Delle acque - Leonardo da Vinci - copertina

Delle acque

Leonardo da Vinci

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Marianne Schneider
Collana: L'Italia
Anno edizione: 2001
In commercio dal: 30 novembre 2001
  • EAN: 9788838916762
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 6,13

€ 11,36
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'enorme mole di appunti che Leonardo lasciò in margine alla sua prodigiosa attività creativa e sperimentale di pittore, matematico, ingegnere, fisico, biologo, geologo sembra interessare più la storia delle scienze che non quella della letteratura. Eppure nei suoi scritti, tutti in volgare, non manca la ricerca instancabile di un linguaggio che si pieghi alle esigenze della materia trattata. In questo trattato sulle acque, acque fluviali e terrestri, Leonardo accompagna l'osservazione con la riflessione scientifica. Entrambe avrebbe poi utilizzato per progettare canali di navigazione e di irrigazione, e approfondire i suoi studi sui veicoli nautici, sule armi acquee e subacquee.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Leonardo da Vinci Cover

    (Vinci, Firenze, 1452 - Cloux, Amboise, 1519) pittore, scienziato e scrittore italiano. Trascorse la giovinezza a Firenze, protetto dall’ambiente mediceo. Nel 1482 si trasferì a Milano, alla corte di Ludovico il Moro. Tra il 1500 e il 1516 condusse vita errante: fu attivo a Venezia, a Mantova, a Firenze e ancora a Milano; poi a Roma, stipendiato da Giuliano de’ Medici. Morto Giuliano, sul finire del 1516 accettò l’invito di Francesco I a trasferirsi alla corte di Francia. La selva di appunti (circa 5000 fogli conservati in codici di inestimabile valore) che L. lasciò in margine alla sua prodigiosa attività creativa e sperimentale di pittore, matematico, ingegnere, anatomista, fisico, biologo, geologo, interessano più la storia delle scienze... Approfondisci
Note legali