-15%
Eretici - Gilbert K. Chesterton - copertina

Eretici

Gilbert K. Chesterton

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Cristina Cavalli
Editore: Lindau
Collana: I pellicani
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 24 giugno 2010
Pagine: 254 p., Brossura
  • EAN: 9788871808727

€ 16,14

€ 19,00
(-15%)

Venduto e spedito da Emozioni Media Store

Solo una copia disponibile

+ 5,75 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Nel 1905, all'età di trentun'anni, Gilbert Keith Chesterton riunisce in un unico volume gli articoli scritti per il liberale "Daily News". Nasce così Eretici, in cui il "principe del paradosso", facendo sfoggio di tutta la sua tagliente ironia, passa al vaglio le più importanti figure del suo tempo, in particolare del mondo della letteratura e dell'arte: Rudyard Kipling, Gorge Bernard Shaw, H. G. Wells, James McNeill Whistler. Ciò che soprattutto gli interessa è però combattere le "eresie" di cui si fanno banditori o interpreti e che si riflettono in quelli che l'autore identifica come i grandi mali della modernità: la cieca fede nel progresso, lo scetticismo, il determinismo, la negazione dell'esistenza di Dio e dei valori fondamentali del cristianesimo. Frutto di un sapiente dosaggio di umorismo e buon senso, "Eretici" suscitò le ire di alcuni critici, perché condannava le filosofie coeve senza fornire alternative. Lo scrittore inglese decise quindi di replicare qualche anno più tardi con un altro celebre titolo, Ortodossia, di cui questo resta l'essenziale premessa.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    G.M.

    26/09/2013 19:11:43

    Un libro che ogni scettico, ogni filosofo, ogni scienziato, ogni persona che spera, ogni persona che scava nell'oscurità di un mondo grigio, ogni persona che non si arrende contro le illusioni, ogni persona che non si accontenta di crogiolarsi nel dolore, ogni persona che si agita nel dubbio, ogni persona che si sente prigioniera dell'esistenza, ogni persona che sente la propria vita coperta da un velo, ogni persona che senza fermarsi e senza asciugarsi le lacrime cerca la verità, e soprattutto ogni persona che soffre, nell'angoscia e senza più credere nel domani, dovrebbe leggere. Lo consiglio dal profondo del cuore.

  • Gilbert K. Chesterton Cover

    Romanziere, giornalista e critico inglese. Scrittore estremamente prolifico e molto popolare, si servì spesso di uno stile ironico, ricco di paradossi, ponendosi criticamente, in nome dei valori tradizionali, nei confronti del materialismo della società industriale. La sua fama, oltre che alla ricca produzione aforistica, è oggi legata ai romanzi polizieschi, un ciclo che vede protagonista il sacerdote padre Brown. Tra i più noti, "L’uomo che fu Giovedì" (The man who was Thursday, 1908), "L’innocenza di padre Brown" (The innocence of father Brown, 1911), "La saggezza di padre Brown" (The wisdom of father Brown, 1914), "Il segreto di padre Brown" (The secret of father Brown, 1927). Ricordiamo anche gli scritti saggistici, tra cui "L’età... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali