I diritti cultural-religiosi dall'Africa all'Europa

Curatore: F. Alicino, F. Botti
Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 1 marzo 2012
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: VII-426 p., Brossura
  • EAN: 9788834825594
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Il colossale fenomeno immigratorio sta conducendo anche in Europa ad una "liquefazione" della società. Nello stesso luogo prosperano molteplicità di culture: stili di vita, sistemi di senso, norme sociali di comportamento. La globalizzazione facilita l'insediamento stabile di ogni cultura esportata, la sua extraterritorialità. Sul piano dell'agire pratico si acquisiscono i modi del Paese ospitante, ma sul piano dei valori e dei sentimenti morali si resta fedeli alla propria cultura di provenienza, in molti casi impregnata di religione. Di qui il rischio di un "conflitto" di culture. Anche i cittadini immigrati di origine africana, benché appartenenti nel contesto europeo a confessioni di minoranza, intendono essere pubblicamente accettati e rispettati per ciò che globalmente sono. Le culture chiedono un riconoscimento pubblico, ovvero il diritto alla differenza; alla propria identità etnico-religiosa, il cui rispetto spesso s'afferma con la deroga alle regole di diritto comune. Donde quel nodo problematico che informa uno dei tratti più caratteristici delle moderne democrazie costituzionali: assicurare la coesistenza di queste comunità, evitando una settaria segmentazione del connettivo sociale; realizzare l'universalismo dell'eguaglianza, e dei diritti fondamentali in genere, a partire dalla differenza.

€ 39,95

€ 47,00

Risparmi € 7,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

40 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile