La dottoressa ci sta col colonnello

Paese: Italia
Anno: 1980
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 7,99

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    jimmi

    13/10/2007 14:35:50

    Questo film(come anche tanti altri) rimarrà nella storia del cinema italiano con tutti i suoi personaggi. Chi disprezza questo genere di film trash non capisce niente ed è meglio che si stia zitto e non parli a vanvera. Gradissimi Lino, alvaro e nadia...non vi dimenticherò mai!

  • User Icon

    ataru moroboshi

    28/12/2005 20:50:07

    Tutte le volte che rivedo l’Alvaro Lupo Mannaro mi piego in due dalle risate. Concordo sul fatto che Banfi è più manesco e incavolato del solito ma le battutacce e le volgarità sono nulla in confronto alle robe che passano ogni giorno in tv. Anche sta volta Nadia Cassini si distingue più come show-girl che come attrice. I suoi balletti (quello fetish e quello cantato) sono dei gioiellini che mi ricordano gli spettacoli RAI degli anni ’70. Troppo simpatici i due attori che interpretano Suor Fulgenzia e Suor Agnese. Scopiazzato il finale con il Colonnello che subisce la stessa sorte di Olimpio Dei Pannocchieschi. E i cultori dei trasholi sanno a chi e a cosa mi sto riferendo. Inutile aggiungere altro alle sacrosante parole di HULK e MONNEZZA.

  • User Icon

    gemini

    12/09/2005 22:55:38

    Metterei 5 ma poi penso che l'ho messo a film come il padrino e cyarano de bergerac quindi è meglio andarci piano...tra i migliori film trash. banfi spassosissimo, la protagonista si presenta da sola...meglio di tanta robaccia odierna

  • User Icon

    Seedorf

    06/09/2005 12:09:10

    E' triste come vengano cosiderati Nuti, Rubini, Pieraccioni, Greggio, Pingitore e compagnia delirante

  • User Icon

    HULK

    05/09/2005 14:45:18

    La quistione su cosa verte? sul fatto della volgarità, delle battutacce, dei buchi nei muri, nelle docce. Vorrei ricordare , che a cavallo degli anni 80-90 sono giunti alla ribalta 'comici', di estrazione televisiva, la cui trivialità, volgarità, becerume non ha veramente pari nel nostro cinema. Inoltre nessuno di loro era, ed è tuttora in grado di collocare in maniera esatta la machina da presa. Minzioni , peti, rutti, parolacce, masturbazioni ,cacche pestate, oltre naturamente film deformi, privi di ritmo, ovviamente anche il montaggio per questi figuri è ancora un mistero. Alcuni di loro sono persino entrati in crisi, credevano veramente di fare del cinema. Ora la situazione è degenerata definitivamente, perchè oltre alle 'qualità' sopra elencate si è venuto ad affiancare l'infantilismo, ed il taglio televisivo. Tutto il contrario del glorioso cinema anni 70, FATTO da solidi professionisti, i quali volevano solo far sorridere, forse 'Inconsciamente ovvio' sollevare un poco di quella cappa grigia, definita anni di piombo.

  • User Icon

    SANDRO

    02/09/2005 11:50:07

    Uno dei migliori... Finale sorprendente con un Vitali quasi "Lupo mannaro"! Fossero i comici di ora all'altezza di quelli di allora...

  • User Icon

    MONEZZA

    21/06/2005 11:01:48

    Banfi incontenibile ed in forma come non mai, Nadia Cassini mostra il più bel......del mondo, mitica la frase per cui un fan, dopo aver stretto la mano a Linone, non l'avrebbe lavata mai più. Presente in questo caso la bellissima Karin Schubert. Tarantino, Tim Burton, Dante, queste 'Porcherie' le hanno analizzate nelle scuole di cinema. Per Tarantinio 'Quentin naturalmente', Barbara Bouchet è una icona, forse anche per i ruoli interpretati, nel poliziottesco, 'Lurido, fascista, tipico sottogenere dei vendicatori più meno notturni o diurni', di un regista recentemente scomparso tal Fernando Di Leo. Ed anche di quel 'Macellaio anch'egli plagiaro' tal Fulci Lucio, Non si sevizia un paperino, WWWWWWWW LINONE, TARANTINI, NADIA, KARIN, ALVARO, MIMMO, JIMMY IL FENOMENO.

  • User Icon

    TRASHMAN

    08/03/2005 22:16:45

    Ultimo episodio del filone commedia-sexy-militaresca, iniziata con la trilogia delle soldatesse di N.CICERO e terminata con quest'ultima pellicola ahimè un pò inferiore alle precedenti. Dipenderà forse dal passare delle mode? Dal fatto che questo genere di cinema andava scomparendo? O dal regista ( M.M.TARANTINI )che dopo aver girato verso la fine degli anni 70 ben 17 ( o 19 )film, soprattutto sottoprodotti di soldatesse, infermiere, ecc. si ritirò in Brasile? Su tutti spiccano L.BANFI e le grazie di N.CASSINI, oggi giorno avvilite dai sintomi della vecchiaia. GIUDIZIO:si può evitare, se volete divertirvi vedetevi LA SOLDATESSA ALLE GRANDI MANOVRE e capirete la differenza..

  • User Icon

    Federico

    18/10/2004 11:08:29

    Capolavoro assoluto di Banfi e Tarantini, anche Vitali in buona forma come spalla, ma soprattutto è il Lino nazionale a sparare battute a raffica (quasi una al minuto, e parlo con cognizione di causa perchè un giorno le ho contate!). Certo, per gli amanti del genere comico/demenziale a tratti volgare. (In effetti una o due battute si potevano risparmiare, ma la altre miriadi non sono mai fuori luogo, almeno per noi amanti della commedia di serie B all'italiana):

  • User Icon

    Beppe il Brema

    14/06/2004 17:35:09

    E' triste vedere che si rispolvera la cosa più brutta della cinematografia italiana: i film spazzatura.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Federal Video, 2004
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area0
  • Contenuti: biografie