Categorie

John Grisham

Traduttore: T. Dobner
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 321 p. , Brossura
  • EAN: 9788804519881

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    08/03/2016 16.45.46

    Mi allineo al voto medio.

  • User Icon

    Fabrizio

    28/03/2014 15.31.24

    Al di sotto della media degli altri romanzi. Accurata l'introspezione del protagonista.

  • User Icon

    giuseppe

    11/03/2014 11.44.57

    Gli do giusto la sufficienza anche perchè ha scritto di molto meglio grisham secondo me ha il difetto di fare troppe digressioni 1pò noiose il finale sincero non tanto me l'aspettavo certo se l'autore avesse indugiato di meno era meglio cmq fa riflettere il comportamento dei 2 fratelli a me il messaggio che è arrivato è ''chi dei due ha più o meno sbagliato e perchè ?''

  • User Icon

    nanni

    27/12/2013 10.06.17

    Non è un libro particolarmente avvincente, scorre abbastanza piatto; sembra quasi che l'ispirazione non sia delle migliori. E' però ben scritto e risulta apprezzabile la lettura. I personaggi non affascinano essendo tutti figure abbastanza mediocri, quindi manca anche quella partecipazione emotiva del lettore a favore del protagonista. John Grisham ha scritto sicuramente cose migliori.

  • User Icon

    daniele64

    19/04/2013 09.26.36

    E' il primo Grisham che leggo,anche se ho visto qualche film tratto da sue opere. Mi è piaciuto abbastanza e l'ho trovato sufficientemente avvincente anche se il finale era piuttosto prevedibile. Una storia semplice,basata tutta sull'ansia del protagonista (vigliacchetto!!) di perdere il malloppo immeritatamente in suo possesso .Pochi colpi di scena.Insomma,da leggere sotto l'ombrellone o se non c'è proprio niente in TV:

  • User Icon

    archipic

    30/05/2012 18.20.54

    La trama di per sè potrebbe essera anche interessante, ma la narrazione si trascina avanti lenta e senza grossi spunti di rilievo. Se ne può fare a meno.

  • User Icon

    dany

    10/04/2012 20.49.22

    Il Partner rimane imbattibile. il finale lo avevo ipotizzato già a 1/2 libro. ed ho azzeccato! in generale piuttosto piatto. trama lenta e ripetitiva

  • User Icon

    Cuore Viola

    11/07/2011 16.03.37

    Storia gradevole anche se tratta temi un po' troppo ripetuti dall'autore. Libro che si fa leggere, ma Grisham ha scritto di meglio.

  • User Icon

    Elisa

    04/04/2011 13.45.45

    Non è sicuramente uno dei migliori libri di Grisham. Non che non mi sia piaciuto, però personalmente preferisco i libri che una volta terminati ti lasciano qualche bel ricordo... questo non mi ha lasciato nulla.

  • User Icon

    lettore4

    08/01/2011 18.23.42

    Secondo libro che leggo di Grisham, nella ricerca disperata di un motivo per cui sia così acclamato. Tentativo fallito. Il colpevole si intuisce dopo pochissime pagine, la spiegazione sull'esistenza del "tesoro" è inverosimile, le digressioni inutili e pesanti (sia tutto ciò che concerne i vari casinò sia la storia sentimentale del protagonista). Il linguaggio è sciatto e pieno di luoghi comuni: addio Grisham.

  • User Icon

    Fabio

    05/11/2009 15.50.02

    Buona trama e storia a tratti avvincente.."puzza" un pò di trama trita e ri-trita

  • User Icon

    barbara

    13/07/2009 16.17.12

    bella storia un po' prolisso all'inizio ma poi la storia di fa interessante consigliabile

  • User Icon

    CRISTINA

    14/12/2008 10.47.18

    Un pò a rilento l'inizio poi però si è ripreso nel finale, richiamando l'attenzione del lettore per arrivare alla fine a capire chi era il colpevole ... discreta lettura di relax

  • User Icon

    ric

    14/09/2008 16.18.52

    Libro di classe medio-bassa. Fa cmq riflettere.

  • User Icon

    anna

    18/07/2008 18.46.54

    Libro ben scritto ma con una trama piatta. Il finale è incerto.

  • User Icon

    Cinzia

    10/07/2008 10.28.01

    un piccolo legal thriller…non di più… Alcuni difetti di base secondo il mio modesto parere: - Troppo lenta la narrazione; - Poca suspance; - “Mosse” prevedibili. Piacevole per poche ore….l’ho letto prettamente al mare!

  • User Icon

    Catoclepa

    03/04/2007 11.03.08

    Mi ha deluso un pò, debole la trama, finale prevedibile..

  • User Icon

    Antivirus

    18/02/2007 20.31.40

    Ho letto solo 2 LIBRI del Sig. john. Il primo proprio La Convocazione. E' riuscito a tenermi incollato sino all'ultima pagina. Ho trovato nei suoi scritti, che la parte più importante viene sintetizzata in una centinaia di pagine, ma con i suoi contorni, riesce a renderla molto vasta. Potrebbe risultare noiosa, ma ha una grande qualità nell'esprimere i dettagli, che sono molto importanti. Il secondo libro, mi ha proprio acchiappato. Complimenti

  • User Icon

    stefano

    24/01/2007 12.43.30

    mi è piaciuto. come al solito grisham lancia l'esca e poi mette il turbo. Tra l'esca e il turbo questa volta ha indugiato appena un po' troppo con le continue verifiche sulle banconote ai casinò.cmq sta sopra e nettamente al "broker". Adesso attacco "Il testamento". ciao a tutti, s.

  • User Icon

    Chris

    08/10/2006 13.13.00

    è il primo libro di Grisham che leggo,e devo dire che non mi ha entusiasmato più di tanto.A tratti ho faticato a leggerlo,anche se devo ammettere che la trama è abbastanza intrigante.Lo scrittore è bravo nel descrivere i personaggi e gli stati d'animo degli stessi,ma si dilunga spesso in inutili chiacchiere che a mio avviso appesantiscono per lunghi tratti il romanzo.Siccome ho letto in più di un commento,che questo non è il miglior libro riuscito a Grisham,è molto probabile che gli darò un'altra chance leggendo un altro suo libro.

Vedi tutte le 36 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione