Divertimenti - Notturni - CD Audio di Wolfgang Amadeus Mozart

Divertimenti - Notturni

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Concerto
  • EAN: 8012665202325

€ 20,32

€ 23,90
(-15%)

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 23,90 €)


La predilezione di Mozart per i timbri ambrati del clarinetto, e del suo più tenebroso cugino, il corno di bassetto, risale soprattutto all'ultima parte della sua stagione creativa. A tale passione non furono certamente estranei né la frequentazione con il celebre clarinettista Anton Paul Stadler, dedicatario o ispiratore delle opere mozartiane per questi strumenti, né la spensierata, ancorché colta atmosfera dei mercoledì del barone Nikolaus Joseph von Jacquin, nel cui palazzo, presso il botanischer Garten, amava riunirsi l'intellighenzia illuministica e massonica viennese nell'ultimo scorcio del secolo decimo ottavo. In queste serate, non si discuteva solo di filosofia, di arti e di scienza, ma – oltre a divertenti giochi di società – si faceva pure musica ad altissimo livello. Del resto, lo stesso Stadler vi era ospite pressoché fisso, insieme ad altri virtuosi dello strumento. In questa cornice nascono dunque sia i Notturni KV 437 e 439 per tre voci, due clarinetti o tre corni di bassetto, su testi di Metastasio, sia i cinque Divertimenti per lo stesso organico (senza le voci) KV 439b.

  • Wolfgang Amadeus Mozart Cover

    Compositore austriaco. Il «bambino prodigio». i primi viaggi a monaco, parigi e londra. Il padre Leopold era maestro di cappella presso il principe arcivescovo di Salisburgo quando Wolfgang nacque, il 27 gennaio. Prima ancora di imparare a leggere e a scrivere, il piccolo M. rivelò prodigiose doti musicali, tanto che a quattro anni già suonava il clavicordo e a cinque componeva minuetti che il padre trascriveva. Anche la sorella Marianna, detta Nannerl, di cinque anni maggiore, suonava il clavicembalo con grande abilità; cosicché Leopold, perseguendo tenacemente l'educazione musicale dei figli, pensò di metterne subito a frutto le qualità precoci. Nel gennaio 1762 Leopold si recò con la famiglia alla corte dell'elettore di Monaco di Baviera, dove i due piccoli musicisti tennero concerto, suscitando... Approfondisci
Note legali