Categorie
Traduttore: S. Ristori
Editore: Newton Compton
Anno edizione: 2017
Pagine: 374 p., Rilegato
  • EAN: 9788822704405
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,42

€ 9,90

Risparmi € 1,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

“Alcune case più in là, nascosta in una rientranza dove la strada curvava, c’era una figura rannicchiata all’imbocco di un vicolo. Era vestita completamente di nero e si mimetizzava nel buio. Osservò Erika dalla finestra, mentre si accendeva un’altra sigaretta. Il fumo salì a spirale fino alla lampadina nuda appesa sopra la sua testa”

Londra viene sconvolta dal ritrovamento del cadavere di una delle giovani figlie di un noto politico locale. Il corpo è stato ritrovato in un luogo isolato, sotto una coltre di ghiaccio da un giovane ragazzo attirato dalla suoneria del cellulare ancora carico. Sul caso viene messa l’esperta detective Erika Foster, richiamata per la sua professionalità e soprattutto per avere le stesse origini della moglie del politico, in modo da poter istaurare un canale diretto con la famiglia. Tuttavia le indagini prendono fin da subito una piega errata, in quanto non sembra siano né Erika, né Scotland Yard a dirigere le indagini, bensì il politico stesso, che da in pasto alla polizia l’ex-fidanzato della figlia, accusandolo di omicidio volontario. Erika si rende conto dunque del terreno fragile su cui si muove: uno scandalo potrebbe compromettere la carriera politica del padre della ragazza morta, ma anche quella di molti dei suoi dirigenti. Inoltre Erika è uscita da poco da una complicata inchiesta su giri loschi in Gran Bretagna in cui suo marito e diversi altri poliziotti hanno perso la vita. Riuscirà Erika con i suoi modi burberi e poco “polite” a catturare l’assassino? Cosa può fare una semplice detective contro la casta dei Lord?

“No, signore, come osiamo. Qui non si tratta di me. Sì non ho rispettato la normale procedura presentandomi a casa sua, anzi mi sono spinta molto più in là dei limiti consentiti. Ma posso convivere con l’idea di essere una rompipalle. Non con quello che è successo a queste ragazze.”

Giallo intrigante e veloce, che esprime in modo chiaro e lampante il concetto per cui: il potere è di pochi e quei pochi se lo vogliono tenere stretto. Una feroce corsa contro il tempo, in cui un giovane innocente rischia l’ergastolo per chiudere velocemente le indagini di un omicidio dai lati non ben definiti. Come comportarsi quando tutto il sistema ti si ritorce contro? Cosa è veramente giusto fare: la ricerca della verità ad ogni costo o qualche rinuncia per allinearsi al volere dei superiori? Aspettiamo con ansia il secondo volume del superlativo Robert Bryndza.

“Erika e il resto della squadra lottavano per resistere al sonno. Avevano lavorato fino a notte fonda, confrontando vecchi indizi con le nuove informazioni. Intorno all’una di notte erano arrivati a una svolta” 

 Recensione di Marco Cattaneo

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sinceramente non vedo il motivo di tanto successo. E' un thriller come tanti altri, anzi, penso ce ne siano di migliori. L'intera trama si snoda con lentezza, solo alla fine emergono i veri colpi di scena. Erika è poi una detective che lascia a desiderare. Non è un personaggio forte e determinato, anzi, ci mostra la sua grinta solo a fine libro, dove, tra l'altro, ho imparato ad apprezzarla maggiormente. Nonostante il numero considerevole di pagine e qualche errore nel testo, devo ammettere che il libro si legge velocemente, non ho fatto fatica a finirlo, avrei però voluto provare più emozioni, più tensione, invece è stata una lettura un po' piatta.

  • User Icon

    michelap

    09/08/2017 13.48.53

    Primo capitolo della serie dedicata ad Erika Foster, ne seguono altri quatto che spero vengano pubblicati quanto prima anche in Italia. Lo consiglio per chi vuole leggere un buon thriller tipicamente british.

  • User Icon

    Maria Di Santo

    21/07/2017 10.37.26

    Storia molto intrigante in ambientazione classica. Un giallo interessante, quas tecnologico e al passo coi tempi. Molto consigliato se si è alla ricerca di suspence!!

  • User Icon

    chicca

    27/06/2017 10.43.22

    Un thriller non male, ambientazione classica con protagonista una poliziotta tormentata con un difficile vissuto e in cerca di riscatto. Affronta un tema di grande attualità con partecipazione e pathos. Lo definirei un compitino ben svolto, non è niente di particolarmente originale ma non ha neppure grandi difetti. Consigliato agli amanti del genere.

  • User Icon

    LadyAileen

    11/06/2017 17.22.13

    La donna nel ghiaccio è il primo romanzo della serie thriller dedicata alle indangini di Erika Foster, una detective di un commissariato della periferia di Londra. Ogni volume è autoconclusivo per quello che riguarda il caso da risolvere, poi resta la vita personale della protagonista che molto probabilmente verrà sviluppata volume dopo volume. La storia inizia quando viene trovato il corpo congelato di una donna in un lago, si tratta della figlia di un personaggio di spicco e ad occuparsi delle indagini verrà incaricata la detective Erika Foster. Il thriller ha un taglio classico: omicidio, ritrovamento del cadavere, l'arrivo della nuova detective incaricata del caso, indagini basate sulle prove e testimonianze e infine la risoluzione (con tanto di assassino che prende di mira la protagonista). Lo stile è semplice (non si perde in descrizioni troppo dettagliate o fronzoli vari), scorrevole ma con un ritmo serrato infatti si legge nell'arco di una giornata. Il personaggio di Erika non mi è dispiaciuto (è una donna coraggiosa, determinata, con la sua tragica vicenda alle spalle) anche se, forse avrei approfondito meglio il suo trasferimento per occuparsi di questo nuovo caso. Si dice che è stata coinvolta per aver già partecipato ad indagini ad alto profilo e per le sue origini che dovrebbero in qualche modo aiutarla ad entrare in sintonia con la madre della vittima però in fatto di esperienza non ho notato qualcosa che la facesse spiccare più di altri detective e le sue origini non le sono state di grande aiuto. Senza considerare quello che le è capitato in passato. Alcuni personaggi poi sono un po' stereotipati: in base alla classe sociale a cui appartengono hanno determinate caratteristiche. Si tratta del romanzo d'esordio di quest'autore e come inizio non c'è male anche se spero in un netto miglioramento nei prossimi.

  • User Icon

    Maria R.

    08/06/2017 22.36.28

    Grazie a Newton sto iniziando a leggere un nuovo genere letterario che prima oltrepassavo, bellissimo libro che ti tiene in suspanse non riesci a lasciarlo lì per qualche ora la curiosità di andare avanti è troppo alta :) buona lettura

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione