Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Cronache marziane - Ray Bradbury - copertina

Cronache marziane

Ray Bradbury

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Giorgio Monicelli
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Edizione: 3
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: XIV-271 p., Brossura
  • EAN: 9788804668169
Salvato in 366 liste dei desideri

€ 13,00

Venduto e spedito da Libreria Anarres

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 5,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Cronache marziane" (1950) è il resoconto della conquista e della colonizzazione di Marte tra il 1999 e il 2026: anno in cui lo scoppio di una guerra atomica richiama i terrestri sul proprio pianeta. Marte, pianeta antichissimo, resta nuovamente abbandonato. Sui suoi immensi mari di sabbia privi di vita passano i grandi velieri degli ultimi marziani, creature simili a fantasmi, ombre e larve di una civiltà che i terrestri, esseri ingombranti venuti da un mondo sordo e materialista, non hanno saputo vedere né comprendere.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,41
di 5
Totale 17
5
12
4
2
3
2
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesco

    25/07/2020 14:23:48

    Un libro magnifico, da leggere e successivamente da interpretare in quanto, nonostante sia stato scritto negli anni '50, sembri del tutto attuale. Non è un semplice libro di fantascienza, è un'analisi di come un progresso scientifico quasi esasperato e non seguito da un pari progresso "umano" e morale può portare alla fine dello stesso essere umano.

  • User Icon

    Pasquale

    17/05/2020 16:44:17

    Sono un amante del genere fantascientifico da quando era un bambino, e sono stato attratto dal titolo dell’opera visto che è stato scritto nel 1950 ed ero curioso di sapere come lo scrittore si fosse immaginato la colonizzazione di Marte. L’idea l’ho trovata molto bella e anche la descrizione dei marziani, ma poi nel complesso l’opera non l’ho apprezzata molto, merito anche del genere dell’opera. Si tratta di un insieme di racconti incentrati sulla colonizzazione di Marte, sugli usi e costumi di questo popolo e come gli umani riescono a distruggere tutto ciò con cui entrano in contatto. I racconti spesso sono interconnessi tra di loro, ma non sempre ciò succede quindi quest’alternarsi costante di personaggi senza che venga delineata alla perfezione la trama principale non mi ha fatto impazzire. Forse non ho compreso appieno quest'opera e per questo motivo non la consiglierei.

  • User Icon

    ValentinaMicaela

    15/05/2020 16:44:03

    Tema centrale di questo libro è l'arrivo degli "alieni terrestri" sul pianeta rosso, e lo scontro tra due civiltà e due maniere di intendere la vita e l'universo. Attraverso questo libro, Bradbury non solo ci regala un'opera di grande qualità ma trasmette anche un avvertimento verso l'uomo che vuole conquistare, espandersi e colonizzare ad ogni costo.

  • User Icon

    ema

    11/05/2020 14:12:08

    Bradbury, con una scrittura magnifica, multicolore, poetica, immaginifica, delicata, ma anche pronta ad accusare le brutture umane, ci racconta, come un mosaico composto da racconti, cosa potrebbe succedere all'umanità ed alla Terra, alla fine del XX secolo e l'inizio del XXI, ed una possibile colonizzazione di Marte. Scritto nei primi anni 50, è quanto mai profetico e con uno stile incredibile ci fa riflettere su ciò che facciamo, che abbiamo fatto e potremmo fare in futuro, corroborato da quel sottile humor che rende il tutto un capolav

  • User Icon

    Peppe LaBels

    08/03/2020 11:06:37

    Non mi ha colpito...

  • User Icon

    giulibe

    24/02/2020 22:35:47

    Forse non lho capito io ma vado controcorrente : l' ho trovato pessimo

  • User Icon

    f

    27/01/2020 08:52:21

    Non è un libro che parla di esplorazione spaziale nel senso tecnico e scientifico ma racconta le stranezze,i rapporti e le debolezze umane con una profondità e stile narrativo impeccabili.Un capolavoro che solo Bradbury poteva creare

  • User Icon

    Cristian

    04/12/2019 23:49:36

    Un piccolo capolavoro, un gioiellino

  • User Icon

    mat

    24/09/2019 17:35:26

    Buona la qualità di stampa. Il volume raccoglie in una serie di racconti lo svolgimento della colonizzazione di Marte da parte degli umani dal Gennaio 1999 ad Ottobre 2026. Racconti a volte aspri che portano a fare trasposizioni su altri eventi della storia "terracquea". Nel complesso si legge facilmente e piacevolmente ed a mio avviso lascia nel lettore un briciolo di pensiero sul quale riflettere. Una nota a margine, la copertina fa venire in mente un famoso film di fantascienza ma non ha niente a che vedere con il contenuto del libro.

  • User Icon

    Sandro Gramm. '74

    07/06/2019 07:45:51

    Insieme ai racconti di "Paese d'ottobre", "Cronache marziane" rappresenta il meglio della produzione del grande autore americano. In queste storie non manca davvero nulla, stile, trama e atmosfera di rara bellezza, un intrigante miscuglio tra fantascienza nera e horror visionario.

  • "Cronache Marziane" è una raccolta di 28 racconti che narrano di una surreale colonizzazione del pianeta Marte da parte dei terrestri. Scritto e pubblicato negli anni '50 da Ray Bradbury, è stata ed è tutt'ora un'opera futuristica unica che offre al lettore interessanti spunti di riflessione, nonché una trasparente rappresentazione della storia americana di quegli anni. I racconti seguono un ordine cronologico, dal 1999 al 2026, ma non sono legati tra loro in maniera evidente. Sono infatti rarissimi e piuttosto vaghi i riferimenti tra un racconto e l'altro, quindi ogni storia risulta avere “vita propria”, pur facendo parte della medesima epopea principale. Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, non si tratta di un libro di fantascienza, o meglio, non in senso stretto. Questo particolare appare evidente sin da subito, in quanto non sono presenti descrizioni puramente scientifiche né elementi di astronomia. E' chiaro che all'autore stava a cuore principalmente indagare la psiche, le inquietudini e le bizzarrie degli esseri umani, più che raccontare tecnicamente un viaggio nello spazio. La scienza diviene quindi il “campo di battaglia” utile a Bradbury per esplorare le dinamiche mentali dell'uomo, sempre alla ricerca della felicità al di fuori di se stesso. La scrittura ammaliante di Ray Bradbury, che conosco in realtà da soli tre anni, mi ha rapita anche questa volta. Considero questo autore un genio assoluto, in quanto ha la capacità di rendere poetica, piacevole e accattivante qualsiasi trama. Nelle sue storie assurde e originali, è sempre presente anche un pizzico di malinconia, caratteristica che amo particolarmente nei suoi scritti.

  • User Icon

    Pasquale

    10/03/2019 22:12:53

    Un capolavoro della fantascienza, visionario. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    NikD.

    20/09/2018 17:23:56

    Capolavoro assoluto! Personalmente considero questo libro il miglior lavoro di Bradbury (persino migliore di Fahrenheit 451). Il racconto diviso in tappe della colonizzazione di Marte è un'avventura che va ben aldilà dei suoi elementi fantascientifici. L'autore utilizza l'espediente dei viaggi spaziali per parlare di noi, dell'uomo, della nostra civiltà, della società che abbiamo costruito. Alcuni passaggi sono davvero epici e memorabili. 10 e lode!

  • User Icon

    Jessica

    20/09/2018 12:15:12

    bellissimo, profondo e dettagliato.

  • User Icon

    Lorenzo

    19/09/2018 20:09:15

    Un libro che difficilmente si può descrivere, vista la complessità che si nasconde dietro a una narrazione molto scorrevole. Si tratta di un libro assai diverso dal ben più famoso Fahrenheit 451 e anche se è difficile fare paragoni, ritengo che Cronache marziane sia addirittura di livello superiore.

  • User Icon

    Giuly

    14/02/2018 21:25:54

    L'ho letto e riletto piu volte, ed ogni volta mi è sembrato di scoprire una sfumatura nuova. Un capolavoro inarrivabile; per me uno dei migliori romanzi di tutti i tempi.

  • User Icon

    Francesco

    27/09/2017 06:25:07

    Capolavoro di fantascienza che in alcuni racconti tocca vette di immaginazione e intensità rare.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente
  • Ray Bradbury Cover

    Ray Douglas Bradbury è stato narratore e sceneggiatore televisivo e cinematografico.Nato nel 1920 in Illinois, si è diplomato a Los Angeles. Ha fatto il venditore di giornali agli angoli delle strade di Los Angeles dal 1938 al 1942, trascorrendo le notti alla biblioteca pubblica e le giornate alla macchina da scrivere.È diventato uno scrittore a tempo pieno nel 1943. Molti suoi racconti sono apparsi in periodici prima di essere raccolti in Dark Carnival nel 1947.La sua fama nasce con la pubblicazione di The Martian Chronicles nel 1950 (pubblicato in Italia da Mondadori con il titolo Cronache marziane nel 1954 tradotto da Giorgio Monicelli, omonimo del regista e lontano parente di Arnoldo Mondadori).Dal romanzo Fahrenheit 451, del 1953 (in Italia tradotto sempre da Giorgio... Approfondisci
Note legali
Chiudi