Cosa c'è dietro le stelle?

Jostein Gaarder

Traduttore: L. Cangemi
Illustratore: P. Cardoni
Editore: Salani
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 30 aprile 1999
Pagine: 160 p., ill.
  • EAN: 9788877828354
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 5,40

€ 10,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Selina

    23/04/2009 18:48:42

    Meraviglioso.Con buone riflessioni e idee.Stupendo per i bambini e per gli adulti,fa pensare..leggetelo.

  • User Icon

    Barbara

    17/07/2008 12:35:00

    Storiella carina ma secondo me un pò troppo banale per un pubblico adulto. Va benissimo invece per bambini e ragazzini. Gaarder è uno dei miei autori preferiti ma sinceramente preferisco altre sue opere come "la ragazza delle arance" o "il viaggio di Elisabet". Ho aquistato anche il famosissimo "il mondo di Sofia" che però non ho ancora letto ma mi ispira molto.

  • User Icon

    Tiz

    11/10/2007 23:07:23

    Uno dei libri bellissimi di Jostein Gaarder, pieno di fantasia, serenità e concetti filosofici alla portata di tutti. Avventura per i bambini, riflessioni per i genitori... un capolavoro.

  • User Icon

    Giulia

    03/07/2006 21:17:32

    Questo libro mi ha fatta commuovere,e mi ha colpita in modo particolare,difatti l'ho letto più di una volta. Un capolavoro.

  • User Icon

    Giulia

    22/02/2006 20:07:42

    Gaarder fa ragionare. Bella la concezione dell'infinito.. dell'universo.. cosa c'è dietro le stelle? e SE IL mONDO FOSSE UNA fAVOLA?

  • User Icon

    Michele

    14/04/2005 21:04:04

    Una piacevolissima lettura che ci propone spunti di pensiero interessanti e profondi. Come molti libri di Jostein può essere letto ad ogni età e fa coglire significati diversi in base alla maturità del lettore.Ci ricorda inoltre un principio secondo me importantissimo quale il relativismo di tutto ciò che ci circonda, il dubitare di ogni cosa e di conseguenza non aver paura di ciò che non si conosce.

  • User Icon

    Edoardo

    10/06/2002 12:25:54

    Nonostante i buoni propositi non credo che questo romanzo-racconto possa considerarsi una pietra miliare alla pari del "piccolo principe". Manca l'abbinamento tra dolcezza espressiva e nobiltà di contenuti che ne farebbe un'opera di alto livello. Complessivamente lo stile è abbastanza asettico e il tema che mi pare essere trattato in modo più felice è quello della diversità tra gli uomini.

  • User Icon

    francesca

    01/01/2002 20:45:02

    Ho conosciuto Gaarder leggendo questo libro e da quando l'ho letto finalmente riesco a domandarmi "cosa c'è dietro le stelle". Voglio ringraziare Jostein Gaarder per essere riuscito, con i suoi libri, a farmi finalmente aprire gli occhi, a far tuffare la mia anima in un mondo che non vedevo, riuscendo così a scoprire una nuova consapevolezza. Semplicemente fantastico

  • User Icon

    Trinchero Fabio

    22/05/2001 00:12:22

    Vi siete mai chiseti cosa c'è dietro tutte le stelle? Avete mai visto il mondo come una favola, qualcosa di irreale creato dalla fantasia di un uomo per divertire dei bambini? E' proprio questo che Jostein Gaarder ha saputo raccontare parlandoci del Regno di Sukavati in un suo stile unico, capace di creare quell'atmosfera che ci fa tornare un po' bambini ma che, allo stesso tempo, ci fa crescere e ci aiuta a capire che forse il mondo non è come noi lo vediamo. Con la stessa grinta dei libri precedentemente scritti questo grande autore norvegese si afferma ancor di più nella classifica dei migliori scrittori europei contemporanei con la sua filosofia semplice fatta di ragionamenti leggeri ma allo stesso tempo profondi e ci regala un racconto molto gradevole che piacerà a giovani e meno giovani.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione