Doom. Giocare in prima persona - copertina

Doom. Giocare in prima persona

0 recensioni
Scrivi una recensione
Traduttore: P. Ruffino
Curatore: S. Morris, M. Bittanti
Editore: Costa & Nolan
Anno edizione: 2005
In commercio dal: 1 dicembre 2005
Pagine: 222 p., Brossura
  • EAN: 9788874370221
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 7,45

€ 14,90
(-50%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questa raccolta di saggi intende rendere omaggio a un videogame che è già entrato nella leggenda. Sedici contributi firmati da appassionati e ricercatori accademici italiani e internazionali che inquadrano il fenomeno Doom da ogni angolazione: lucida, estetica, artistica e politica. Fra i temi trattati: il videogioco tra arte e mercato, violenza e catarsi, l'ibridazione con gli altri media, il ruolo creativo delle comunità dei fan. Un libro scritto "in prima persona" che si rivolge non solo ai giocatori, ma anche a chi è interessato a comprendere le ragioni del successo del medium videolucido in quanto tale.

Creato da una piccola software house indipendente nel 1993, Doom ha rivoluzionato il mondo dei videogiochi, trasformando un nuovo genere, quello degli sparatutto in soggettiva, in un fenomeno di massa. Con questa raccolta di saggi curata da Matteo Bittanti e Sue Morris, videoludica.game culture intende rendere omaggio a un videogame che è già entrato nella leggenda. Tredici saggi che inquadrano il fenomeno Doom da ogni angolazione: ludica, estetica, artistica, politica. Doom. Giocare in prima persona fa parte della collana videoludica. game culture che si propone di offrire un nuovo modo di guardare al videogioco con uno stile che è al tempo stesso accessibile e stimolante, innovativo e intrigante. Tra gli autori spiccano le grandi firme della critica d'avanguardia, docenti universitari ed esperti del settore. La collana si rivolge a un pubblico eterogeneo, formato da appassionati di videogiochi, docenti e studenti universitari, ma anche a chi si avvicina per la prima volta al fenomeno videoludico e vuole capire le ragioni di un fenomeno planetario.

Gli autori: Barry Atkins, Matteo Bittanti, Peter Bell, Ian Bogost, Massimo Maietti, Philippe Mora, Stéphane Héas, Francesco Galofaro, Rune Klejver, Sam Hinton, Valentina Tanni, Sue Morris

Note legali