Dame Janet Baker interpreta Beethoven, Mozart, Schubert - SuperAudio CD ibrido di Ludwig van Beethoven,Wolfgang Amadeus Mozart,Franz Schubert,Dame Janet Baker,Raymond Leppard,English Chamber Orchestra

Dame Janet Baker interpreta Beethoven, Mozart, Schubert

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Raymond Leppard
Supporto: SuperAudio CD ibrido
Numero supporti: 1
Etichetta: Pentatone
Data di pubblicazione: 5 maggio 2005
  • EAN: 0827949013461

€ 20,50

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Questo disco ci offre la possibilità di ammirare l’arte raffinata di Janet Baker in un repertorio che abbraccia il raffinato Classicismo viennese e le evocative suggestioni del primo Romanticismo, spaziando da arie operistiche e da concerto virtualmente sconosciute ad alcuni caposaldi della letteratura liederistica di ogni tempo. La cantante inglese trova nella English Chamber Orchestra diretta con garbo e infallibile buon gusto da un ispirato Raymond Leppard il partner ideale. Un disco di straordinaria bellezza, da non lasciarsi assolutamente sfuggire.

Disco 1
1
Baker, Dame Janet - La Clemenza Di Tito Kv 621 (Ti
2
Parto! Parto, Ma Tu Ben Moi
3
Deh, Per Questo Istante Solo
4
Baker, Dame Janet - Abendempfindung Kv 523
5
Baker, Dame Janet - Das Veilchen (Ein Veilchen Auf
6
Baker, Dame Janet - Egmont Op. 84 (Ouvertuere Und
7
Die Trommel Geruehret
8
Freudvoll Und Leidvoll
9
Baker, Dame Janet - No, Non Turbarti Woo 92a (Konz
10
Baker, Dame Janet - Ah, Perfido Op. 65 (Konzertari
11
Baker, Dame Janet - Staendchen (Zogernd Leise) Op.
12
Baker, Dame Janet - Rosamunde Op. 26 D 797 (Schaus
13
Der Vollmond Strahlt
14
Baker, Dame Janet - Lazarus Oder Die Feier Der Auf
15
So Schlummert Auf Rosen
16
Baker, Dame Janet - Alfonso Und Estrella D 732 (Op
17
Konnt' Ich Ewig Hier Verweilen
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Ludwig van Beethoven Cover

    Compositore tedesco. La formazione musicale e culturale. Dei suoi antenati, contadini fiamminghi, si hanno notizie che risalgono al sec. xvi; il nonno Ludwig, forse il primo musicista della famiglia, aveva lasciato nel 1731 la terra d'origine per stabilirsi a Bonn come strumentista della cappella arcivescovile; anche il figlio di lui, Johann (il padre di B.), fu stipendiato come tenore nella stessa cappella. Le ristrettezze economiche e i disordini psicologici di Johann, che finì alcoolizzato nel 1792, segnarono l'infanzia di B. Dopo un tentativo del padre di lanciarlo come ragazzo prodigio (tentativo che fallì), egli iniziò la sua vera e propria educazione musicale sotto la guida di C.G. Neefe, un seguace dello stile «sentimentale» di Ph.E. Bach, che gli aprì... Approfondisci
  • Wolfgang Amadeus Mozart Cover

    Compositore austriaco. Il «bambino prodigio». i primi viaggi a monaco, parigi e londra. Il padre Leopold era maestro di cappella presso il principe arcivescovo di Salisburgo quando Wolfgang nacque, il 27 gennaio. Prima ancora di imparare a leggere e a scrivere, il piccolo M. rivelò prodigiose doti musicali, tanto che a quattro anni già suonava il clavicordo e a cinque componeva minuetti che il padre trascriveva. Anche la sorella Marianna, detta Nannerl, di cinque anni maggiore, suonava il clavicembalo con grande abilità; cosicché Leopold, perseguendo tenacemente l'educazione musicale dei figli, pensò di metterne subito a frutto le qualità precoci. Nel gennaio 1762 Leopold si recò con la famiglia alla corte dell'elettore di Monaco di Baviera, dove i due piccoli musicisti tennero concerto, suscitando... Approfondisci
  • Franz Schubert Cover

    Compositore austriaco.Gli anni di formazione e i primi lavori. Figlio di un maestro originario della Slesia, trascorse tutta la sua esistenza, tranne qualche giro turistico e due brevi periodi di insegnamento in Ungheria, a Vienna e nei suoi immediati dintorni. Nel 1808, grazie al suo talento musicale, poté entrare a far parte del coro della cappella della corte imperiale. Come fanciullo cantore frequentò anche il seminario imperiale, dove ricevette una buona istruzione. Nel 1813, respinta l'offerta di un'altra borsa di studio, lasciò la scuola per far pratica come insegnante, studiando nel frattempo la composizione con Antonio Salieri, che già aveva notato il suo talento. Durante i tre anni successivi S. visse con la famiglia e insegnò nella scuola del padre, componendo intanto i suoi primi... Approfondisci
Note legali