I discepoli del fuoco

Alfredo Colitto

Editore: Piemme
Collana: Bestseller
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 385 p., Brossura
  • EAN: 9788856618204
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,21

€ 9,78

€ 11,50

Risparmi € 1,72 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Trixter

    01/03/2016 09:57:17

    Colitto scrive bene, ha una prosa fluida e abbastanza semplice, molto armonica e musicale. Ma forse un pò troppo didascalica. La trama del libro è intrigante e i personaggi sono molto ben caratterizzati. Peccato che i colpi di scena, sparsi qua e là, siano piuttosto 'telefonati'. I Discepoli del Fuoco resta una piacevole lettura d'intrattenimento e Colitto è da considerare sicuramente uno dei migliori autori di thriller storici attualmente in circolazione nel panorama letterario italiano.

  • User Icon

    Mariflo

    05/08/2014 18:46:20

    Anche questo libro di Colitto mi è piaciuto da morire. L'ho divorato. E quando ti rendi conto che se abbandoni la lettura non vedi l'ora di riprenderla, significa davvero che il libro è riuscito bene. Prosa scorrevole, ritmo incalzante, personaggi credibili, un tuffo nella storia e originalità nella trama: questi gli ingredienti perfetti per questo libro. Ve lo consiglio.

  • User Icon

    Daniela

    17/11/2013 12:29:56

    Mi erano note le capacita' di questo autore, ma ad oggi non avevo mai letto nulla e devo dire che come primo approccio e' decisamente positivo. La trama e' dinamica e coinvolgente, i personaggi sempre all'altezza dei loro ruoli e la ricostruzione storica molto fedele e puntuale. Forse un pizzico di campanilismo ha influenzato il mio giudizio? In parte può essere, ma non del tutto : e' vero la mia città e' da sempre Bologna e leggendo mi sono ritrovata a camminare con i protagonisti in quelle vie a me familiari, avendo la sensazione di far parte del racconto e condividendo quella incalzante trepidazione che fa da filo conduttore all'intera narrazione. Comunque sfido chiunque a non apprezzare un libro dove abilita' e stile creano un connubio perfetto .

  • User Icon

    Yaris

    02/12/2011 22:29:20

    Qui mi trovo in difficoltà: ho dato 4 perchè 3 mi sembrava troppo basso, ma questo libro per me non se lo merita. Sull'intreccio niente da dire, una storia eccellente con un finale a sorpresa, però non mi è piaciuto lo stile in cui è scritto. L'ho trovato un po'... artificiale, non so come altro spiegarmi. Sembra che l'autore abbia forzato la mano ai suoi stessi personaggi, distribuendo virtù eccessive ai buoni e solo difetti a chi doveva interpretare la parte del cattivo. Forse è solo un'impressione, ma secondo me ha fatto perdere valore a un'ottima trama.

  • User Icon

    ziomio

    23/04/2011 15:55:12

    bello bello bello! ci sono tutti gli ingredienti per un ottimo thriller, bravo colitto!

  • User Icon

    Sydbar

    27/03/2011 19:42:46

    Siamo alla seconda avventura di Mondino de Liuzzi, medico anatomista, vissuto nella Bologna del XIV° secolo. Il ritmo del racconto se paragonato ad un motore può essere assimilato ad un turbo diesel che prende immediatamente giri, si infatti la storia dopo le prime pagine si infiamma ed è scandita da ritmi molto elevati. In questa seconda avventura i protagonisti della storia vengono analizzati sempre più nel profondo del loro animo mentre tutto attorno scorre a ritmi serrati. Colitto, l'autore, ancora una volta ha raccontato una storia la cui trama è ben articolata e porta il lettore a rimanere sempre attento e ansioso di proseguire con la lettura che rimane sempre piacevole. Il finale è a dir poco esplosivo con colpi di scena che si susseguono fin nelle ultime pagine con i personaggi che attraverso le loro passioni, delusioni, aspettative, illusioni e disillusioni si rendono ognuno, nel suo piccolo, protagonisti di una storia nella storia. Colitto senza arrampicarsi sugli specchi descrive una Bologna medioevale in modo ineccepibile rimanendo fedele alla realtà storica, scrivendo una storia la cui trama non si serve di azioni eclatanti e paradossali né di misteri ed argomenti occulti portati all'esasperazione, dei quali altri autori si sono serviti per accattivarsi le attenzioni del lettore, in quest'opera tutto è scritto con tanta semplicità avvalendosi delle caratteristiche umane dei suoi personaggi. Complimenti ancora una volta ad uno scrittore italiano che meriterebbe molta più gloria di quanta non ne abbia già riscossa. Libro consigliatissimo, si suggerisce la lettura dopo aver letto Cuore di Ferro primo libro della saga del protagonista Mondino de Liuzzi.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione