Categorie

Budd Schulberg

Traduttore: V. Mantovani
Collana: La memoria
Anno edizione: 2007
Pagine: 611 p. , Brossura
  • EAN: 9788838921674

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    matteo

    21/05/2013 16.20.03

    Un bellissimo romanzo a sfondo autobiografico, 600 pagine davanti alle quali si ride e si piange: il miglior tributo possibile alla figura di Fitzgerald, in cui si avvertono l'affetto, l'ammirazione e la compassione dell'allievo nei confronti del maestro ingiustamente dimenticato dai suoi contemporanei. Da leggere, magari a breve distanza da "L'amore dell'ultimo milionario", il grande romanzo incompiuto a cui Fitzgerald stava lavorando nel periodo in cui ha vissuto con Schulberg la sfortunata avventura come sceneggiatore di Hollywood all'origine di questo libro.

  • User Icon

    chiara surrenti

    18/05/2012 22.09.25

    Questo libro è parzialmente autobiografico. Da giovane sceneggiatore Shulberg affiancò Scott Fitzgerard, assunto per scrivere la sceneggiatura di un film che avrebbe dovuto, grazie all' autore, avere un grande successo. Fitzgerard è molto malato, e ha visto la sua vita fallire; le sue opere sono state parzialmente dimenticate, il suo matrimonio con Zelda naufragato. Ancora Fitzgerard resta, però, un grande scrittore, per cui non riesce a scrivere la sceneggiatura telenovellare che il produttore vorrebbe. Qualsiasi cosa scriva è troppo al di sopra di ciò che gli viene chiesto. Per me è stato commovente sentire come Schulberg stesso sia stato prima in adorazione del Grande Scrittore del passato, poi deluso scoprendone tutti i limiti, la vanità, le sconfitte, e gli sia restato comunque fedele ed abbia cercato di aiutarlo, semplicemente..c' è una specie di tenerezza in questo.Lo consiglio, è avvincente e reale.

Scrivi una recensione