Salvato in 144 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Due vite
11,88 € 12,50 €
LIBRO
Dettagli Mostra info
Due vite 12 punti Premium Venditore: IBS
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,88 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,88 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Due vite - Emanuele Trevi - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Due vite Emanuele Trevi
€ 12,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione

Rocco Carbone nasce a Reggio Calabria nel febbraio del 1962, ma una buona parte della sua infanzia la trascorre in un piccolo paese dell'Aspromonte, Cosoleto: un posto di gente dura, taciturna, incline a una rigorosa amarezza di vedute sulla vita e sulla morte. Emanuele Trevi lo conosce nell'inverno del 1983, quando è arrivato a Roma da poco tempo e si è iscritto a Lettere. Parlare della vita di Rocco, per Trevi, significa necessariamente parlare della sua infelicità, ammettere che faceva parte di quella schiera predestinata dei nati sotto Saturno, tratteggiarne la personalità bipolare e a tratti sadica, il carattere spigoloso, la natura lucida e sintetica dell'opera. Pia Pera cresce a Lucca in una famiglia colta, originale ed eccentrica. Poco più che adolescente lascia la città toscana e studia Filosofia all'università di Torino. Dopo un dottorato in storia russa alla University of London inizia a insegnare letteratura russa all'Università di Trento, ma poi, delusa dall'ambiente, lascia perdere ogni ambizione accademica e decide di occuparsi di un fondo abbandonato a San Lorenzo, dedicandosi alla cura del giardino. Quando Trevi la incontra, Pia è una trentenne spavalda e maldestra, brillante, anticonformista e generosa. Ma già possiede quella leggerezza e quella grazia di chi, mentre la malattia costringe alla resistenza continua, sa correre sempre in avanti, verso l'altrove. Tratteggiando, con affetto, le vite dei due amici, Emanuele Trevi persegue una ricerca narrativa fondata sulla memoria e, al contempo, rende un sentito omaggio a due talentuosi scrittori italiani.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2020
28 maggio 2020
128 p., Brossura
9788854520462

Valutazioni e recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
(10)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(7)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)
Valentina
Recensioni: 5/5
Premio Strega meritato

Non é il primo libro di Emanuele Trevi che leggo e devo dire che la sua scrittura raffinata e attenta é sempre un buon motivo per leggere un suo libro, ma non é mai l'unico, perché ciò che davvero colpisce sono soprattutto i pensieri e le riflessioni profonde ad ogni pagina, Al di là della storia e del significato di questo libro, Emanuele Trevi é fra gli scrittori e critici più in gamba e preparati e merita l’attenzione e il riconoscimento ricevuti. Io sinceramente non riuscivo ad immaginare il Premio Strega nella mani di nessun altro quest'anno.

Leggi di più Leggi di meno
PASQUALE
Recensioni: 5/5

" Cosoleto: un posto di gente dura, taciturna, incline a una rigorosa amarezza di vedute sulla vita e sulla morte." Io vivo a Cosoleto e la descrizione non risponde a verità: la gente non è dura ma cordiale e molto generosa, non è taciturna ma ama dialogare e conoscere, non è incline a nessuna rigorosa amarezza di vedute ma entusiasta e aperta verso il mondo. Forse la descrizione risponde ad un qualche archetipo che sprofonda le proprie radici in un lontano passato. Rocco Carbone abitava proprio nella casa di fronte alla mia, ormai si vedeva poco da queste parti ma ogni volta che rientrava era raggiante, entusiasta di questo piccolo borgo e della sua gente. Qui risiede ancora la sua vecchia madre molto ammalata e segnata dal triste destino di Rocco che riposa in una cappella del cimitero comunale, costruita con ampie vetrate e dipinta di bianco con una gigantografia in bianco e nero dove Rocco sorride. In cima, sul tetto della cappella, svetta un piccolo ulivo, simbolo della tenacia e della costante volontà di questa terra. Lì, adesso, trascorre le sue serene giornate Rocco.

Leggi di più Leggi di meno
Martina
Recensioni: 5/5

La scrittura è un mezzo singolarmente buono per evocare i morti”, scrive Trevi. “Consiglio a chiunque abbia nostalgia di qualcuno di fare lo stesso: non pensarlo ma scriverne”. Il motivo è semplice. Quando scriviamo di un morto, il suo spettro si manifesta con una presenza ingombrante, quasi tangibile, e non in un debole miraggio, come può succedere invece in un sogno, o nel pensiero. In Due vite Trevi evoca così gli amici scrittori Rocco Carbone, scomparso in un lampo, sbattendo con il motorino contro una macchina parcheggiata in doppia fila, e Pia Pera, morta invece lentamente di SLA. E lo ha fatto benissimo, una scrittura meravigliosa, davvero, un piacere per gli occhi e per il cuore.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,6/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(7)
4
(2)
3
(1)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Emanuele Trevi

1964, Roma

Emanuele Trevi è uno dei critici più celebri della sua generazione oltre che premiato scrittore. Ha tradotto e curato edizioni di classici italiani e francesi: si ricordano testi dedicati a Leopardi, Salgari, e autori italiani del Novecento. Tra le sue collaborazioni citiamo: il «Manifesto» (Alias) e la trasmissione radiofonica Lucifero di Radio Tre, con una sezione dedicata alla poesia. Il suo libro Istruzioni per l’uso del lupo ha riscosso un notevole successo. Redattore di «Nuovi Argomenti», ha fatto parte della giuria del premio Calvino nel 2001, e del premio Alice 2002. Nel 2012 esce per Ponte alle Grazie il libro Qualcosa di scritto.È stato editor per Fazi e ha collaborato con la casa editrice Quiritta. Tra le sue pubblicazioni: Istruzioni...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore