Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Dies Irae
10,90 €
LIBRO USATO
Venditore: Memostore
10,90 €
disp. immediata disp. immediata (Solo una copia)
+ 5,00 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Memostore
10,90 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Condizione accettabile
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Memostore
10,90 € + 5,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Condizione accettabile
Chiudi
Dies Irae - Giuseppe Genna - copertina
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


Giugno '81 a Vermicino Alfredo Rampi, 6 anni, è incastrato in un pozzo artesiano. Diciotto ore di diretta televisiva raccontano la sua drammatica fine trasformandolo in un'icona mediatica, Alfredino. L'Italia non lo dimenticherà mai più. Nelle stesse ore: la scoperta delle liste della loggia P2, il processo Calvi, l'edificazione della città satellite di Milano 3 a opera dei fratelli Berlusconi. È l'alba di una nuova Italia, rammodernata e corretta Da chi? Ignara delle proprie ombre, la nazione-Titanic vara il suo decennio più patinato, gli Ottanta. Sulla scia, sballottati dalla Storia che nei decenni successivi stravolgerà il mondo - 1981-2006: la caduta del Muro, Tangentopoli, l'Iraq - galleggiano i personaggi di questo romanzo.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2006
761 p., Brossura
9788817010542

Valutazioni e recensioni

3,4/5
Recensioni: 3/5
(25)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(10)
4
(4)
3
(2)
2
(4)
1
(5)
I_love_my_beard
Recensioni: 1/5

Abbanonato sulle 400 pagine...non bastano sprazzi di genialità per salvare un libro e la sua storia...scrittura ridondante, pretenziosa e spesso irritante e noiosa.

Leggi di più Leggi di meno
gianni
Recensioni: 5/5

Libro bellissimo, era un po’ di tempo che non mi capitava di leggere un libro così bello (l’ho letto circa un anno fa (nel frattempo ho letto altri libri dello steso livello o superiore). Sullo sfondo della storia italiana degli ultimi venticinque anni si snodano le storie dei protagonisti del libro, tra cui Giuseppe Genna. La storia è scritta dal punto di vista dei vari personaggi (che danno il nome ai diversi capitoli). La scrittura però, almeno a me, non è risultata frammentaria, ma anzi direi che ho proprio divorato il libro. Struggenti e strazianti, almeno per che le ha vissute in diretta, le pagine su Alfredino Rampi ed il pozzo artesiano a Vermicino. La scrittura di Genna è sanguigna e dura, ma rende benissimo l’idea di cosa è stata la storia italiana degli ultimi anni, per lo meno dal punto di vista politico-economico. La lettura del libro mi ricordo che risultava ipnotizzante, mi era impossibile staccarmi dal libro. Sono stato contento di avere un po’ di acidità di stomaco in quel periodo almeno sfruttavo l’alzata a notte fonda per prendere un po’ di bicarbonato per leggere ancora qualche decina di pagine. E’ vero che il libro, vista anche la mole, è pieno di divagazioni, l’autore torna poi spesso su alcuni argomenti, ma l’effetto complessivo è grandioso. Non oso fare paragoni troppo azzardati ma questo romanzo mi ha ricordato molto i libri della scuola americana (De Lillo & C.). Mi è piaciuto talmente questo libro che ho comprato subito, appena uscito, Italia de profundis, il suo ultimo libro. Bene, tanto mi era piaciuto Dies Irae tanto mi è sembrato inutile, brutto e volgare Italia de profundis. Se volete un consiglio: leggete assolutamente Dies Irae, evitate, altrettanto assolutamente, Italia de profundis.

Leggi di più Leggi di meno
mytom
Recensioni: 3/5

Una faticaccia. Genna parte troppo spesso per la tangente e troppo spesso ritorna sugli stessi temi. Mi mancano un centinaio di pagine alla fine del romanzo e non ne posso più di leggere dell'osso iliaco che si spezza, del pozzo artesiano... Tuttavia il tema trattato è decisamente appassionante e la trama ben costruita, anche se le rivelazioni contenute nel romanzo non sono poi così eclatanti. Un 3 su 5 di stima...

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,4/5
Recensioni: 3/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(10)
4
(4)
3
(2)
2
(4)
1
(5)

Conosci l'autore

Giuseppe Genna

1969, Milano

"Diplomato al liceo classico Berchet e non laureatosi alla facoltà di filosofia dell’Università Statale, il Genna ha iniziato a lavorare nell’editoria molto presto, grazie all’editore Crocetti, che lo ha arruolato nella truppa che operava all’uscita mensile dell’eroica rivista Poesia. Prima di tale esperienza, il Genna era passato sotto il magistero del poeta Antonio Porta, scomparso il 12 aprile 1989.Successivamente, viene chiamato a collaborare presso la Presidenza della Camera dei Deputati, con un incarico che concerne l’organizzazione di manifestazioni artistiche e un lavoro più tecnico che gli permette di studiare da vicino gli atti e il funzionamento di commissioni governative quali quella sulla P2, sulle stragi e terrorismo. Risiede...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore