelle il valore delle tappe fondamentali della vita di ogni essere umano, come il dolore, la solitudine, il rischio, la morte. Esilarante e commovente, Conoscerete la nostra velocità coniuga il carattere avventuroso della narrativa di viaggio e l'intensità del romanzo di formazione. Il risultato è il racconto di una crescita e di una conquista personale, ma anche una storia dal forte risvolto morale, che sottolinea l'importanza del viaggio e la necessità e la difficoltà di confrontarsi con il mondo che ci sta attorno.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessio

    02/09/2009 14.06.19

    Se muore il tuo migliore amico allora vuol dire che Dio non esiste, che non esiste un ordine nelle cose e che anche la ragione, ultimo appiglio alla realtà, fallisce. Tutto il resto è fuga e reazione agli eventi. 389 pagine di "formidabile" noia per illustrare questa tesi, che, a qualcuno, potrà suonare non nuova. Prendete un episodio triste, inventate qualche insulso aneddoto, qualche luogo comune, tante noiosissime pagine di ricordi ed emotività, qualche notazione di disagio fisico (emorragie, scottature da esposizione solare, sbornie) ricamata ad arte per capitoli interi, ed avrete la sostanza di tutti i romanzi di Dave Eggers. Durante tutto il romanzo si attende una svolta o un cambio di ritmo; attesa che si rivelerà vana... Freddo, torpore, malinconia, stanchezza, noia e disagio dominano il romanzo. Per Dave davvero non esiste speranza di cambiare lo stato delle cose.

  • User Icon

    Enrica

    16/04/2005 13.07.52

    Dave è sempre un geniaccio, e come mi aspettavo nel momento in cui sono uscita dalla libreria, tutta elettrizzata, stringendo al petto il nuovo romanzo del Formidabile Genio, le aspettative non sono state affatto deluse. La sua retorica è grandiosa, lirica, perfetta, commovente. I suoi personaggi sono così reali e "possibili", che quasi non mi stupirei di sentirli per telefono. La storia, come ci piace, è al limite del reale, piena di metafore ed immagini bellissime. Perchè leggerlo? Perchè vi fa piangere dalle risate, vi fa commuovere fimo alle lacrime, vi fa pensare, pensare, pensare... inoltre è uno di quei libri che vi fa male al cuore il pensiero di terminarlo. E questa è una dote rara in uno scrittore. P.S. Non gli ho dato 5/5 solamente perchè l'ho dato al primo, che a mio avviso, è leggermente migliore.

  • User Icon

    mirco

    14/01/2005 11.42.29

    penso che per poter dare un voto positivo ad una lettura prima di tutto bisogna capire quale messaggio vuol trasmettere l'autore...beh se come dicono i precedenti messaggi oppure la sola copertina.."..la ricerca del senso della vita..della sofferenza, della morte,.." beh sinceramente mi sento un pò imbarazzato... di positivo c'è ben poco..oppure .ammettendo che fosse la volontà di Eggers di far apparire tutto cupo e grigio..allora poteva e doveva approfondire di più l'argomento..

  • User Icon

    frankkie

    08/06/2004 11.09.51

    Anche questo secondo libro di Dave Eggers è tenero, struggente, delicato e triste tutto insieme, oltre che divertente, veloce, assurdo e geniale.

  • User Icon

    marta

    22/03/2004 14.43.59

    ottimo_

  • User Icon

    francescogallo

    05/12/2003 22.54.49

    Io voglio bene a Dave Eggers. Gliene voglio un sacco. Davvero. Ma questo romanzo non possiede un briciolo dello slancio del precedente. Nulla. Sì, è divertente, Hand è simpaticissimo, ci sono le trovare (tipo: la storia, che inizia già sulla copertina; o la pausa, con le pagine in bianco; o il fatto che chi racconta la storia sia già morto...), ma non bastano. Questo è il mio parere. E allora perchè do comunque 5/5 come voto? Ve l'ho detto: perchè io a dave gli voglio bene (e il ragazzo va comunque incoraggiato).

  • User Icon

    passepartout

    16/10/2003 17.38.13

    Affermo senza dubbio di aver avuto tra le mani uno dei più azzeccati libri letti di recente (e ne leggo parecchi). Affermo di amare la scrittura "americana" da Don Delillo a Paul Auster a Chuck Palahniuk, il libro di Dave Eggers, certamente superiore alla sua prima opera, mi ha lasciato senza fiato. Ottimo incastro, idee favolose, una scrittura sempre attenta ad ogni particolare. Certo è che mr. Eggers quando si tratta di scrivere momenti tristi/malinconici raggiunge una liricità che ha dell'incredibile. Ottimi anche quelli più leggeri dove è capace di far volare i suoi protagonisti a dei livelli esaltanti. Era un bel pò che non mi affezionavo a dei personaggi "cartacei" come mi è successo leggendo questo romanzo. leggetelo, leggetelo, leggetelo. Peccato che il punteggio si debba fermare a 5/5...

  • User Icon

    aldix

    25/09/2003 09.21.18

    sempre attraente e ricco di descrizioni ed emozioni ma il suo primo libro e' veramente bello, fuori dal tempo e dallo spazio. Genio di creativita' sicuramente.

  • User Icon

    vanni

    02/09/2003 22.08.46

    Appena al di sotto dell'Opera Struggente, ma comunque molto godibile. Eggers (per il momento) si conferma un talentaccio.

  • User Icon

    Theo

    29/08/2003 13.37.09

    Ottima lettura! A tratti Eggers è davvero geniale, divertente e godibilissimo, peccato per quella manciata di pagine fitte di descrizioni un po' fuori luogo che "rallentano" il ritmo. Altrimenti la quinta stella sarebbe stata obbligatoria.

  • User Icon

    Laugi

    16/08/2003 22.55.59

    I pensieri di Will, protagonista e voce narrante, si intrecciano alle alterne vicende della vita, in una continua ricerca di senso e comprensione... Ottimo esempio di scrittura creativa... merita la lettura!

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione