Empietà - Tehmina Durrani - copertina

Empietà

Tehmina Durrani

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: F. Diano
Editore: Neri Pozza
Collana: Le tavole d'oro
Anno edizione: 2000
In commercio dal: 12 maggio 2000
Pagine: 256 p.
  • EAN: 9788873057567

€ 6,97

€ 12,91

Punti Premium: 13

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Pakistan. In una casa tra i vicoli di una città affollata e congestionata, Herr, adolescente di soave bellezza, riceve tramite la madre una proposta di matrimonio. Pir Sain, il Santo, uno dei capi religiosi più eminenti della comunità, un uomo di trent'anni più anziano di lei, l'ha chiesta in sposa. Herr deve dimenticare in fretta Ranjha, il ragazzo col pullover rosso, per cui il suo cuore canta ancora "canzoni mai udite prima". Troppo grande è, infatti, l'onore di questa proposta perché sua madre non si senta di colpo, e con immensa gioia, libera dallo sguardo sprezzante dei parenti che "se la passano meglio". Herr deve sposarsi e recarsi con Pin Sain al Santuario, la dimora del Santo, il centro di controllo della vita religiosa e sociale della città.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Jessica

    22/09/2018 09:25:10

    Per me è difficile giudicare questo libro come “Bello” o “Brutto”. Non va letto come un normale libro di cui valutare lo stile narrativo o le scelte stilistiche: il fatto che sia basato su una storia vera, storia di atrocità crudeltà violenza inaudita me lo impedisce. Posso solo dirvi che è difficile descrivere l’orrore percepito leggendo le parole di Tehmina Durrani. La storia è raccontata in prima persona, in maniera lineare, senza fronzoli. Tutto avviene rapidamente e al contempo lentamente. Ci si sente prigioniere, impotenti e avvilite dalle parole scritte nero su bianco che pagina dopo pagina pesano come macigni sul cuore. Questo libro mi ha aperto gli occhi sulla realtà Pakistana che ignoravo totalmente e ancora una volta mi ha dato modo di capire che non esiste religione o umanità in certe parti del mondo, lì la fanno da padrona solo la tirannia e la violenza.

Note legali