Categorie

Enrique Vila-Matas

Traduttore: P. Cacucci
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2008
Pagine: 297 p. , Brossura
  • EAN: 9788807017698

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Antonio D'Agostino

    04/09/2012 09.47.25

    Vila-Matas è un grande prestigiatore della narrativa contemporanea. Pasavento non è mai vero! Questa condizione diagnostica la fine del personaggio, oppure nasconde (con evidenza) il suo riaffiorare continuo, istantaneo e celato in tutto il tessuto mentale che caratterizza il libro?! Un libro che affascina, senza dubbi. Un libro che proviene dai dubbi di un io multiplo e indivisibile.

  • User Icon

    Guglielmo

    23/12/2008 22.45.10

    Dopo Bartleby & C., che gli riuscì tanto bene, Vila Matas arranca alla ricerca di una ispirazione che non torna e di una formula di successo che non ritrova. Molta saccenteria, molto sfoggio di cultura e pochissima vera letteratura.

  • User Icon

    Massimo Gatta

    03/11/2008 08.50.02

    gentile signor Vila-Matas, glielo giuro che avrei voluto darle un cinque tondo tondo ma il tasto col 5 si è inceppato e quello più vicino era il 4 (il 6 non è previsto). Il libro è vorticoso, tosto, delirante quanto basta, fluviale, onirico ma...Venivo da una sauna bestiale nella quale mi ero portato il suo capolavoro su Bartleby, poi il Montano e anche il sublime libro su Parigi (non finisce mai). Il caldo li ha quasi disciolti, peccato, ma volevo preparare il terreno per Pasavento. Certo Walser, la scomparsa, il silenzio, Napoli (che è poi la mia città), ma qualcosa è rimasto incagliato, la lettura procede con un leggero sfregamento delle pareti come una sonda che dobbiamo introdurci in gola per respirare: ci salverà la vita ma quanto dolore! Insomma sig. Vila-Matas grazie comunque e ringrazi da parte mia l'ufficio grafico feltrinelli per le stupende copertine che si inventa per i suoi libri. PS: quando ritornerà a Napoli mi telefoni, ci manco da quasi vent'anni e vorrei rivedere almeno piazza san domenico maggiore, dove vivevo. Hasta la vista!

Scrivi una recensione