Cuore depravato - Patricia D. Cornwell - copertina

Cuore depravato

Patricia D. Cornwell

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 24 novembre 2015
Pagine: 404 p., Rilegato
  • EAN: 9788804657873
Salvato in 33 liste dei desideri

€ 11,88

€ 22,00

Punti Premium: 12

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Con Cuore depravato Patricia Cornwell celebra i venticinque anni della sua straordinaria protagonista Kay Scarpetta, fenomeno internazionale senza precedenti, e ci offre una nuova e incredibile avventura dai toni oscuri e minacciosi.

Cambridge, Massachusetts. Kay Scarpetta riceve sul cellulare un messaggio che sembra arrivare dal numero di emergenza di sua nipote Lucy, con un link a un video girato da un apparecchio di sorveglianza che riprende la stessa Lucy e risale a quasi vent'anni prima. Ma come è possibile? La famosa anatomopatologa si ritrova così al centro di un vero e proprio incubo dai risvolti molto personali. Comincia a scoprire oscuri e terribili segreti che riguardano la nipote che lei tanto ama e che ha cresciuto come una figlia. A questo primo video ne seguono altri, con chiare e pericolose implicazioni legali, che lasciano Kay in uno stato di isolamento, preoccupazione e confusione. Non sa cosa fare né con chi confidarsi, non può nemmeno rivolgersi al marito Benton Wesley, né a Pete Marino e ovviamente non a Lucy. Il suo universo e quello di tutti coloro che lei ama viene messo a repentaglio da un piano diabolico, mentre lei stessa è alle prese con il caso della morte solo apparentemente accidentale della figlia di una ricca e famosa produttrice di Hollywood.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

1,64
di 5
Totale 11
5
1
4
0
3
1
2
1
1
8
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elisa

    02/09/2017 11:49:11

    Brutto, lento e ancora brutto. Di una noia mortale. Dove sono finiti i miei amati personaggi della Cornwell?! ..di sicuro non qui

  • User Icon

    Amos

    10/03/2017 19:40:44

    E' il "migliore", nel reparto degli ultimi pessimi, perchè la trama svicola un po' dall'ormai trito e ritrito "sistema Scarpetta". Siamo lontani anni luce dalla Kay di 20 anni fa. Ormai tutti i romanzi ruotano attorno alla perspicacia, lungimiranza e presunzione della patologa. Questa volta (non vorrei sbagliarmi) la tonicità dei muscoli dei suoi "vassalli" viene esaltata solamente tre volte ma in ben due volte in termini superlativi. Chiaramente la bellezza di Benton non è intaccata dall'età, come pure l'attrattiva sessuale che avvince entrambi (ma non dovrebbe ormai essere in menopausa la nostra Kay?). Ormai stiamo rasentando la fantascienza più grottesca. Bisogna proprio avere una grande forza di volontà per leggere questi romanzi. Le lungaggini nel descrivere strade, alberi, case, automobili... meno male che, ormai, la conosciamo e possiamo tranquillamente saltare paragrafi interi. Sappiamo già che è una mente superiore con tanto di lauree e che si offende se viene chiamata signora.

  • User Icon

    Elena

    22/10/2016 18:24:50

    Sono partita svantaggiata con questo libro perché non ho letto i precedenti quindi non conoscevo i trascorsi tra Kay e Carrie, però la storia si capisce lo stesso. A parte questo, il libro mi è parso abbastanza lungo e noioso, piatto soprattutto nella prima parte dove avrebbero potuto essere tagliati molti dialoghi non necessari. Poi comunque mi pare che le capacità di questa Carrie siano state un po' esagerate: vede tutto lei, fa tutto lei, è furba solo lei ... Mah, è un po' inverosimile. Mi piace invece la figura di Kay Scarpetta e per questo motivo tenterò di leggere altri libri della Cornwell, dato che a quanto ho sentito i precedenti sono migliori. Questo libro invece l'ho letto fino alla fine perché la scrittura è comunque buona, però ci sono arrivata con fatica.

  • User Icon

    Eloina

    18/04/2016 17:11:11

    Uno dei suoi migliori libri.

  • User Icon

    Tatiana

    20/03/2016 19:32:58

    Che fatica finire questo libro! Noioso, lungo, ripetitivo insomma proprio brutto, lo sconsiglio

  • User Icon

    honhil

    02/02/2016 17:16:18

    Patricia D. Cornwell si è persa ineluttabilmente tra le pagine del suo dattiloscritto, ma nonostante ciò ha trovato un editore. E quelli italiani si sono accodati. Davvero dei cuori depravati.

  • User Icon

    paola

    18/01/2016 12:26:02

    buon thriller, ben scritto e ben contenuto nella suspence, anche se a tratti noioso, specie le prime duecento pagine

  • User Icon

    shghedro

    16/01/2016 18:37:20

    Acquisto sconsigliato assolutamente, o almeno attendete la versione economica o meglio ancora quella riassunta. A metà libro ero orientato sul 3/5 poi un continuo scemare. Lei, solita bella donna, con queste tette che ogni uomo osserva prima ancora di guardarla negli occhi, continuamente a ripetere che ha 2 lauree. Questa nipote che ha sotto scacco l'intera FBI (superintelligentissima e tanto altro), nella quale milita il marito Benton Wesley (altro pezzo da 90, bell'uomo, preparatissimo, tutto -issimo), poi la compagna della nipote, anche lei nell'FBI, poi la sua ex amante, anch'essa nella FBI ed ora pericolosissimo killer; le indagini sono condotte dalla loro ex compagna di accademia, reginetta di bellezza, guardacaso sposata con il giudice incaricato del caso. Un microcosmo criminale intrecciato alla sua famiglia. Poco credibile, assolutamente. Postmortem è lontano anni-luce.

  • User Icon

    Manuela

    17/12/2015 14:26:30

    Libro di rara bruttezza, devo ancora finire di leggerlo, salterò qualche pagina, tanto ripete sempre le stesse cose; in 100 pagine ci stava tutto. Sta nipote bellissima, bravissima, intelligentissima, ricchissima, ha stufato. La storia è inesistente, ripetitiva, assurda. Questa autrice è sempre più scadente.

  • User Icon

    serbet

    07/12/2015 13:17:09

    o meglio titolo LETTORE DERUBATO. Si riempiono pagine su pagine di sole ripetizioni e descrizioni, alla fine la soluzione non è come si dice nei gialli "inaspettata" bensì assurda e interlocutoria per preparare il prossimo libro che non mancherà. Una delusione totale.

  • User Icon

    BARBARA

    01/12/2015 11:21:11

    Mi spiaceva non prenderlo e l'ho comperato. A pagina 20 ero già pentita. Pessimo. Tutto il mondo ce l'ha con Kay Scarpetta con la sua famiglia e con i suoi amici, mentre lei sempre perfetta superiore ad ogni cosa se pur dolorante per una ferita affronta tutto con insopportabile stoicismo. Non avevo comperato il libro precedente Autopsia Virtuale e non dovevo comperare nemmeno questo. Rileggerò "Insolito e crudele" per cercare di ricordarmi perchè la Cornwell mi piaceva ...

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Patricia D. Cornwell Cover

    Scrittrice statunitense, discende dall'autrice de La Capanna dello Zio Tom. È stata cronista di nera prima di diventare analista informatico presso l'ufficio di medicina legale della Virginia. È tra i fondatori dell'Istituto di scienze e medicina forense della Virginia e Senior Fellow dell'International Crime Scene Academy del John Jay College of Criminal Justice, nonché membro del McLean Hospital's National Council, dove è un sostenitrice della ricerca psichiatrica.Ha esordito nella narrativa nel 1990 con il romanzo Postmortem (in Italia nel 1995), l'unico romanzo ad aver vinto nello stesso anno i premi Edgar, Creasey, Anthony, Macavity e il Prix du Roman d'Aventure. Il successo, raggiunto a livello mondiale con Oggetti di reato (1993), è andato crescendo... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali