Traduttore: A. Di Gregorio
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 maggio 2002
Pagine: 471 p.
  • EAN: 9788845252044
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvia

    07/08/2016 15:41:48

    Nel primo romanzo sulle indagini del commissario Charitos, la simpatia del protagonista contribuiva a risollevare le sorti della trama, in questo caso invece i punti deboli risultano amplificati, perché Charitos è sottotono. Ciò che resta quindi è una vicenda monocorde, in cui il movente è fragile e personaggi poco caratterizzati galleggiano su uno sfondo inconsistente.

  • User Icon

    Chiara

    10/01/2016 13:27:43

    Markaris mi ha conquistato con la seconda indagine del commissario Charitos. L'intreccio è costruito ad arte, con due casi apparentemente distinti che risultano invece essere legati a doppio nodo. L'ambientazione ci porta direttamente in Grecia, una nazione che cerca la svolta democratica, dopo la dittatura dei colonnelli. In realtà la corruzione e l'abuso di potere emergono chiaramente, man mano che Charitos si addentra nell'indagine. Il commissario è un personaggio a tutto tondo, molto umano a mio parere. Mi ricorda da vicino Montalbano, anche per la tagliente ironia.

  • User Icon

    p.s.

    05/10/2010 16:54:21

    Ehi ragazzi, ma tutti questi voti alti, tutti questi 5 vogliono dire che mettiamo Markaris allo stesso livello di Simenon e di Cammilleri??? Beh direi che non ci siamo proprio,... non c'e' paragone.

  • User Icon

    SALVADOR

    28/09/2010 13:25:38

    parlando di commissari, purtroppo questo non ha niente a che vedere con quelli di simenon o akunin e le magiche atmosfere ambientali, umane e dell'anima capaci di creare. storia priva di spunti di originalita', stile lineare (troppo, quasi piatto) sembra di leggere un giornale di cronaca quotidiana elencando fatti, traffico, meteo, nomi delle vie, con qualche spunto di banale ironia qua e la'(un vero tg!!). in compenso ho imparato a memoria i nomi delle vie di atene ripetuti centinaia di volte. nessuna poesia.

  • User Icon

    Alecs

    29/03/2009 16:13:20

    Charitos al pari di Poirot, Montalbano, Maigret,e chi più ne ha ne metta? Non solo. Markaris lo inserisce magistralmente in pagine terribilmente vive e davvero precise nel descrivere la Grecia e la Atene di oggi, con il traffico, la monnezza e le abitudini della pubblica amministrazione. Da leggere.

  • User Icon

    guja

    05/05/2008 23:43:31

    forse il più bello della serie dedicata al commissario charitos...rispetto agli altri, le avventure professionali del protagonista si mescolano in maniera più uniforme a quelle personali regalando una figura di commissario a tutto tondo.

  • User Icon

    Panos

    16/07/2007 17:39:18

    "Ho anche un altro vestito estivo, che indosso soltanto in casi eccezionali, anche perché è chiaro e lo macchio facilmente, mentre in questo scuro si vedono meno le macchie. Apro l'armadio e lo vedo appeso dentro una busta di cellofan a un appendiabiti di metallo, proprio così come l'abbiamo preso dalla lavanderia. Lo indosso, metto una cravatta in tinta, sempre la stessa ogni volta, anche perché è la sola che mi piace."

  • User Icon

    Darlene Alibigie

    27/01/2007 13:34:28

    Kostas Karitos rimane un bel personaggio, al quale è impossibile non affezionarsi. Per il resto rimane un giallo abbastanza convenzionale, ma almeno non è noioso come il primo della serie.

  • User Icon

    paolo grugni

    16/03/2006 14:40:18

    Markaris ha saputo dare vita alla figura di un poliziotto molto meno stereotipato del solito. Gli altri pregi arrivano da un sarcasmo spesso molto divertente e da una critica talvolta severa nei confronti della società greca. La storia conta poco o nulla, ma va bene così.

  • User Icon

    Michela

    29/06/2004 14:51:21

    Ho letto i libri di Markaris perchè amo tutto quello che è europeo... ma non so perchè, leggendoli mi immaginavo Charitos somigliante al tenente Colombo. Questo comunque non toglie che ho apprezzato moltissimo le descrizioni della Grecia com'è e non come noi, che pure siamo a pochissimi chilometri da essa, ce la immaginiamo. La letteratura come mezzo per la comprensione fra i popoli.

  • User Icon

    Nicola

    08/05/2004 18:37:44

    Un giallo avvincente e con una autoironia spassosa da vero greco! Non teme i confronti con "giallisti" piu' blasonati.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione