Dizionario delle letterature classiche

Curatore: M. Howatson, M. Bettini
Editore: Einaudi
Collana: Grandi opere
Anno edizione: 1993
Pagine: XIX-1030 p.
  • EAN: 9788806130954

€ 23,70

€ 43,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

24 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 37,32

€ 43,90

Risparmi € 6,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile


scheda di Andrisano, A., L'Indice 1994, n. 5

Si tratta della versione italiana della seconda edizione dell'"Oxford Companion to Classical Literature", aggiornata dalla Howatson sulla prima a cura di Sir Paul Harvey (1937). Le traduzioni italiane di F. Mencacci, G. Aquaro, L. Beltrami, coordinate da M. Bettini, sostanzialmente fedeli all'originale, risultano tuttavia alleggerite dei frequenti rimandi alla letteratura e alla cultura inglese (sostituiti con occasionali riferimenti a quella italiana o europea), nonché delle indicazioni bibliografiche ritenute superflue per il lettore non specialista. Ne deriva uno strumento di notevole agilità che in 2730 lemmi copre un arco temporale di straordinaria ampiezza (dalla civiltà minoica all'età bizantina), non senza delineare brevemente la storia della trasmissione dei testi antichi fino alla scoperta della stampa, per giungere quindi a editori della statura di Aldo Manuzio (1449-1515), la cui stamperia veneziana produsse notoriamente le edizioni di quasi tutti i principali autori greci. Il titolo italiano di quest'opera preziosa, che viene ad aggiungersi, senza sovrapporsi, ad analoghe (non altrettanto felici) iniziative editoriali, è riduttivo: non rende giustizia all'ambiziosa e consistente realizzazione del primo compilatore, n‚ al recente aggiornamento della Howatson, attenta a colmare i settori di filosofia e istituzioni politiche e a rielaborare con la collaborazione di specialisti i lemmi di carattere tecnico. D'altronde il termine inglese 'companion' definisce uno strumento alieno dall'oggettiva asetticità del repertorio di 'realia', non si lascia ridurre a manuale o prontuario, n‚ tantomeno convertire a un desueto vademecum. Si tratta piuttosto di una guida affidabile con cui avventurarsi nelle letterature classiche in un percorso aperto a molteplici direzioni, disseminato di ostacoli e che richiede perciò ogni genere di passepartout. Questa è la funzione che sapientemente svolge il nuovo "Dizionario", che nelle intenzioni del primo compilatore voleva raggiungere due obiettivi: da un lato fornire al lettore comune le conoscenze necessarie a comprendere lo svolgimento delle letterature classiche, i principali autori e le rispettive opere; secondariamente garantire i tasselli necessari a ricostruire il loro background storico -politico, sociale, religioso ecc. Ecco allora che accanto a voci come Eschilo, "Aulularia", romanzo e a quante altre sono attinenti ad autori, opere, generi, compaiono lemmi più specificamente tecnici di ambito linguistico (dialetti), stilistico-retorico (metonimia), metrico (coriambo); e non mancano i più rilevanti riferimenti storico-geografici (Corinto, guerra di Ponto), religioso-zstituzionali ('feriae Latinaem sacrificio'), mitici (Teseo) e così via, fino a toccare gli aspetti più svariati della cultura classica, anche materiale. Un'utile appendice di cartine geografiche chiude il volume. Opportuno sarebbe anche un indice finale, almeno dei lemmi che forniscono le informazioni generali come abbigliamento, danza, papirologia, toeletta ecc.