Categorie
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Anno edizione: 2012
Pagine: 296 p. , Rilegato

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788804621997

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vivix

    27/11/2013 23.23.50

    I primi capitoli promettevano bene,ma non è andata proprio come me l'aspettavo.In Devilish l'attenzione della scrittrice è concentrata molto più sull'azione che sui sentimenti ed il libro ne ha risentito.La prosa lirica dell'autrice è molto più adatta all'introspezione psicologica che,in alcuni punti,ha lasciato un po' a desiderare.Troviamo grandi novità(alcune parecchio forzate):Paride,il quasi stupratore,è diventato un perfetto angioletto;Vittoria diventa un'Iride,cosa che farà aprire il passaggio verso gli Inferi che si trova nella città(per scongiurare il pericolo,non poteva andarsene?), Guglielmo spiegherà spesso e con facilità le sue ali(non dovrebbe soffrire le pene dell'inferno quando lo fa?) .Ma va be',queste cose possono passare,però l'imminente giudizio universale,la storia di Thanatos e la discesa agli Inferi,li ho trovati proprio ai limiti dell'assurdo perchè l'autrice li presenta con troppa leggerezza.La difficilissima discesa nell'Averno e le complicatissime prove da superare vengono trattate in un unico capitolo?Di fatti ne esce una cosa ridicola:Vittoria supera le prove con la facilità con cui avrebbe preso una penna in mano.Per non parlare della battaglia finale, assolutamente assurda. Si prospettava terribile, invece termina in un baleno.Eva diventa quasi caricaturale.Thanatos, che avrebbe dovuto essere il Diavolo per eccellenza,si rivela essere un buon nonnetto.Il modo in cui Guglielmo riesce a salvare dalla dannazione la propria anima:ridicolo e il "dono" di Thanatos se li poteva risparmiare.In Devilish mi sono mancati i sentimenti profondi e struggenti, i momenti romantici, le "sententie" e le citazioni di canzoni e opere, che in Angel avevano reso tutto più magico.

  • User Icon

    Paranormalcy

    17/02/2013 22.38.17

    Ho letto e amato amato Angel, e Devilish è davvero una delusione nonché una caduta di stile da parte dell'autrice. Vittoria, personaggio originale in quanto, benché angelo senza ali, non mantiene come punto centrale del libro la sua particolarità, in questo libro cambia radicalmente. Non è più una ragazza comune, naturale e VERA, no. Ora è un'Iride, essere specialissimo nonché unico nel suo genere ed inimitabile, ma non solo: tra tutte le Iridi lei è la più forte, coraggiosa e buona tanto da farsi aiutare da Satana in persona (reso dall' autrice un personaggio cortese, giusto e addirittura GENTILE... bah!). Insomma, ha snaturato Vittoria rendendola la classica e banale "bella brava e coraggiosa paladina della giustizia unica e prescelta". Oltretutto questa é una storia scontata. Noiosa e prevedibile. Libro sconsigliato. Non posso dare meno di uno ma l'avrei fatto volentieri.

  • User Icon

    Mockingjay

    03/01/2013 20.42.27

    È passato un anno da quando Vittoria e Guglielmo, l'angelo senza ali e il demone, si sono conosciuti e sono riusciti a rispedire Eva, il demone che tentava di separarli, all'Inferno, ma i loro guai non sono finiti. Hanno scoperto, infatti, che esiste un modo per far sì che i demoni possano viaggiare dagli Inferi fino alla Terra, e tutto questo potrebbe sfociare in una guerra apocalittica. Ma cosa può fare Vittoria, un angelo a metà? E soprattutto, non è davvero nulla più di questo? Una delle cose che ho più apprezzato è senza dubbio il notevole incremento delle scene d'azione: mentre all'azione, in Angel, era stato riservato un "angolino" nelle ultime trenta pagine, in questo sequel è decisamente più presente. Come vi ho anticipato prima, io adoro lo stile narrativo di Dorotea: poesia pura, senza mai diventare pesante o scadere in metafore che non stanno né in cielo né in terra. Ottimo lavoro. Una pecca è senza dubbio lo scarso approfondimento di alcuni personaggi, soprattutto nel caso di Guglielmo, che in Devilish non è niente di più che una comparsa. Ho invece apprezzato la crescita psicologica di Vittoria, e la sua profonda maturazione. Altro elemento da apprezzare è il finale, molto originale! Concludo dicendovi che, sia che abbiate apprezzato Angel, sia che non vi abbia fatto impazzire, non vi pentirete della lettura di Devilish, che mostra un grande miglioramento narrativo rispetto al precedente.

  • User Icon

    Persefone78

    22/11/2012 09.20.23

    E' un libro dedicato ad un pubblico molto giovane però ben scritto e piacevole, una lettura senza troppo impegno. L'ho trovato molto piu maturo rispetto ad Angel sia come caratterizzazione dei personaggi che dialoghi e descrizioni. Dopo aver letto "Dream" che è stata una vera e propria delusione non ero sicurissima di voler acquistare questo libro invece alla fine è stata una bella lettura per passare un tranquillo pomeriggio

  • User Icon

    LadyAileen

    20/10/2012 21.46.16

    Devilish è il sequel di Angel e ancora una volta la protagonista è la giovane Vittoria (scritto in prima persona) un angelo senza ali innamorata di un demone dagli occhi neri (difficile dimenticarselo). I libri sono strettamente collegati pertanto è consigliabile leggerli nel loro ordine. Devo ammettere che ho notato qualche miglioramento rispetto al volume precedente ma resta comunque una lettura leggera, scorrevole e senza troppe pretese. Rispetto al volume precedente il risvolto romantico è passato in secondo piano, lasciando spazio invece alla missione di Vittoria e dei suoi amici (l'ho apprezzato molto). Continua ad essere ambientato a Viterbo ma con una capatina a Londra e anche se la trama è più articolata e con molta più azione resta abbastanza prevedibile soprattutto se avete letto tutto o quasi sul genere. Finalmente molte domande trovano risposta come la mancanza delle ali di Vittoria o qualche notizia in più sugli angeli e i demoni. Una lettura semplice consigliata ad un pubblico adolescenziale che cerca qualcosa per rilassarsi.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione