Da rospo a principe. Minimo diario di quindici anni vissuti faticosamente al limite, alla ricerca di sé

Stefano Borzumato

Editore: ArtEventBook
Anno edizione: 2012
Pagine: Brossura
  • EAN: 9788896356333
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    massimo

    28/10/2013 22:20:25

    Il libro è molto divertente. Acerbo in alcuni aspetti forse, ma zeppo di citazioni e riferimenti puntuali, nonché di giochi di parole da fare invidia a Bartezzaghi. Il riferimento ad Umberto Eco presente nel sottotitolo è già indice dei contenuti.

  • User Icon

    tommaso gabbani

    19/03/2013 10:57:06

    "Da Rospo a Principe" un romanzo ironico scritto in forma di diario da Stefano Borzumato dove si racconta gli anni dell'infanzia fino all'adolescenza di un bambino che tra carambolesche situazioni di vita quotidiana, cerca di sopravvivere mettendosi in luce agli occhi del padre e successivamente da adolescente, agli occhi dei compagni di scuola. Un libro ironico e allo stesso tempo esistenziale, che ricorda il "Giamburrasca" profondo di ognuno di noi. Scritto con un linguaggio ricercato e attento, che in maniera leggera, sottolinea le forti emozioni che ogni piccolo uomo deve affrontare per trovare i suoi spazi all'interno, prima della famiglia, e poi nella società. Una storia comune come tante altre, ma che nasconde in sé il fascino dello stravagante nella normalità, e questo grazie alla penna di Stefano, che sa raccontare le emozioni del protagonista facendole brillare come specchi al sole. Un diario che riporta tutti a pensare alla propria infanzia e che si legge con piacere e con il sorriso perché è un invito ai ricordi più teneri che tutti abbiamo dentro di noi.

  • User Icon

    Roberto Gordini

    21/12/2012 11:30:20

    Si legge il libro e cuore e mente parlano tra loro perchè analizza con dolcezza ed intensità l'incontro/scontro tra due generazioni illustrando un percorso di memoria comune. Il racconto, autobiografico ma dal respiro universale, coglie difficoltà, illusioni, speranze del delicato e tipico periodo tra i 10 e i 16 anni consentendo, con stile innovativo, rapido e coinvolgente, delle vere e proprie indicazioni d'uso per chi è figlio e per chi lo è stato. Stile caratteristico di innovazione linguistica e recupero del parlare forbito senza alcuna presunzione ma con la piacevolezza di attingere alle fonti della nostra lingua adeguandola alla quotidianità. Da non perdere.

  • User Icon

    giampiero lizzi

    02/10/2012 16:36:28

    Una biografia diversa e originale, in qualche punto un po' ripetitiva , almeno nei toni. Ma gradevole, scorre e ci si ritrova facilmente. Da leggersi.

  • User Icon

    Elisabetta

    27/07/2012 17:56:52

    Un libro ben scritto, un linguaggio forbito e inusuale che evidenzia la povertà d'espressione della cultura dominante. Espedienti lessicali, citazioni letterarie, leit-motiv, figure retoriche e chi più ne ha più ne metta, rendono la lettura del tomo un'esperienza ad alto tasso di gradevolezza senza sconfinare nel divertissement dell'esercizio di stile; avvenimento del resto improbabile essendo il limite un concetto ben chiaro allo scrittore. L' autore ci ri-porta ad attraversare il pluriaccidentato (per tutti!) terreno dei drammi, traumi, successi, sconfitte, euforie, e turbamenti infantil-adolescenziali; in quello che per lui (e per molti, ma non per tutti!) è un cammino di ricerca oltre i propri limiti (stavolta si!) teso ad illuminare la linea d'ombra che lo separa da un sé stesso con cui poter dialogare.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione