Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 10 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Delitto sotto il Sole
7,99 €
DVD
Venditore: IBS
+80 punti Effe
7,99 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,99 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
7,99 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Delitto sotto il Sole di Guy Hamilton - DVD
Chiudi

Descrizione


In un'isola del Mediterraneo, arriva un gruppetto di ricchi inglesi per trascorrere le vacanze, fra di loro c'è anche una giovane attrice capricciosa, che viene assassinata misteriosamente: un investigatore indaga.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Evil Under the Sun
Gran Bretagna
1981
DVD
3259190258693

Informazioni aggiuntive

Universal Pictures, 2010
Universal Pictures
90 min
Inglese (Mono);Italiano (Mono);Spagnolo (Mono);Tedesco (Mono)
Italiano; Tedesco; Spagnolo; Portoghese; Olandese; Turco
1,78:1 Wide Screen
dietro le quinte (making of); trailers; foto

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(6)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(6)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Andrea
Recensioni: 5/5

Un Peter Ustinov eccezionale. Fotografia eccellente. Sicuramente il film meglio realizzato di tutta la serie. Chi ama i gialli e non l'ha visto deve vederlo.

Leggi di più Leggi di meno
Ffortunato
Recensioni: 5/5

Per me il più bello della serie di film tratti dai romanzi di Agatha Christie. Un thriller lo definiremmo oggi, ma io direi un giallo di quelli classici, ricco di colpi di scena e ad uso e consumo delle menti più intelligenti. Che bravo poi Peter Ustinov, ma anche il troppo poco noto e troppo presto deceduto Nicholas Clay. Da vedere e rivedere 100 volte, e direi anche da comprare!

Leggi di più Leggi di meno
Michele Martelossi
Recensioni: 5/5

Deliziosamente soffice ed elegante, “Delitto Sotto Il Sole” vanta un riconoscimento unico per l’isolana ambientazione togli fiato di Maiorca e la perfetta, meravigliosa ed indimenticabile colonna sonora di Cole Porter che ci prende sin dal primo fotogramma e ci conduce, con la stessa armoniosità dei raggi del sole, lungo questa fatica di Guy Hamilton. Cast contenuto ma stellare che vede, tra gli altri, la partecipazione della formidabile Maggie Smith, alle prese con il suo solito humor e gli intrighi di una vicenda alberghiera, fatta di vacanza e delitto insieme: un’affollata esperienza già percorsa dall’attrice in “Assassinio Sul Nilo” (1978) e poi bissata in “Gosford Park” (2001) in cui ritroveremo simili scheletri e segreti tra gli ospiti di una villa inglese che sembra pur essa un hotel, appannati dalla medesima, malcelata ipocrisia. Un giallo in costume nel vero senso del termine, ove il destino dei protagonisti si gioca sui discorsi talvolta impertinenti, talaltra salaci e sovrapposti in modalità “overlapping dialogues”: quella che consente agli attori, tutti egualmente blasonati, di non sopraffarsi l’un l’altro nelle scene collettive, bensì di sedere fianco a fianco, sullo stesso scalino. Eloquenti gli attimi che preludono all’omicidio: sospesi in una luce accecante che fa il vuoto intorno alla vittima, s’interrompono solamente al sordo tonfo del cannone di mezzogiorno ed è allora che il sempre più sornione Hercule Poirot, il detective dall’accento rigorosamente anglo belga, sfodera il suo mazzo di carte per cimentarsi nel gioco del “whodunnit?” con monsieur dame e sciogliere due casi in uno, superando se stesso. Eccellente!

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(6)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Guy Hamilton

1922, Parigi

Regista inglese. Eclettico e di saldo mestiere, incerto tra giallo venato d’umorismo (L’uomo dai cento volti, 1952), genere sentimentale (Manuela, 1957) e commedia transnazionale (I due nemici, 1961), esplora il mondo di James Bond dalla spettacolarità pirotecnica di Agente 007 - Missione Goldfinger (1964) con S. Connery, ai risvolti ironici di L’uomo dalla pistola d’oro (1974) con R. Moore. Discontinuo nel film di guerra (La giungla degli implacabili, 1957, ma anche il sonoro flop di I lunghi giorni delle aquile, 1969), torna con garbo al giallo classico tra Miss Marple (Assassinio allo specchio, 1980) e H. Poirot (Delitto sotto il sole, 1982) e prova un affondo ironico nel thriller con Il mio nome è Remo Williams (1985).

Peter Ustinov

1921, Londra

"Attore, regista e sceneggiatore inglese. Giovane prodigio del teatro britannico, costruisce in breve anche una solida carriera cinematografica grazie a un poliedrico talento interpretativo che si associa a una notevole arguzia. La sua prima apparizione di rilievo è in Volo senza ritorno (1942) di M. Powell ed E. Pressburger, mentre esordisce alla regia nel 1946 con School for Secrets (Scuola per segreti); seguono numerosissime interpretazioni nelle quali mette in mostra la sua innata predisposizione per i ruoli più ironici, non mancando di mostrare grande abilità anche in parti drammatiche. Nel 1951 è strabiliante nei panni di Nerone in Quo Vadis? di M. LeRoy, per poi recitare in Lord Brummel (1954) di C. Bernhardt e Lola Montès (1955) di M. Ophüls. Nel 1960 vince il primo Oscar come attore...

James Mason

1909, Huddersfield, Yorkshire

Attore inglese. Preferisce il palcoscenico a un futuro da architetto e si afferma a teatro secondo la più solida tradizione drammaturgica inglese di sobrietà e misura. Dai primi anni '30 comincia ad apparire sugli schermi in patria e, senza doti di prestanza fisica su cui far leva, comincia a lavorare su una maschera più interiorizzata e sofferta che culmina nei cupi riflessi di morte del terrorista irlandese braccato in Il fuggiasco (1947) di C. Reed. Chiamato a Hollywood, mostra di saper reggere i virtuosistici toni melodrammatici di Pandora (1950) di A. Lewin, al fianco di una lussureggiante A. Gardner, e si cimenta in complesse personalità maschili, dal risoluto feldmaresciallo nazista di Rommel, la volpe del deserto (1951) di H. Hathaway, al Bruto uccisore del proprio benefattore di Giulio...

Jane Birkin

1946, Londra

Attrice inglese. Magra e vagamente androgina, con un’espressione profonda e atteggiamenti potenzialmente anticonvenzionali, piace a R. Lester che la chiama dai palcoscenici dei teatri londinesi per una piccola parte in Non tutti ce l’hanno (1965). M. Antonioni la convoca l’anno seguente per un’apparizione in Blow-up (1966). Trasferitasi in Francia, il sodalizio sentimentale e professionale con il musicista e regista «maledetto» S. Gainsbourg le conferisce notorietà come interprete ansimante e disinibita di una celebre canzone scritta dal marito, «Je t’aime moi non plus», divenuta poi leit-motif dell’omonimo film del 1975 diretto sempre da Gainsbourg. Con gli anni e dopo il pedaggio di svariati ruoli sexy, trova finalmente spazio...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore