La droga sono io. Aforismi e pensieri di un artista eccentrico e geniale - Salvador Dalì - copertina

La droga sono io. Aforismi e pensieri di un artista eccentrico e geniale

Salvador Dalì

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 settembre 2012
Pagine: 158 p., Brossura
  • EAN: 9788865830826
Salvato in 15 liste dei desideri

€ 9,90

Venduto e spedito da CPC SRL

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Dali è un genio", proclamava lo stesso Dalì. I pensieri e gli aforismi del maestro raccolti in quest'opera, di cui molti inediti, sono inconsueti, spiazzanti, visionari e sempre divertentissimi. Che siano sulla sua vita, sulla religione o sull'amore, sul sesso o sull'arte le provocazioni di Dalì danno la migliore chiave per capire come si sia costruito e affermato, anno dopo anno, il suo mito. L'humor della più grande "mente immaginativa del secolo scorso" è tale e quale al personaggio in sé: bizzarro, folgorante e conturbante.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    02/03/2019 11:51:32

    Fantastico. Ti fa entrare nella mente dell'artista

  • Salvador Dalì Cover

    Salvador Dalí (1904-1989) è stato un pittore, scultore, scrittore, fotografo, cineasta, designer e sceneggiatore spagnolo. Artista tra i più incisivi del Novecento, dopo studi burrascosi all'Accademia di Madrid, si rivolse con interesse alla pittura metafisica di G. De Chirico e di C. Carrà. Amico di Miró e Buñuel, venne accolto nel gruppo di Breton dal 1929, ma dopo una breve parentesi nel gruppo surrealista ne fu escluso per la sua visione apolitica dell'arte. In Dalì il surrealismo assunse un carattere individualistico, ironico, problematico, onirico. Dell'attivismo surrealista egli ha dato una clamorosa versione personale, agendo apertamente con trovate pubblicitarie e scandalistiche e insistendo sul carattere morboso della sua figurazione.... Approfondisci
Note legali