La Creazione (Die Schöpfung) - CD Audio di Franz Joseph Haydn,Philippe Herreweghe,Orchestre des Champs-Elysées

La Creazione (Die Schöpfung)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Franz Joseph Haydn
Direttore: Philippe Herreweghe
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: PHI
Data di pubblicazione: 13 novembre 2015
  • EAN: 5400439000186
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 29,50

Punti Premium: 30

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo gli anni londinesi e la scoperta del Messiah di Handel, che lo aveva profondamente colpito, Joseph Haydn si lancia nella stesura di un’opera sacra di grandi proporzioni. Per questo compositore assai devoto, si tratterà di un vero e proprio atto di fede che lo tormenterà per due anni e da cui nascerà un oratorio di penetrante intensità. Die Schöpfung (La Creazione), dopo aver conosciuto un successo immediato a Vienna, conquisterà l’Europa intera in meno di un anno. Qualche mese dopo l’uscita di Die Jahreszeiten (Le stagioni), Philippe Herreweghe prosegue dunque con quest’opera l’esplorazione delle più belle pagine vocali di Haydn, accompagnato dai solisti Christina Landshamer, Maximilian Schmitt e Rudolf Rosen. Grazie alla complicità dei suoi due ensemble preferiti – il Collegium Vocale Gent e l’Orchestre des Champs-Élysées – e alla straordinaria tavolozza di colori e di timbri che anche questa volta riesce a infondere loro, ci trasporta con raffinatezza e intelligenza nell’universo interiore del maestro viennese.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Franz Joseph Haydn Cover

    Compositore austriaco.Le vicende biografiche. Iniziò lo studio della musica sotto la guida del cugino J.M. Franck; a sei anni conosceva già molti degli strumenti che si usavano in orchestra; a otto anni si trasferì a Vienna, essendo stato prescelto da G. Reutter quale ragazzo cantore per la cappella di S. Stefano. Qui proseguì gli studi di canto, di violino, di clavicembalo e di composizione, raggiungendo un tale grado di maestria che quando, giunto alla muta della voce, fu dimesso dal coro, era già in grado di affrontare la professione di musicista. Ogni tipo di attività musicale gli era congeniale: dava lezioni di clavicembalo, suonava il violino in orchestra, scriveva facili composizioni «alla moda», accompagnava strumentisti e cantanti. Proseguiva intanto gli studi di composizione, allievo,... Approfondisci
Note legali