Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Ebano - Ryszard Kapuscinski - copertina

Ebano

Ryszard Kapuscinski

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Valerio Verdiani
Editore: Feltrinelli
Edizione: 2
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 277 p.
  • EAN: 9788807817069

€ 6,00

Venduto e spedito da Biblioteca di Babele

spinner

Disponibile in 2 gg lavorativi

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 4,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ryszard Kapuscinski si cala nel continente africano e se ne lascia sommergere, rifuggendo tappe obbligate, stereotipi e luoghi comuni. Va ad abitare nelle case dei sobborghi più poveri, brulicanti di scarafaggi e schiacciate dal caldo, si ammala di malaria cerebrale; rischia la morte per mano di un guerriero. Kapuscinski non perde mai lo sguardo lucido e penetrante del reporter e non rinuncia all'affabulazione del grande narratore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,55
di 5
Totale 39
5
29
4
5
3
3
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ugo

    09/10/2013 12:07:30

    Libro semplicemente perfetto

  • User Icon

    Marcello Zanna

    04/10/2013 11:48:01

    UN LIBRO PER CHI VUOLE CAPIRE L'AFRICA E I SUOI PROFUGHI. Un grande reportage di un grande Giornalista, di quelli con la G maiuscola, che ha vissuto la sua vita in Africa, gomito a gomito con le sue tragedie...

  • User Icon

    Stefano

    31/05/2013 20:21:22

    Libro molto interessante che fa conoscere aspetti del continente africano a noi sconosciuti e/o ignorati. La lettura procede scorrevolmente pur con molti riferimenti storici e descrizioni ampie e dettagliate, forse leggermente eccessive in certi casi. Consiglio vivamente di leggerlo e inoltre lo vedrei bene come testo da adottare nei corsi universitari di Antropologia, sicuramente è molto più istruttivo di certi manuali scritti dai professori i quali, per guadagnare qualcosa, obbligano gli studenti a comprarli.

  • User Icon

    Antonio D'Agostino

    06/09/2012 07:20:51

    E'tra i libri più belli dello scrittore polacco. In esso c'è tutta l'instancabile passione di un reporter che ha sfidato le asperità, la paura e i pericoli di un continente immenso e "oscuro", pur di "catturare" un frammento di anima. da leggere!

  • User Icon

    Vincenzo

    24/12/2011 08:07:08

    Uno dei miei libri preferiti, consigliato e regalato piu' volte. E' stato il primo libro di Kapuscinski che ho letto, facendomi scoprire un giornalismo inteso come testimonianza, etica, condivisione, onesta', obiettività. E' inoltre un testo imprescindibile per chi si accosta all'Africa; non offre spiegazioni risolutive o cronache dettagliate, ma nell'insieme fotografa la meravigliosa e affascinante complessità delle dinamiche che, con occhi da "primo mondo", sono incomprensibili.

  • User Icon

    silvia

    17/07/2011 14:46:41

    In una parola: straodinario. Un reportage che si distanzia dal classico resoconto didattico e dal romanzo stereotipato. qui non c'è l'africa dei villagi vacanze e dei safari organizzati ma si incontra e si conosce l'africa che vive e soffre giorno per giorno, che si deve difendere dal sole, dalla malvagità dell'essere umano oltre che dalla natura e che grazie alla scrittura immediata ed efficace di kapuscinski la vediamo scorrere davanti ai nostri occhi come fosse in presa diretta.

  • User Icon

    dino fornaro

    12/07/2011 12:24:50

    Libro straordinario, scritto con una bruciante passione e tradotto splendidamente. Uno sguardo non sull'Africa ma sulle genti che vivono e soffrono su questo continente. Attualissimo per noi italiani che vediamo arrivare su carrette del mare folle di uomini, donne e bambini spinti dal disperato bisogno di sfuggire una realtà di miseria, fame, guerre imposte dal colonialismo prima e da governi corrotti dopo. Il libro è una chiave di lettura illuminante per comprendere il dramma dei popoli di questo sventurato continente.

  • User Icon

    Laron

    22/02/2011 15:07:49

    Consigliato, scritto bene.. poche parole, veramente un buon libro.

  • User Icon

    jubanne

    30/08/2010 13:24:43

    Ho approcciato a questo autore con curiosità, spinto dallle altre recensioni pubblicate su ibs. Devo dire che la struttura del libro e lo stile di scrittura lasciano a desiderare. Tuttavia, il mio giudizio, positivo, nasce dal fatto che il libro trasuda "verità" e sofferenza: quella sofferenza che noi non abbiamo provato e che, forse per questo, non possiamo immaginare ne tantomeno capire.

  • User Icon

    luigi fraddi

    14/04/2010 09:58:23

    Chissà cosa lega l' Africa e la Polonia, Kapuscinski e Conrad. Se considero "Ebano" una testimonianza, prima ancora che un diario di viaggio, un modello di reportage scritto con un' insolita capacità narrativa, credo che in molti sarebbero d' accordo. Personalmente credo che Kapuscinski, come e in modo diverso da Conrad in Cuore di tenebra, descriva in modo chiaro la "crudeltà della disperazione" che emerge quando l' uomo rimane solo, abbandonato e schiavizzato. Soprattutto, quando la schiavitù è imposta dal potere, ma anche quando è generata dalle nostre debolezze. Una riflessione imparziale sull' Africa e sull' Europa coloniale di ieri e di oggi.

  • User Icon

    roberto chilosi

    25/03/2010 13:53:08

    Libro consigliatissimo a chi voglia farsi un giro in Africa. Da leggere prima di partire per capire un universo sconosciuto, almeno in profondita'. Stupendo.

  • User Icon

    henry

    19/09/2009 20:01:58

    E' il più bel libro che ho letto sull'Africa: sono racconti che ti portano in un mondo guidato da logiche diverse, visioni da un'altra angolazione, carichi di emozione, densi di colori, pieni di vita...se ne avete l'occasione, seguite una delle regola base della buona lettura: quando avete la fortuna di fare un viaggio, leggete i libri del luogo ove vi trovate...quindi, quando farete un viaggio in Africa, guardatela attraverso questo grandangolo!

  • User Icon

    Deb

    27/07/2009 09:41:57

    L'Africa in un libro. La sua storia, dalla tratta degli schiavi alla decolonizzazione, i riti e i simboli, la povertà disarmante, il tempo che scorre diversamente, lo spettacolo dell'alba nel deserto, le guerre dei bambini. Lo stile è lucido, ma partecipe e appassionato. La storia diventa vita. Un viaggio di racconti dolorosi, commoventi, bellissimi. L'Africa, appunto... Un libro fondamentale.

  • User Icon

    beatrice

    05/12/2008 15:13:48

    Un libro che offre una descrizione piuttosto dettagliata di questo misterioso e affascinante continente. Non mantiene però un ritmo costante,dilungandosi in pagine molto noiose,che a mio avviso fanno perdere al lettore la concentrazione e lo stimolo necessario per apprezzarne appieno i contenuti.

  • User Icon

    Barbara (Milonga)

    08/10/2008 21:01:38

    Stupendo libro, molto dettagliato, dà una immagine precisa di com'è l'AFRICA, di com'è la sua storia e come sono i suoi POPOLI. Davvero consigliato a chi è interessato e incuriosito dal continente + bello e misterioso del Globo.

  • User Icon

    renntiger

    10/09/2008 13:51:55

    L’Africa "Africa", così vera e così diversa da quella dei safari e delle spiagge bianche delle guide turistiche, l’Africa della TBC, della malaria, del caldo che ti scioglie e che non ti permette nemmeno di pensare, l’Africa del razzismo nero, dei signori della guerra, dei bambini soldato. Da non perdere per chiunque voglia capire per davvero l'Africa.

  • User Icon

    Piera Palermo

    06/04/2008 23:12:59

    Con Ebano ho fatto un meraviglioso viaggio nell’Africa degli africani, in mezzo agli insetti e alla calura, in Paesi dimenticati come il Ruanda, la Liberia, il Burundi, indossando anche questa volta i panni di un giornalista che rifiuta gli agi per trovare quella verità che ridona dignità ad un immenso continente martoriato dal clima e dalla fame ma soprattutto dal resto del mondo. Questo libro deve essere letto perchè se Kapuscinski ha dormito in mezzo agli scarafaggi, se ha preso la malaria, lo ha fatto per dare delle risposte alle domande sul modo di vivere africano, per permettere a “noi” di entrare nella mentalità di chi uccide per il furto di una pentola, di chi vive la propria vita con un’arma in mano, dell’importanza che ha un solo albero per un intero villaggio, del motivo per il quale nessuno sopravvive alla propria ombra, perché in Africa esiste un limite sottilissimo tra la vita e la morte. Consiglio vivamente a chiunque questo libro perché più che un piacere, leggerlo dovrebbe essere un dovere.

  • User Icon

    Barbara

    03/02/2008 23:07:35

    Davvero molto bello, una descrizione dell'Africa molto ben fatta e scorrevole, lontana dai pietistici luoghi comuni; restituisce dignità a un popolo pure con le sue tragedie ed errori.

  • User Icon

    philo

    30/07/2007 11:55:03

    Scritto in modo molto semplice e quindi estremamente chiaro. Certo che vita che ha avuto Kapuscinski! Credo che sia stato veramente un grande reporter.

  • User Icon

    alessandro

    29/03/2007 10:38:48

    Stupendo. Indispensabile per cominciare a comprendere il continente africano, il modo di vivere e pensare degli innumerevoli popoli che lo abitano e per comiciare a guardare all'Africa come una moltitudine di persone e di luoghi e non come un'unico indifferenziato continente. Un esempio di un tipo di giornalismo del quale oggi si stanno perdendo le tracce.

  • User Icon

    Andrea

    20/02/2007 16:54:10

    Il libro è ben scritto e anche ben tradotto, i reportage sono di indubbio interesse e permettono di conoscere molto bene determinate realtà dell'Africa, peccato non sia di facile lettura e a volte risulti un poco noioso.

  • User Icon

    Fra

    08/02/2007 15:08:09

    Un libro splendido;ti fa entrare nella realtà africana e,a mio parere,aiuta molto a riflettere. Consiglio la lettura a chiunque...soprattutto a queli che pensano solo alle cose materiali...

  • User Icon

    Stefano supercrocio.com

    17/12/2006 16:35:07

    Sono un cooperante professionista e mi sono trovato spesso in Africa per lunghi periodi nella condizione di "unico bianco" dell'area; mi riferisco alla Tanzania, al Kenya e all'Uganda, tre nazioni visitate dal Kapuscinski. Ebano è una lettura indispensabile per chiunque voglia entrare in contatto con il "continente nero" attraverso la porta dell'osservazione, del confronto e sopratutto dell'umiltà.

  • User Icon

    Luca

    16/09/2006 15:47:49

    E' un libro da leggere comunque. Africa come un pugno allo stomaco. Incisivo, esauriente e sincero. Un grande autore con un altrettanto grande spirito di osservazione. Sincero nel condividere le sofferenze della vita reale.

  • User Icon

    ambrogio

    05/09/2006 13:17:17

    Ebano è semplicemente un libro la cui lettura risulta indispensabile a chiunque voglia capire l'Africa. Ryszard Kapuscinski si cala nella quotidianità degli africani, ne legge e descrive i problemi di ogni giorno, cercando anche di far comprendere al lettore le ragioni storico - culturali di tutto ciò. Avvincente, da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    Daniele

    29/12/2005 16:11:47

    L'Africa con tutti i suoi caratteri condensati in un libro. Ottima lettura, nonostante qualche imprecisione sulle notizie fornite.

  • User Icon

    francesca

    11/11/2005 22:32:16

    magnifico libro. Storie cariche di umanità. Trovo riduttivo definire Kapuscinski un reporter, un giornalista. E' un grande narratore. Leggetelo.

  • User Icon

    mauro

    24/10/2005 22:47:09

    Un libro che come pochi mi hanno introdotto ad alcune categorie per poter comprendere le culture africane. La vastita del tempo e dello spazio, il senso di una natura terribile e affascinante. l'uomo africano che aspetta, tranquillamente, e che prende tutto il tempo che la vita gli offre. Un testo che, infine, è un ottimo modo per capire la civiltà occidentale conoscendone altre.

  • User Icon

    marta

    15/07/2005 17:37:00

    La semplicità con cui ho ritrovato le stesse domande, le stesse inquietudini, le stesse descrizioni è stata disarmante, soprattutto perché a farlo è un uomo del calibro di Kapuscinski. Eppure sembrava me semplice visitatrice di un'Africa che è il tutto e il contrario di tutto. un libro per chi sa che in Africa non ci andrà mai... per chi ci andrà, un libro da leggere dopo, per rivivere ancora in qualche modo l'Africa e le sue inquietudini, per avere una sorta di diario di ciò che si è visto.

  • User Icon

    marco da vr

    06/06/2005 23:28:30

    semplicemente l'africa in un libro.

Vedi tutte le 39 recensioni cliente
  • Ryszard Kapuscinski Cover

    Giornalista e scrittore polacco. Nato in una regione della Polonia orientale poi divenuta Bielorussia, laureato in storia dell’arte, nei primi anni ’60 divenne corrispondente estero dell’Agenzia di stampa polacca (pap), ruolo che lo portò a visitare numerosi paesi in via di sviluppo in Africa, Asia e Sudamerica. Nel ventennio successivo, e fino alla fine della sua carriera, è stato testimone di moltissime guerre, colpi di stato e rivoluzioni, e della dissoluzione dell'esperienza coloniale in Africa. Di questi eventi ha fornito memorabili resoconti nei suoi libri-reportage: La prima guerra del football e altre guerre di poveri (1978), sulla guerra in Centro America; Il Negus: splendori e miserie di un autocrate (1978), sulla caduta di Hailé... Approfondisci
Note legali
Chiudi