La differenza cristiana - Enzo Bianchi - copertina

La differenza cristiana

Enzo Bianchi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: Vele
Anno edizione: 2006
In commercio dal: 28 aprile 2006
Pagine: 117 p., Brossura
  • EAN: 9788806183592
LIBRO USATO € 5,40
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 5,40

€ 10,00

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

È ancora possibile una chiesa che sia presidio di autentico umanesimo, spazio di dialogo e di recupero di principi condivisi, luogo di confronto tra etiche e atteggiamenti individuali e sociali diversi? E la laicità dello Stato sa essere ambito in cui tutti, anche gli stranieri, si possono sentire accolti, capiti e rispettati nella loro diversità di cultura e religione? Queste riflessioni accolgono gi stimoli che vengono da eventi ordinari, ma vorrebbero aiutare a "pensare in grande", a cogliere nel frammento qualcosa del tutto, a ridare dignità e ampiezza di visione a prospettive troppo spesso tentate a ripiegarsi su un angusto cortile.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 6
5
2
4
2
3
0
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Tinama

    08/05/2008 17:54:58

    Non è un libro profetico, ma un libro illuminante, aperto al nuovo senza dubbio. Non è necessario rompere, distruggere per creare il nuovo. Enzo Bianchi sa farlo, pur rimanendo nell’ambito della Chiesa. Sa andare oltre con lo sguardo, ci fa respirare ossigeno per risorgere a vita nuova. Il libro ci interroga sui nostri comportamenti, non parla solo alla mente. A fine lettura mi rimane un dubbio sul concetto di laicità: non mi sembra chiara la elaborazione che l’autore ne fa.

  • User Icon

    Corrado

    14/11/2006 11:22:58

    Libro molto bello, in cui l'autore apre gli occhi e svela la matassa di pensieri di molti cristiani di oggi. Cristiani sempre più paurosi nei confronti del diverso, proprio perchè, in fin dei conti, assolutamente ignari delle fondamenta del loro credere. Libro da consigliare a quanti hanno responsabilità educative e comunicative a vario titolo. E libro da consigliare a tutti noi (anche non credenti) come piccolo aiuto al dialogo intra e interreligioso.

  • User Icon

    Simona

    15/07/2006 09:16:39

    Molto deludente! Manca di profezia ed è strano per l'autore. Le tesi proposte sono abusate al limite del banale. La questione della laicità è strutturata in maniera contorta. Peccato! Sembra che l'autore non abbia voluto osare di più.

  • User Icon

    Eugenio

    07/07/2006 14:01:55

    Riflessione di largo respiro che getta le basi per uno stile cristiano. Molto condivisibili le analisi su alcuni aspetti dell'oggi soprattutto per sfatare miti o persecuzioni inesistenti. Un vero peccato che queste riflessioni non arrivino anche ai vertici della chiesa per determinare un'inversione negli atteggiamenti e nelle prese di posizioni in particolare da parte della CEI. Penso aiuti molto tutti coloro che intendono seriamente ripensare al proprio essere cristiano in un mondo ricco di cambiamenti e sollecitazioni.

  • User Icon

    daniela, Firenze

    05/07/2006 12:19:55

    Deludente. Mi aspettavo qualcosa di più, nel seno di una concretezza nella critica. Certe volte non si capisce infatti chi è l'accusato e chi l'accusatore, sembra che Bianchi critichi certi atteggiamenti che poi ricalcano il comportamento odierno della gerarchia cattolica. Però Bianchi difende tale gerarchia! insomma, in molti passi del libro - che pure è scritto bene -il ragionamento si perde in una vaghezza dei referenti, risultando così fumoso e, forse, poco coraggioso. Nell'ultima parte, poi, si abbonda in discorsi un pò troppo retorici, belli, ma ampiamente abusati. Preferisco Bianchi quando parla di spiritualità. Peccato....

  • User Icon

    mary

    29/05/2006 17:04:50

    Un libro illuminato, per non aver paura di capire.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Enzo Bianchi Cover

    Fondatore e attuale priore della Comunità di Bose. Già durante gli anni universitari aveva, insieme ad altri giovani di diverse confessioni cristiane, fondato un gruppo di studi biblici, sulla scorta del Concilio Vaticano II. Si laurea in economia e commercio a Torino, quindi si ritira in solitudine in una cascina a Bose, una frazione abbandonata del Comune di Magnano sulla Serra di Ivrea, con l’intenzione di dare inizio a una comunità monastica e per tre anni (dall'8 dicembre 1965) vivrà in solitudine. Si aggiungeranno poi uomini e donne che sceglieranno quella via di riflessione e lavoro. la comunità viene approvata dal Vescovo diocesano che raccoglie le prime professioni monastiche. Enzo Bianchi, laico, è molto attivo all'interno... Approfondisci
Note legali