Escursionismo d'autore nella terra degli etruschi. Viaggio nella Tuscia. I monti Cimini e le valli delle antiche civiltà rupestri

Giovanni Menichino

Editore: Laurum
Anno edizione: 2008
Pagine: 224 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788887346534
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Caterina

    16/12/2008 12:44:00

    La Tuscia, “luogo sacro d’Etruria”, che comprende l’intera provincia di Viterbo e parte di quella di Roma, incastonata tra l’azzurro dei laghi vulcanici e il verde cupo della “Selva Cimina”, in una delle zone più belle dell’Italia Centrale, suscita ancor oggi stupore e ammirazione. Il territorio fertilissimo, dal clima ospitale, ricco di fiumi e corsi d’acqua che lambiscono i pianori di tufo dai fianchi scoscesi, è caratterizzato da valenze ambientali e paesaggistiche di straordinaria suggestione. Conserva ancora oggi il fascino di un’antica civiltà, semplice come gli ultimi pastori che ancora vagano nella Maremma, ma misteriosa per il perpetrarsi di rituali magici. La Tuscia racchiude un terreno totalmente vulcanico. Dallo spettacolo spaventoso e affascinante dei vulcani in eruzione, nubi piroclastiche di ceneri e lapilli accumulandosi nelle valli, nell’arco di migliaia di anni, si sono poi sedimentati e induriti sotto il proprio peso, modellando il paesaggio in grandi distese di tufi e di rocce ignee di colore giallo, grigio e rosso. La roccia, relativamente tenera, ha permesso lo svilupparsi dell’arte e dell’architettura rupestre, una delle più innovative tecniche costruttive, che opera direttamente sulla materia prima, ampiamente a disposizione, senza distaccarla dal suo punto d’origine. L’architettura rupestre della Tuscia e della Maremma, che ancora oggi si offre al visitatore, conserva intatta la sua magnificenza e l’eleganza, sfruttando le splendide sfumature cromatiche che striano le rocce. Si ammira in luoghi di sorprendente bellezza, pervasi da una grande spiritualità, dove il passato viene scandito solo dallo scorrere delle acque e dal fruscio dei rami accarezzati dal vento, scena quotidiana di tante esistenze e piccoli segreti. Nel libro, arrivato alla seconda edizione, sono state inserite le coordinate GPS. Le fotografie sono a cura di Andrea De Maria.

Scrivi una recensione