Difendere l'indifendibile

Walter Block

Traduttore: A. Dell'Olio
Editore: Liberilibri
Anno edizione: 1995
In commercio dal: 24/06/2008
Pagine: 276 p.
  • EAN: 9788885140172
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,29

€ 14,46

Risparmi € 2,17 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco

    22/01/2015 18:56:52

    Dopo parecchio tempo (il libro lo consigliò Sbarbi in una sua vecchia trasmissione televisiva) ho deciso di leggere Difendere l'indifendibile, titolo dal notevole effetto che farebbe pensare a un corso di autodifesa verbale per casi disperati. Man mano che andavo avanti mi chiedevo come abbia fatto questo testo a trovare così tanti favori, soprattutto tra la platea degli intellettuali. Il concetto nucleare è fin troppo chiaro e ripetitivo: l'economia libera e privatistica (lo Stato stia alla larga più che può) è cosa buona e giusta per tutti o quasi. Perché se anche ne beneficiano solo alcuni, gli altri non ne troveranno certo danno. Così Block in nome di questo semplice concetto imbastisce ragionamenti ben scritti ma non sempre comprensibilissimi arrivando sempre allo stesso risultato. Sebbene non ne capisco molto in materia di economia ho avuto l'impressione che nemmeno l'autore sia un luminare del settore, anzi magari è solo un appassionato. Così sebbene sia notevole la passione e la sicurezza con cui si difendono le categorie di manigoldi (una per capitolo) dopo poche righe finivo sempre per staccare la spina e avevo necessità di rileggere più volte per star dietro all'autore. Attenzione poi, vengono difesi solo i furbetti da quattro soldi, mai i delinquenti veri, anzi quelli sono risparmiati, anche nell'ottima postfazione a cura dello stesso autore in cui Block cerca di salvare il salvabile (tranquilli non c'è nessun sequel) in nome della morale, del pensiero conservatore e contro i libertini. Poi mi spieghi però come di possa lasciar stare tutti i delinquenti di grossa taglia (evasori fiscali per esempio) solo perché non usano la violenza. Anche se a sentire certi discorsi politici...

  • User Icon

    Silvio Carta

    13/10/2004 12:11:24

    lo cercavo da tempo per averne sentito parlare, è un testo che incontra per molti p d v il mio modo di vedere la società. è un buon libro, che, a mio modesto parere, DEVE esser letto.

Scrivi una recensione