Categorie

€ 8,78

€ 10,33

Risparmi € 1,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile


scheda di Missana, E., L'Indice 1992, n. 4

Il volume raccoglie saggi e discorsi degli anni ottanta, in cui Gadamer muove dal chiedersi quale contributo possa dare la riflessione filosofica alla tematizzazione ed elaborazione dei problemi e dei compiti che si pongono attualmente all'Europa. Innanzitutto emerge la preoccupazione di definire una identità europea ricorrendo ad alcuni dei temi abituali del filosofo. Dalla caratterizzazione della filosofia come esperienza di pensiero sorta e sviluppatasi in Europa, in un percorso privilegiato dalla Grecia alla Germania, alla ricognizione del rapporto tra filosofia e scienza nell'epoca moderna, il cui esito è il riconoscimento di una rottura tra un ideale tecnico-scientifico dell'organizzazione del sapere e del mondo e la filosofia come tematizzazione di quegli ambiti della vita individuale e sociale che sfuggono ai procedimenti approntati dalle "scienze della natura". La filosofia che si scopre radicata nella dimensione della "prassi", intesa come "concreta posizione dell'uomo nel mondo" entra così in stretta relazione con il problema della storicità della vita umana e della cultura e con le scienze dello spirito che tale storicità presuppongono e indagano. È proprio questo nesso tra filosofia e scienze dello spirito che risulta importante per la definizione di un'eredità dell'Europa. Le scienze dello spirito attestano infatti sia la volontà della conservazione ed elaborazione di un patrimonio culturale e linguistico specifico, sia una volontà di conoscenza dell'altro e di creazione di orizzonti comuni che rendano possibile la coesistenza e l'arricchimento reciproco delle diverse identità culturali. Il perseguimento di tali volontà è, secondo Gadamer, il compito che si pone al futuro dell'Europa e "dell'umanità nel suo insieme".