Categorie

Delphine de Vigan

Traduttore: M. Bellini
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 207 p. , Brossura
  • EAN: 9788804589426

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Stefania

    18/01/2014 10.14.54

    Molto bello e 'delicato'.

  • User Icon

    Emanuela

    20/09/2013 11.35.22

    Un libro delicato e profondo. Scrittura diretta, veloce e molto efficace. Temi drammatici resi dolcissimi dalla visione di una ragazzina speciale a cui ci si affeziona fin dalle prime pagine. Libro consigliatissimo a chi ha voglia di immergersi in una lettura da cui ci si stacca con difficoltà. Trama mai banale che promette fino all'ultimo. Bellissimo!

  • User Icon

    Michela

    02/10/2012 09.17.48

    Bellissimo! La storia è semplice, i temi molto delicati. I personaggi sembrano delle ombre ma appena si inizia a delineare il loro passato diventano presenze fortissime. Non si può rimanere impassibili difronte all'estrema verità e franchezza di alcune riflessioni della protagonista. E' un libro di estrema bellezza interiore.

  • User Icon

    Roberta

    07/09/2012 15.00.28

    Bellissimo, intenso e toccante. Una storia di violenza, amicizia, solitudine, amore e abbandono. Una storia sulle luci e ombre della vita, una dimostrazione di come non si può salvare chi non vuole essere salvato. Da leggere!

  • User Icon

    Marianna

    05/03/2012 09.21.47

    Io non credo che questo libro sia consigliabile a coloro che hanno una formazione narrativa approssimativa. Ritengo che ci siano libri che ti trasmettono di più con una scrittura semplice e alla portata di tutti che altri che girano e rigirano le stesse cose in maniera criptica. Questo romanzo presenta una bellissima trama, ha una sua originalità e, sinceramente, io non vedevo l'ora di continuarne la lettura, l'ho trovato davvero bello. Consigliato, soprattutto a chi ha apprezzato anche l'altro romanzo di questa autrice, Le ore sotterranee, che ho trovato altrettanto interessante.

  • User Icon

    Maisa

    04/01/2012 16.53.05

    Carino, scritto bene e la storia non è nè eccessivamente banale nè incredibile, ma realistica. Un libro per ragazzi. Quindi un bel libro, ma niente di così accattivante se si è alla ricerca di qualcosa di un pò più strutturato. Tratta della storia di una ragazza che vive per strada (con tutti i suoi retroscena) e che porta uno scossone affettivo nella vita tormentata di un'altra ragazza e della tua famiglia. Questo scompiglio sarà di giovamento alla famiglia benestante, ma fallisce il tentativo di emancipazione della ragazza senza tetto. Ciò rende il racconto abbastanza realistico.

  • User Icon

    maria teresa

    02/01/2012 12.29.35

    E' uno di quei libri che ti restano dentro e pagina dopo pagina ti affezioni ai protagonisti. Fa riflettere ed emozionare.. che dire di più. Lo consiglio.

  • User Icon

    Chiarangela Mistretta

    15/12/2011 21.44.32

    Un libro scorrevole e piacevole che racchiude tutta la realtà della vita: i senzatetto, un aiuto da una mano estranea e un esito purtroppo non positivo. La fine è un pò in sospeso, in effetti non ho capito l'allontanamento di No e credo che dovrebbe esserci una breve continuazione. Per il resto bellissimo.

  • User Icon

    aqua

    05/09/2011 21.56.14

    un libro molto bello. la protagonista, una bambina intellettualmente precoce è inserita in una classe di ragazzi piu grandi vive un profondo senso di estraneita e di solitudine. in famiglia affronta un difficile rapporto con la madre che vive sprofondata nella depressione. per passare il tempo si reca alla stazione ferroviaria e osserva le emozioni che affiorano dai visi della gente. interrogata in classe improvvisa un progetto di esposizione orale sulla vita dei senzatetto e affrontera un incontro reale con una ragazza senza fissa dimora. non sono sufficienti per lei studi teorici sull argomento ma con la sua fine sensibilita condivide momenti e progetti con questa giovane ragazza. la tenerezza e la drammaticità si alternano nella narrazione non sempre gli incontri sono definitivi, ma se sono incontri veri lasciano tracce, emozioni e soluzioni. il regalo piu bello di No, la senzatetto, è un inconsapevole aiuto alla madre, che lentamente esce da una vita irrisolta un libro da leggere

  • User Icon

    Rossella

    10/09/2010 09.05.44

    non mi è piaciuto,lo stile è un po'semplice, non banale nel tema, ma neanche particolarmente originale

  • User Icon

    Gim

    20/06/2010 20.34.37

    Non proprio uno di quei romanzi dal titolo impattante e altisonante ed i contenuti mediocri, tuttavia certamente non un capolavoro. Lascia certamente qualcosa, ma è consigliabile solo a chi abbia una formazione narrativa approssimativa.

  • User Icon

    Mariagrazia

    23/02/2010 12.38.18

    Sicuramente un libro da leggere

  • User Icon

    simona

    16/01/2010 15.01.13

    Libro che consiglio a tutti. Lo scrittore descrive due vite parallele, la vita di No una clochard e la vita di Moi una ragazzina con la speranza di poter salvare No dalle condizioni di vita senza speranza, la solitudine e anche la malattia dell'alcolismo. Un sogno senza esito positivo. Una realtà che viviamo nelle grandi nostre città e che fermandosi a riflettere e a osservare queste persone che vivono per strada, ti chiedi se un giorno anche loro vorranno il nostro aiuto per passare a una vita normale.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione