Elio Aristide e la legittimazione greca dell'impero di Roma

Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 29 agosto 2013
Pagine: 270 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788815244178
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Elio Aristide, intellettuale originario di Smirne, importante città greca della provincia romana d'Asia, è l'autore di uno dei testi più significativi della riflessione greca sull'impero romano: il discorso "A Roma", che in origine era stato pronunciato di fronte all'imperatore Antonino Pio. In questo testo l'autore esprimeva la sua ammirazione per Roma e il suo impero, il cui futuro, a suo avviso, sarebbe stato prospero solo con la collaborazione delle élites politico-culturali greche. Piano ufficiale e riflessione privata si intrecciavano in un discorso di genere encomiastico, in cui tuttavia erano abilmente occultati elementi di critica e di riserva nei confronti dell'impero. In questo volume, attraverso gli interventi di alcuni tra i massimi conoscitori europei e americani della cultura greca di età imperiale, il discorso "A Roma" viene ricollocato nel complesso della produzione di interesse politico di Elio Aristide, e si rivela una guida preziosa alla comprensione del mondo antico all'apogeo dell'impero.

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Piero

    01/02/2014 17:24:46

    Il giudizio sull'opera potrebbe essere un 4/5 se l'editore, che pure è tra i più seri, avesse accluso al COMMENTO su Elio Aristide anche la principale OPERA di Elio Aristide, cioè "L'elogio di Roma". E' introvabile in italiano visto che l'ultima edizione risale al 1940, eccettuata un'edizione in pochissime copie per la Scuola Normale Superiore di Pisa. Per procurarmi l'Elogio di Roma ho dovuto scrivere alla casa editrice francese Le Belles Lettres, che ha pubblicato la prima e unica traduzione francese dell'opera, allegando il relativo assegno. Non aveva il testo greco a fronte, purtroppo, ma si può reperire su Internet. Scrivere un commento di un'opera senza che uno possa leggere l'opera è come fare un ottimo condimento senza carne. Va bene, ho spiegato ai colleghi docenti come procurarsi il libro di Elio Aristide. Consiglio, per chi volesse approfondire l'argomento, "l'Impero greco-romano", un'opera poco conosciuta ma abbastanza buona.

Scrivi una recensione