Categorie
Traduttore: R. Cristofani
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli best
Anno edizione: 2013
Pagine: 571 p., Rilegato
  • EAN: 9788817063531
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    maurizio crispi

    26/12/2013 14.07.09

    Preston e Child negli ultimi tempi, perseguendo la loro mission che è diventata essenzialmente quella di dare un seguito alle avventure dell'agente FBI con licenza speciale Aloysius Pendergasdt&Friends, con una nuova puntata a cadenza annuale si stanno fossilizzando e stanno perdendo la propria freschezza. Da "fedeli lettori" si rimpiangono i tempi in cui Pendergast era qui e là una semplice comparsa che, talvolta apparendo da deus ex machina, dava una mano nella risoluzione di qualche caso misterioso. Con questo nuovo romanzo siamo sempre meno nel "mistery" che la premiata ditta di scrittori ha saputo sviluppare egregiamente in precedenti prove e ci stiamo addentrando sempre di più nel feuilleton, nel romanzo a puntate, il cui sviluppo - senza troppe pretese letterarie - viene deciso al momento sulla base delle preferenze espresse dal lettore. Da questo punto di vista, i due si stanno rivelando dei veri maestri della letteratura popolare in stile pulp: c'è sempre una grande accuratezza delle ricostruzioni d'ambiente e si riconosce un grande lavoro di documentazione alle spalle. Eppure, qualcosa, nel lettore non scatta: si continua a leggere l'intreccio, fatto d'una serie di azioni di cui alcune a carattere quasi superominico (da parte di Pendergast) capace di realizzare con i suoi occhi di ghiaccio titaniche imprese. Ma qualcosa non convince: forse è proprio lo sforzo di voler mantenere in vita forzosamente gli stessi personaggi, quando qualsiasi slancio creativo si è del tutto estinto. Chi è fedele lettore dei due, ogni loro nuovo romanzo lo leggerà comunque per abitudine e sperando di trovarvi un improvviso accendersi di nuova vitalità. Dubito però che un nuovo lettore che non abbia avuto modo di leggere nessuno dei loro precedenti romanzi, avendo questo intreccio come primo approccio alla loro produzione tornerà a leggerli. Improbabile, decisamente. Non è romanzo che faccia scattare il "virus", quel morbo febbrile che decreta il successo di un autore.

  • User Icon

    Umberto75

    30/09/2013 21.33.24

    La coppia di autori sta rasentando il ridicolo con assalti di un solo uomo che manco Rambo/Commando messi insieme ai tempi d'oro elevati al quadrato. Poi la spiegazione all'età dell'internata lascia spazio ad un nuovo libro assieme alla presenza del gemello cattivo ancora in vita. La voglia però di continuare a leggere questa saga è veramente ridotta al lumicino!

  • User Icon

    EMANUELA

    27/06/2013 08.52.02

    Deludente! ho letto tutti i libri della saga che ho trovato appassionanti originali mozzafiato. questo non mi è piaciuto: la trama è debole le azioni insensate e un pò cautiche. i personaggi compaiono tutti ma non partecipano alla storia, un contorno inutile. scontata la fine che lascia aperta una finestra a prossime storie. Speriamo che la qualità narrativa possa tornare ai livelli dei primi romanzi.

  • User Icon

    cesare

    24/06/2013 13.39.24

    Bellissimo, appassionante, mozzafiato, non dà un attimo di respiro...esattamente come TUTTI i libri precedenti. Gli autori sono i migliori in assoluto per quando riguarda il thriller avventuroso come anche Pendergast, l' investigatore protagonista di molti loro romanzi (come di questo), è il detective più bravo, simpatico, risolutorio di tutta la letteratura thriller. Se volete farvi una cavalcata mozzafiato sulle montagne russe ...letterarie, non perdetevi questa bomba di romanzo.

  • User Icon

    Andrea

    25/05/2013 11.19.45

    Buongiorono a tutti...premetto che ho letto anche i libri precedenti dell' autore.....e sono rimasto soddisfatto anche di questo....Letto tutto d' un fiato...... attendo il prossimo anche se so' che dovro' aspettare parecchio tempo.....buona lettura a tutti

  • User Icon

    marmar

    30/04/2013 23.36.28

    Premetto che sono da anni un estimatore della premiata coppia, che seguo fin dai lontani tempi di "Relic" (oltre che aver letto i loro libri solisti), coppia che sicuramente continuerò fedelmente a seguire in futuro, ma ciò non mi esimie dall'ammettere che questo ultimo capitolo della trilogia incentrata sulla figura di Helen Esterhazy Pendergast alla fine stecca e risulta un po' fuori fase. E dire che dopo un periodo di appannamento i ns. due autori si erano risollevati con i primi due libri, creando una bella trama ed un po' di sano mistero degno dei vecchi tempi, ma quest'ultimo capitolo rovina un po' tutto. Troppo sbrigativa la parte iniziale, troppe scene e troppi personaggi buttati là, spesso anche inutili, troppi superpoteri all'agente Pendergast, e la storia perde inevitabilmente di credibilità, specialmente nella "trasferta" brasiliana, dove più di qualche limite viene tranquillamente oltrepassato. A conti fatti il livello rimane distante dagli ottimi tempi di "Reliquary", "La stanza degli orrori" o "Natura morta", tanto per rimanere in tema "old" Pendergast, anzi mi sembra che questa figura venga svilita dalle troppe mirabolanti imprese che gli vengono attribuite. Peccato, ripersa un'occasione per tornare ai massimi livelli. N.B.: libro assolutamente da non leggere se prima non si sono letti almeno quattro o cinque libri precedenti, visti i continui richiami che giustamente gli autori si permettono di inserire nel corso della narrazione, si rischierebbe di non capirci praticamente nulla.

  • User Icon

    elynewyork

    04/04/2013 20.41.13

    Leggo P&C da qualche libro fa e devo ammettere che una tristezza simile nn l'avevo mai incontrata. Il libro è noioso, palloso e inconcludente. Una cozzaglia di scene messe li tanto per tirare avanti, ma che ti invogliano a lasciar xdere. Bellissimo solo il capitolo finale che merita un 5 da solo. X cui facendo una media... 2 sulla fiducia.

  • User Icon

    beast

    20/03/2013 23.08.43

    liquidata in poche pagine la questione moglie e cognato si passa a "nuove parentele" per una evidente nuova trilogia... Preston & Child devono aver visto troppe puntate di Beautiful ultimamente... con un Pendergast che ha perso totalmente il suo aplomb e diventa sempre più un mix tra 007 e superman. Gli autori si arrampicano sugli specchi con spiegazioni che ormai lasciano molto a desiderare...

  • User Icon

    Mattia

    07/03/2013 01.43.41

    Premesso che è il primo libro che leggo del "personaggio Pendergast"... il libro mi ha letteralmente stregato!!! Bello, avvincente, scritto davvero bene. Lo consiglio vivamente a tutti, complimenti agli autori!

  • User Icon

    Andrea

    21/02/2013 17.08.28

    Ovviamente è necessario aver letto il resto della saga di Pendergast, alla quale vengono fatti molti riferimenti, per entrare completamente nella vicenda, comunque anche questo episodio non delude. Aloysius mostra alcune debolezze che nel passato venivano celate, che non tolgono nulla anzi.... Consigliato...per gli appassionati!

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione